aprile 2010 archive

La Fiducia

La fiducia non è un sentimento razionale, ma è qualcosa che si prova al di là del concatenarsi negativo degli eventi. In un certo senso la fiducia è un filtro.

Se sto con una persona e mi fido di lei tenderò a considerare il suo comportamento in modo differente, in un certo senso deformato, rispetto a quella che magari è la realtà.

Quante volte vi sarà capitato di fidarvi di qualcuno a tal punto da non riuscire a “vederlo”? E quante volte, quando questo qualcuno ipotetico ha rivelato in modo incontrovertibile la sua vera faccia, vi siete ritrovati/e a rileggere in modo completamente diverso alcuni comportamenti o situazioni a cui non avevate dato peso o che avevate vissuto interiormente in modo completamente diverso?

La fiducia, più dell’amore, è un sentimento fortemente legato all’esperienza dell’altro nei suoi aspetti più reconditi, anche quelli più oscuri e deviati, in un certo senso.

La rivelazione, anche di un semplice dettaglio della vita di una persona taciuto o negato per anni, può incrinare il rapporto fiduciario e, nonostante l’amore possa continuare ad esistere, il rapporto di coppia (ma anche di amicizia… perché no, in fondo sempre di una forma d’amore si tratta) viene irrimediabilmente alterato.

La perdita di fiducia è un’anomalia che può sconquassare un equilibrio apparentemente solido e che, spesso, porta ad una rottura o alla ridefinizione di un equilibrio più labile rispetto al precedente.

[…]

Tratto da luigiruffolo.it

NaturaSì

Sono appena stata al supermercato NaturaSì… e devo dire che è stata una piccola esperienza, visto l’ambiente totalmente differente da tutti gli altri supermercati, tanto che entrando.. inizialmente ti senti un po’ a disagio.. e poi, dopo qualche minuto, inizi a sentirti quasi come a casa tua, per via delle poche persone presenti, tutte cordiali, tra coppie curiose, un po’ sconcertate — come lo eravamo noi — e soggetti singoli decisamente di casa.
Innegabilmente non è frequentatissimo, si vede anche dalle 2 piccole casse e dalla gentilezza infinita delle commesse: lì la fretta sembra non esistere.. è tutto calmo.

Ho visto molte cose interessanti, tra cui alcuni prodotti che ho acquistato su MondeVert — leggi qui — ad un prezzo anche più contenuto, quindi credo proprio che da oggi li prenderò direttamente lì, tranne per i prodotti Verdesativa, che per qualche motivo sconosciuto non erano presenti,.. in compenso però, inaspettatamente ho anche trovato l’acqua naturale che in Valle D’Aosta bevevo regolarmente, ma che qui a Brescia non riuscivo a reperire da nessuna parte: la Lauretana.

Il motivo principale che mi ha spinta in quel negozio però, oltre alla curiosità di vedere l’ambiente e i prodotti eco-bio, è stato un consiglio di una mia amica, che parlando di latte di soia — a cui ho provato a convertirmi recentemente [per motivi che forse spiegherò più avanti] incappando ahimè nel Valsoia e in un disgusto totale — mi ha fortemente consigliato il Provamel, dicendo che senza alcun dubbio è il migliore e il più bevibile, ed essendo lei una vegana DOC.. mi sono fidata, prendendo sia quello naturale, sia quello con l’aggiunta di calcio, sia quello alla vaniglia [questo su consiglio di un'altra mia amica], tralasciando però quello al cioccolato, tanto per evitare di finirlo in un’ora per mera golosità, anche perché il costo di una singola confezione di latte di soia Provamel.. non è esattamente dei più abbordabili, anzi, rispetto al latte vaccino.. c’è quasi da mettersi le mani nei capelli! [dai 2,30 euro del naturale, ai 2,90 euro del vaniglia e cioccolato, sempre per 1L].

Detto questo.. se nei vostri dintorni è presente un supermercato NaturaSì,.. vi consiglio caldamente di farci un salto, certo, non si può pensare di fare un’intera spesa lì dentro, per via dei prezzi più alti dei normali supermercati, ma per le piccole cose, magari più importanti, come l’igiene, la cura della propria persona, o se sono presenti varie intolleranze,.. io credo che sia il posto con i prodotti migliori e più sicuri, cosa che in questi tempi, in cui tutto sembra essere permesso,.. non guasta sicuramente.

domenica, 11 aprile 2010, ore 18:50

Ho provato tutti i Provamel presi.. e posso dire che quello naturale e quello con l’aggiunta di calcio, hanno lo stesso sapore, migliore di quello del Valsoia, ma ugualmente poco piacevole, mentre quello alla vaniglia — come quello al cioccolato suppongo — è decisamente più bevibile, dato che il sapore molto forte e resistente della vaniglia, riesce a prevalere sul sapore classico del soia, l’unico problema è che quest’ultimo lo trovo più un latte per diletto, per essere bevuto da solo per golosità e non per fare colazione al mattino.

A questo proposito, ho trovato un "trucchetto", sia per spendere un po’ di meno, sia per gradire di più il latte di soia naturale: al mattino uso i cereali — con vitamine B, ferro e a volte calcio — che rilasciano un po’ di cacao [non esiste solo la Nestlè e ovviamente non aggiungo lo zucchero], in questo modo il sapore originale poco gradevole, viene decisamente attenuato, diventando "goloso" quanto quello al cioccolato già confezionato, che però costa di più,..così facendo la colazione diventa più piacevole, anche dopo aver terminato i cereali.