Vivere è superare se stessi

Bisogna fare uno sforzo per risalire il corso delle cose e capovolgere gli eventi. Con purezza e sincerità di fronte a noi stessi, perché vivere non è seguire come pecore il corso degli eventi, nel solito tran tran di questo insieme di idee, di gusti, di percezioni, di desideri, di disgusti che confondiamo con il nostro io e dei quali siamo appagati senza cercare oltre, più lontano.
Vivere è superare se stessi, mentre l’uomo non sa far altro che lasciarsi andare.

Tratto da “Vivere è superare se stessi” di Antonin Artaud

Articoli Correlati

2 Commenti per Vivere è superare se stessi

  1. ciro
    martedì, 07 settembre 2010 at 16:03 (7 anni ago)

    Ciao,

    non sono d’ accordo. Vivere è plasmare la propria anima presso ciò che ci viene offerto. Presuppone assunzione di scelte e priorità da assegnare loro. Anche il lasciarsi vivere, però, può essere una scelta e non così superficiale: può essere l’acquisizione dei propri limiti ed il conseguente bagno di umiltà.

    E’ una considerazione generalista, quella dell’ autore; credo piuttosto che si debba sempre contestualizzare e rendere soggettivo quanto, spesso, è relegato a luogo comune.

     

    0
    Rispondi
  2. Sylia
    martedì, 07 settembre 2010 at 16:17 (7 anni ago)

    ciro: ovviamente è una considerazione meramente generalista, che deve essere presa solo come tale,.. e su cui si possono costruire varie riflessioni a livello individuale, dato che ogni soggetto, nel suo piccolo, con la sua storia, i suoi limiti e le sue capacità, può decidere se sia una visione "abbordabile", o meno, spesso infatti resta una semplice utopia.. un "mi piacerebbe, ma".. per differenti principi, priorità, scelte di vita, eventi di vario tipo, etc.

    0
    Rispondi

Lascia un commento