Cosa Succederà?

Sono giorni, anzi, settimane che sento qualcosa in sospeso, sento che deve accadere qualcosa, o che devo fare qualcosa, è strano, lo so, ma è una sensazione così forte, che a volte mi impedisce addirittura di dormire, come la scorsa notte.

La prossima settimana ci sarà il matrimonio della mia amica, quindi forse mi sto solo preparando psicologicamente a rivederla e a rivedere altre persone oramai totalmente sconosciute, data la mia estrema ansia.. può essere, anche perché poi ci sono io: io e la mia mente, io e i miei pensieri, io e le mie insicurezze, io e le mie convinzioni folli, io e le mie pretese ancora più folli, io e la mia eterna lotta contro me stessa,.. tutte questioni che sicuramente non mi facilitano le cose, mai, me le hanno sempre rese estremamente difficili, arrivando più volte a farmi addirittura rinunciare, ai miei sogni, ai miei progetti, alle mie speranze,.. un po’ a tutto in effetti, a troppo.

Ecco da cosa scaturisce il mio nervoso, la mia ansia e tutti i vari pensieri, oramai è una catena di montaggio estremamente collaudata, anche se ogni volta spero di riuscire a trovare il modo di bloccarla, o spero che succeda qualcosa che faccia saltare le fasi così ben organizzate, lasciandomi finalmente libera di agire a mia sola discrezione, in base a quel singolo evento, senza essere condizionata da vecchie paure, vecchi ricordi, vecchi traumi e le relative insicurezze.
Vorrei riuscire a liberarmi dalla zavorra emotiva e mentale, che mi blocca nello stesso identico punto da anni e anni, credo che sia diventato il mio più grande sogno di sempre oramai, anche se in parte questo vorrebbe dire: liberarmi da me stessa e da ciò che sono diventata..

Sono pensieri contorti, lo so, ma chi mi conosce sa di cosa sto parlando e sa anche che ho indubbiamente ragione.
Forse dovrei veramente fare un altro piccolo passo verso l’esterno e accettare finalmente un aiuto, seppur minimo ed estremamente relativo, ma dopotutto credo che in questo caso sarebbe molto più importante il gesto, il mio gesto, la mia ricerca e la mia disponibilità ad accettarlo, più che l’aiuto in se, perché sarebbe un gesto fuori dai miei abituali schemi, così tanto “rassicuranti” e altrettanto “incatenanti”.

Articoli Correlati

4 Commenti per Cosa Succederà?

  1. jezabel
    mercoledì, 24 settembre 2008 at 13:24 (9 anni ago)

    posso dire a riguardo,che le zavorre e i propri limiti vanno superati solamente quando si capisce che è arrivato il tempo. quello lo senti dentro,è qualcosa che solo tu puoi capire,ma sappi che quando meno te l’aspetti l’aiuto ti è offerto anche da chi nn è parte della tua vita,posso dirtelo per esperienza. chi è dall’esterno vede le cose chiare e può se vuoi partecipare con te a questa crescita. insegui sempre i tuoi sogni e ciò che sei realmente,nn avere mai paura,credi in te stessa,sempre.

    0
    Rispondi
  2. Sylia
    mercoledì, 24 settembre 2008 at 14:21 (9 anni ago)

    jezabel: E’ da un po’ che sento il bisogno di superare i miei blocchi,.. perché sono presenti da troppo tempo e mi hanno impedito di fare troppe cose, anche di inseguire i miei sogni..
    Comunque quello che hai scritto è verissimo: bisognerebbe sempre inseguire i propri sogni, i propri ideali, senza paura e credendo fermamente in se stessi… non è facile però..
    Per quanto riguarda l’aiuto esterno,.. sì, spesso arriva da solo, ma non sempre nel modo giusto, io ad esempio credo di aver bisogno di con aiuto esterno tangibile e reale, un aiuto.. che posso cercare solo io..

    0
    Rispondi
  3. Sylia
    venerdì, 26 settembre 2008 at 14:11 (9 anni ago)

    Ne ho tanti di schemi da distruggere, anche perché spesso riesco a metterli da parte per un po’, ma poi… ritornano sempre.
    Ci sto lavorando comunque, da un po’ in effetti, da anni, non solo da qualche giorno, ecco perché ti sembro già sulla buona strada, ho avuto modo di analizzare accuratamente ogni cosa.. più e più volte.. quindi credo di conoscermi abbastanza ora.
    Il cambiamento comunque resta un procedimento lungo.. perché prima di tutto bisogna cambiare modo di sentire di cose.. e poi pensare al resto

    0
    Rispondi
  4. Lay
    venerdì, 26 settembre 2008 at 13:49 (9 anni ago)

    Sai, lavoro sui miei schemi e con quelli degli altri già da un pò e posso dirti che ne parli come una che ne ha già compreso la funzione. Quello che voglio dirti è che probabilmente hai già in mano tutti gli strumenti per riuscirci. Forse devi solo raggiungere una totale capacità di autoperdono, più amore verso te stessa e a quel punto dovrai solo afferrarli uno ad uno, guardarli in faccia e sconfiggerli. Non è affatto facile ma è sicuramente possibile. :)

    0
    Rispondi

Lascia un commento