Dov’è Il Romanticismo?

Quanto inutile cinismo, creato solo per cancellare il gusto delle cose, dei progetti, dei rapporti, dei sogni, delle speranze, del cambiamento.. e dell’amore.

.. e il romanticismo, in tutto questo, dov’è finito? La visione romantica della vita intendo, quella che ti fa andare avanti con il sorriso sulle labbra, con gli occhi rivolti al cielo e il cuore ricolmo di speranze e sicurezze, pronto a fare qualsiasi cosa,.. senza dare per scontato che tutto sia falso, fittizio e temporano — come le orme sulla spiaggia — dato che solo ed esclusivamente il tempo dovrebbe arrogarsi il diritto di sostenerlo e confermarlo, senza fare di tutta l’erba un fascio,.. altrimenti che senso avrebbe?.. che senso avremmo??

9 Commenti per Dov’è Il Romanticismo?

  1. Deryn
    lunedì, 23 agosto 2010 at 13:08 (7 anni ago)

    una delle mie citazioni poco colte preferite è "un cinico è un romantico frustrato" .. da cinico posso dirti che è assolutamente così, almeno per me.. che poi è solo una difesa..

    0
    Rispondi
  2. Sylia
    lunedì, 23 agosto 2010 at 13:39 (7 anni ago)

    Lo è quando sei single, quando hai "subìto" una brutta delusione, quando hai chiuso una relazione importante e vuoi andare avanti, quando non sai più a cosa credere e per difesa decidi di stare da solo, "perché tanto è così che va sempre a finire".. e lo so, perché ci sono passata io per prima, nutrendo quel cinismo per anni e anni, negandomi tante cose, perché in fondo "era più facile, che rimettersi continuamente e seriamente in gioco".

    Però non può essere così quando hai vicino una persona, che ha lasciato tutto per stare con te, che è al tuo fianco ogni giorno.. e non certo con l’idea del "tanto è temporaneo e tutto sarà cancellato"… come si può costruire qualcosa, o anche solo pensare di fare dei progetti seri, o ulteriori passi – "impegnativi" e non – con queste premesse/convinzioni, che inesorabilmente.. sminuiscono tutto, rendendo certe scelte iniziali.. addirittura folli e insensate?

    0
    Rispondi
  3. OjibWay
    lunedì, 23 agosto 2010 at 17:40 (7 anni ago)

    Il romanticismo è morto il giorno in cui l’uomo ha capito che facendone a meno arrivava lo stesso ai propri scopi. E credendo di liberarsi di un peso ha perso un pezzo di se. Forse il più importante.

    0
    Rispondi
  4. «absinth-minded»
    lunedì, 23 agosto 2010 at 19:12 (7 anni ago)

     ti capisco… anche io sto diventando una romantica frustrata… e ho solo 22 anni! avrei preferito aspettare un’altro po’ prima della disillusione :)

    0
    Rispondi
  5. Sylia
    lunedì, 23 agosto 2010 at 20:10 (7 anni ago)

    Per me non è morto, è questo il punto, fosse così.. non avrei scritto il post, perché sarei anche io cinica e allergica alla parola "per sempre", ma chiariamo: non credo alle favole, anche io so che il "per sempre" raramente esiste,.. RARAMENTE però, non MAI, e quello che è certo è che partendo già con la totale disillusione e con la profonda convinzione che il "per sempre" non potrà mai esistere, allora non esisterà, alla fine è anche una questione di predisposizione mentale.

    Ma forse hai ragione.. il "per sempre" è fuori moda oramai,.. ora si usa il "per oggi è così,.. domani si vedrà".
    Che tristezza..

    Ci sono passata anche io alla tua età, quindi non abbatterti, sono sicura che con il tempo il tuo pensiero varierà tantissime volte.. è questo il bello dell’evolversi, cercando di restare sempre fedeli a se stessi però.. senza farsi sottomettere troppo dalla paura e dalle sofferenze vissute mai totalmente superate [parenti strette del cinismo]

    0
    Rispondi
  6. Deryn
    lunedì, 23 agosto 2010 at 21:21 (7 anni ago)

    un po’di passione e di spinta verso il futuro ci vuole sempre.. altrimenti si muore dentro :)

    0
    Rispondi
  7. Sylia
    lunedì, 23 agosto 2010 at 21:27 (7 anni ago)

    ..parole sante! :)
    ..e poi ci sono i sogni, le speranze, i progetti.. la voglia di costruirsi ed evolversi,.. insieme, se si è una coppia vera, altrimenti.. ognuno per la sua strada..

    0
    Rispondi
  8. Giulia
    domenica, 26 settembre 2010 at 17:48 (7 anni ago)

    Accadono nella vita delle cose che ci portano a fare delle scelte e a prendere distanza da certi sentimenti e situazioni e ad avvicinarci ad altri.

    Purtroppo.

    Un bacio. Giulia (che ci crede ancora, nonostante tutto)

    0
    Rispondi
  9. Sylia
    domenica, 26 settembre 2010 at 18:55 (7 anni ago)

    Questo è vero, ma quando si decide di riprovare, allora bisogna farlo fino in fondo.. senza mettere le mani avanti con il cinisco, perché altrimenti.. "il gusto" di tutto.. svanisce un po’.. ed è un gran peccato.

    Crederci ancora "nonostante tutto".. è difficilissimo, lo so e per questo hai tutta la mia stima :)

    0
    Rispondi

Lascia un commento