C’era Una Volta..

C’è una cosa che mi manca fortemente in questo periodo, ed è l’amicizia,.. quell’amicizia quotidiana tra donne, un po’ alla sex and the city, fatta di chiacchiere, di risate, di lacrime, di condivisione, ma specialmente di uscite, tra negozi di ogni tipo, vetrine luminose, passeggiate, bar in cui perdersi a chiacchierare davanti a un cappuccino caldo, palestra, corsi vari, cinema, visite reciproche e così via..

Mi manca, sì, specialmente in alcuni momenti, in cui vorrei prendere il cellulare per mandare un sms, o fare una chiamata di breve durata, per dire semplicemente: «ci vediamo tra 10 minuti,.. cosa metti?», ma non posso,.. non posso perché non ci sarebbe alcuna "destinataria", non qui,.. e la cosa mi mette addosso una tale tristezza.

E comunque è proprio vero: più si va avanti, più diventa veramente difficile stringere delle nuove e vere amicizie, specialmente in questa "nuova era tecnologica", in cui oramai la gente riesce a comunicare solo da dietro a un maledetto schermo piatto e/o iPhone di ultima generazione,.. inviando richieste d’amicizia a cani e porci su FaceBook,.. ma solo per far numero e al massimo sbirciare qualche foto eh!? Sia chiaro.

Doppia tristezza..

27 Commenti per C’era Una Volta..

  1. ~eka
    mercoledì, 20 gennaio 2010 at 17:09 (8 anni ago)

    ti capisco.

    0
    Rispondi
  2. Sylia
    mercoledì, 20 gennaio 2010 at 17:12 (8 anni ago)

    lo so.. e non so per te, ma per me sta diventando quasi frustrante..

    0
    Rispondi
  3. carnilie
    mercoledì, 20 gennaio 2010 at 17:25 (8 anni ago)

    Ragazze… si può rimediare no?

    Eka va in palestra e si può dire che quello è terreno fertile per favorire nuove amicizie, no?

    Io sono di Verona Syl, per la precisione abito in un piccolissimo paese molto più vicino alla provincia bresciana che al centro di Verona.

     

    Possiamo trovarci io e te!

    Adoro fare sciopping al Leone!

    0
    Rispondi
  4. Sylia
    mercoledì, 20 gennaio 2010 at 17:39 (8 anni ago)

    Mi è stato riferito che anche in palestra non è più così facile conoscere, sembrano essere tutti per i fatti loro, con iPod/iPhone nelle orecchie.. 

    Per la seconda parte, io attualmente sono a Brescia est, se così si può chiamare, ed essendo nuova-nuova, non conosco neppure una strada [c’è da dire che il mio senso dell’orientamento è più "una confusa idea", che altro,.. tanto che dovrei muovermi solo con il TomTom al collo ;)], cosa che rende tutto ancora più arduo, assieme al fatto di non essere automunita [per la tranquillità dei Bresciani la mia C2 è rimasta ad Aosta].

    In ogni modo, con l’ausilio di tram, treni, taxi & co..  io ci sono :)

    0
    Rispondi
  5. ~eka
    mercoledì, 20 gennaio 2010 at 17:58 (8 anni ago)

    ha ragione Sylia. In palestra si è tutti un po’ sulle proprie, anche perchè, almeno IO, vado lì per sfogarmi, sudare ed avere risultati. Non per ciattellare davanti ad un caffè. Se no non spendevo tutti quei soldi per la migliore palestra di Genova!

    Poi c’è da dire che anche nello spogliatoio, non tutti sono simpatici. Basta leggere il mio blog. C’è gente con cui ridere, altra che invece faresti annegare nell’idromassaggio.

    0
    Rispondi
  6. Sylia
    mercoledì, 20 gennaio 2010 at 18:17 (8 anni ago)

    Già, poi ricordo che durante le mie "esperienze in palestra",.. io non avevo neppure le forze per fare nuove amicizie, troppa voglia di fare, finire e tornare a casa, al massimo scappava un "ci vediamo", ma nulla di più, anche per via degli orari variabili.. e credo che in una grande città, sia anche peggio..

