aprile 23rd 2009 archive

Una Piccola Sconfitta

La ritengo una sconfitta il buttare fuori dalla propria vita una persona, anche se magari quest’ultima se lo merita pienamente, per il male fatto, le incomprensioni ripetute, l’incoerenza fissa, l’interesse “di comodo”, etc. Sarà che reputo di aver già dato a sufficienza anni fa con le brusche interruzioni dei rapporti, specialmente stretti, ed infatti è proprio per questo che negli ultimi anni ho sempre tentato di evitare di chiudere in modo drastico e definitivo un rapporto, di qualsiasi tipo: importante, intenso, amichevole, fraterno, sentimentale, superficiale, breve o di lunga durata.

Purtroppo però, a volte, diviene una conclusione inevitabile per una profonda incompatibilità oppure per la dannosità stessa di quella conoscenza, magari per un male fatto trascinato nel tempo, dalla debolezza, dalla speranza, dell’egoismo, dai sentimenti o dalla mera illusione e per questo divenuta assolutamente insensata, oltre a non più recuperabile.

Quello che è certo, è che per una parte di me — quella più profonda e magari anche più ingenua — resta ugualmente una piccola sconfitta personale.