    0
    Rispondi
  7. carnilie
    giovedì, 21 gennaio 2010 at 08:40 (8 anni ago)

    Io ho mollato la palestra perchè era tutto un chiacchierare e non lavoravo più… probabilmente sono esperienze diverse, non so.

    E’ vero anche che è strano che io sia riuscita a socializzare in palestra, visto che sono una di quelle persone da "cuffie nelle orecchie e mi faccio i cazzi miei".

    Però mi ritrovo a 30 anni ad avere pochissime amicizie serie (nel senso che non le vedo quasi mai per uscite goliardiche), nessuna compagnia di conoscenze con cui uscire (e nessuna voglia di trovarne una) e un moroso a 300km di distanza.

    Un po’ mi spiace, ma cerco di non farne un dramma, alla fine io sto bene anche in casa da sola a guardarmi un film, lavorare a maglia, leggere o disegnare…

    Sylia dai su, Brescia est non è così distante da Desenzano! Altrimenti ci vengo io fino lì, mi ci vanno 15 minuti eh!

    0
    Rispondi
  8. carnilie
    giovedì, 21 gennaio 2010 at 09:26 (8 anni ago)

    Comunque è per quello che su FB non mi si trova!

    0
    Rispondi
  9. LelaEla
    giovedì, 21 gennaio 2010 at 09:47 (8 anni ago)

    stesso problema, stessa frustrazione

     

    0
    Rispondi
  10. Sylia
    giovedì, 21 gennaio 2010 at 14:00 (8 anni ago)

    Sai che sento e leggo sempre più donne esporre la stessa situazione? Ci sono amicizie profonde, ma tutte distanti, oppure non c’è quel rapporto quotidiano, per via di troppi impegni differenti [famiglia, lavoro, altre amicizie, etc].
    Sinceramente neanche a me pesava più di quel tanto, infatti anche quando ero in Valle D’Aosta non avevo comunque una compagnia fissa, anche perché per un certo periodo mi ero isolata io dal mondo e volontariamente, rifiutando sempre ogni invito.
    Lì però sapevo che se "volevo".. "potevo", ecco,. qui invece no.

    Per la palestra.. devi essere una chiacchierona allora eheh, il che non è il massimo quando cerchi di allenarti, è vero, io infatti avevo smesso di andare con una mia cugina, perché non facevamo che parlare e al posto di metterci un’ora.. uscivamo sempre 3 ore dopo. Un disastro -_-‘

    Credo di esserci stata dalle tue parti sai? Mi ricordo che per tornare indietro siamo rimasti bloccati in code infinite [tra una rotonda e l’altra] per almeno 1 ora e solo per riuscire a raggiungere l’autostrada,.. bello però :)
    Io sono in San Eufemia, hai presente? Un "paesino"/quartiere/comune [non ho ancora capito che cosa sia] composto da grandi ville, con troppe famiglie al loro interno, che causano un’eccedenza spaventosa di macchine – più i gipponi neri americani, che sono ovunque – e con un n. di parcheggi uguale, o inferiore,.. a zero [bella descrizione eh? :D]

    Per FB.. sai quante volte ho pensato di cancellarmi? Tanto serve solo per spiare gli altri… e/o farti spiare, cosa che tra l’altro a volte causa tanto di quel nervoso gratuito..

    Almeno in questo siamo in compagnia, che tristezza però :(

    0
    Rispondi
  11. Sylia
    giovedì, 21 gennaio 2010 at 17:48 (8 anni ago)

    Eheh.. ma non tutti conoscono il Blog e poi c’è da dire che molti prediligono l’immediatezza di foto e frasi brevi, che di testi medi-lunghi da leggere! -_-‘

    0
    Rispondi
  12. carnilie
    venerdì, 22 gennaio 2010 at 08:40 (8 anni ago)

    La solita pigrizia

    0
    Rispondi
  13. kia71
    lunedì, 25 gennaio 2010 at 12:56 (8 anni ago)

    cara amica, sapessi quanto condivido e sento dentro le tue parole, lo sai ne ho scritto anche nel mio blog, anche a me manca davvero tanto il rapporto quotidiano con un’amica, quello fatto di chiachiere, pettegolezzi, confidenze,

    mi manca davvero tanto..

    un caro saluto, francy

    0
    Rispondi
  14. Sylia
    lunedì, 25 gennaio 2010 at 13:03 (8 anni ago)

    So che comprendi, ho letto il tuo post :)
    Spero che prima o poi questa mancanza venga colmata in qualche modo, perché l’amicizia quotidiana è importante, per tutta una serie di cose..

    0
    Rispondi
  15. kia71
    lunedì, 25 gennaio 2010 at 21:22 (8 anni ago)

    si lo spero davvero, anche se più si va avanti con gli anni è più diventa difficile

    un abbraccio

    0
    Rispondi
  16. Sylia
    lunedì, 25 gennaio 2010 at 21:36 (8 anni ago)

    Purtroppo è vero.. lo sto notando anche io..

    0
    Rispondi
  17. dhoroty
    giovedì, 28 gennaio 2010 at 17:33 (8 anni ago)

     Mamma mia non sai quanto ti capisco… è vero anche io ho notato questa cosa, ma come mai con il passare del tempo diventa sempre piu’ difficile stringere amicizia?? Io non capisco, è vero da bambini basta dividersi una merendina per giurarsi amicizia eterna… ma da adulti tutti hanno bisogno dell’affetto di un’amica/o perchè sembra invece che non interessi piu’ a nessuno??

    0
    Rispondi
  18. Sylia
    giovedì, 28 gennaio 2010 at 18:04 (8 anni ago)

    Me lo chiedo anche io, anche perché sembra che tutti sentano il bisogno di stringere nuove amicizie… quindi dovrebbe essere ancora più semplice, no? Invece.. boh.. non so cosa accade, forse non ci si "incontra", o nel momento della conoscenza siamo talmente presi da noi stessi e dalle nostre paure, che non riusciamo ad andare realmente oltre, non riusciamo a fidarci.. o a trovare la voglia di farlo, la voglia di costruire realmente un’amicizia, per tutti gli impegni che ciò comporta.
    Possibile?

    0
    Rispondi
  19. CuorediNuvola
    giovedì, 28 gennaio 2010 at 18:28 (8 anni ago)

    E’ vero anche a me manca ç_ç

    0
    Rispondi
  20. dhoroty
    giovedì, 28 gennaio 2010 at 23:52 (8 anni ago)

    Spero solo che molte di noi abbiano incontrato delle persone sbagliate… ma in fondo è vero per molti un amicizia potrebbe sembrare troppo impegnativa, troppi oneri… ma io non credo che sia così l’amicizia non è un peso è come l’amore secondo me nessun essere umano ne puo’ fare a meno e una cosa così fondamentale non puo’ essere un peso no?

    0
    Rispondi
  21. Sylia
    venerdì, 29 gennaio 2010 at 14:11 (8 anni ago)

    E’ soggettivo, per me non è un peso, ma se nella società attuale addirittura le famiglie e le coppie sono diminuite,.. vuol dire che un motivo ci sarà, non credi?
    Penso che stiamo semplicemente perdendo la capacità/volontà o quant’altro.. di ascoltare e di pensare realmente a qualcuno che non siamo noi, oltre a quella di metterci in gioco e di conoscere e farci conoscere realmente da qualcun’altro.
    E’ brutto da constatare, ma in fondo.. basta guardarsi attorno e sentire il modo di parlare delle persone, che nella maggior parte dei casi è tutto un: "io questo, io quello, io ho, io non ho, io ho fatto, io non ho fatto, io vorrei, io voglio, io non voglio..".. e così via.

    Credo che mai come adesso, la frase di Alphonse Karr, sia stata più vera: "Tutti vogliono avere un amico, ma nessuno si preoccupa di esserlo"… perché certi valori, per un motivo, o per un altro – legato spesso al tempo mal usato e alla paura di soffrire –  si stanno perdendo un po’ per strada..

    ..mi dispiace e io che pensavo.. non dico di accere "la sola", ma un caso un po’ a parte.. ecco 

    0
    Rispondi
  22. Francesca
    lunedì, 08 febbraio 2010 at 13:31 (8 anni ago)

    Quanto ti capisco…e quanto conforto leggere gli stessi miei pensieri nel blog di qualcun’altro!

    Sono cose che mi mancano tanto, che non ho mai avuto, che desidero ancor più di un amore.

    Ma come si fa? Non è mica così semplice partire da zero, ok ho 24 anni e tutto non è perduto, ma…non ne ho nemmeno più 6, fare amicizia non è facile come allora.

    Zob.

    0
    Rispondi
  23. Sylia
    lunedì, 08 febbraio 2010 at 14:07 (8 anni ago)

    Francesca: Da piccoli è tutto molto più semplice, forse perché i bambini si fanno meno problemi e non si preoccupano di trovare "punti in comune".. si limitano a "viversi" e a divertirsi, senza inutili paranoie :)

    0
    Rispondi
  24. Sylia
    lunedì, 13 settembre 2010 at 15:43 (7 anni ago)

    Giusta osservazione, che a mio avviso dovrebbe essere scontata, ma da quanto sto iniziando ad intuire, molti escono e fanno foto, solo perché poi lo possono scrivere o postare di Facebook! :D

    0
    Rispondi
  25. bradipomissile
    lunedì, 13 settembre 2010 at 14:53 (7 anni ago)

    Come ti capisco! Alla fine ho litigato con la ragazza di un mio compagno delle superiori (altro genio della lampada formato famiglia) perché più che di serie televisive e facebook non parlava la sera con tutti e monopolizzava la scena. –sgrunt–
    Al che andandomene mi sento dire:”Ma come, vai già?”
    Bene, questo, detto a me, significa aver scavato la fossa ed essersi sdraiati dentro, dopo aver scritto sulla lapide “morta improvvisamente e senza alcun motivo”. Basta solo ricoprirla.
    Ma l’effetto è garantito. La volta dopo ha tenuto il broncio e si è potuto parlare di cose serie tra vecchi amici quali siamo.
    Mi hanno dato tutti dello stronzo davanti a lei ma si vedeva che riuscivano a tenere a stento il ghigno di soddisfazione. E il che è stato il miglior complimento che potessero farmi.

    0
    Rispondi
  26. Sylia
    lunedì, 13 settembre 2010 at 15:11 (7 anni ago)

    Si parla di FB e telefilm quando non si ha una vita propria da condividere, oppure.. non lo si vuole fare, diciamo che è la strada più semplice, quella con cui si rischia meno nell’attuale società in cui tutti devono essere perfetti, interessanti, pieni di """"amici"""" e senza difetti.
    Però appunto, alla fine sono solo parole vuote, che non portano a niente, neanche a conoscere minimamente chi hai davanti.. non realmente, al massimo riesci semplicemente a scorgere la maschera con cui quella persona ha deciso di presentarsi, magari la stessa usata su Facebook & co.

    0
    Rispondi
  27. bradipomissile
    lunedì, 13 settembre 2010 at 15:32 (7 anni ago)

    Già, proprio vero! :-)
    E la cosa mi fa incavolare in una maniera impressionante. Perché dovrei vincere la mia pigrizia ogni fine settimana per uscire e sentir parlare del nulla più assoluto?

    0
    Rispondi

Lascia un commento