Cambiamenti

Sono strani i cambiamenti,.. o li cerchi, o li eviti, ma quando arrivano l’effetto è sempre lo stesso: confusione e tanta curiosità.

Questo è successo anche in questo caso, in forma molto limitata, visto che un blog resta pur sempre solo un blog e un cambio di piattaforma non è tutta questa grande esperienza, specialmente perché avevo già fatto un procedimento molto simile anni fa, quindi anche la novità era molto relativa, però il cambiamento c’è stato ugualmente ed è palese, qui infatti non c’è più una community di base.. e la grafica d’ingresso, in amministrazione, è molto scarna, un po’ spenta direi, ma almeno non vedo più banner pubblicitari saltellare ovunque, il che mi fa pensare che probabilmente avrei potuto fare molto prima questa scelta, ma in fondo IoBloggo mi piaceva e ci stavo bene, sebbene peccasse un po’ sia nella gestione [per i motivi già risaputi], sia nella community, lato che alla fine mi aveva spinta a non andare più alla ricerca di nuovi blog — cosa che mi è sempre piaciuta fare — visto che mi imbattevo regolarmente o in blog privati o in blog di dubbio gusto, che spaziavano tra “uomini e donne”, “amici”, programmi d’intrattenimento di vario tipo e sport, che poi.. non c’è nulla di male in questo, diciamo così, sono gusti appunto, però era indubbiamente palese che l’età media fosse drasticamente al di sotto della mia, cosa che talvolta mi aveva causato anche mooolte perplessità [il motivo non lo sto a spiegare, perché potrei essere letta come offensiva].

Quindi eccomi qui a “partire da zero”, in un luogo dove ci sono solo io, cosa che sinceramente mette anche una certa angoscia, visto che sembra esserci un isolamento quasi totale, però non si può avere tutto dalla vita, no? e poi ho sempre scritto che questo blog lo tenevo prevalentemente per me e in parte anche per le persone a me vicine, che hanno avuto modo di leggermi o che lo avranno in futuro, per cui tutto sommato credo proprio che questa sia la soluzione migliore sotto ogni punto di vista.

Tengo a precisare una cosa però, è vero che negli anni la figura della “blogstar” si è un po’ assopita e che non viene più abbinata automaticamente a un blog WordPress, a un hosting e/o a un dominio personale, però voglio precisarlo ugualmente: io non sono, non mi sento e non voglio rientrare assolutamente in quella categoria, ne ora, ne mai. Questo è solo un blog “vecchio stampo”: meramente personale e oggettivamente poco interessante per chi segue blog di informazione, fashion, ironici, a tema, o quant’altro, chi mi segue lo sa, io non miro a scrivere un libro, quindi non mi importa ne di essere interessante, ne di essere brillante, ne di essere alla moda e neppure di farmi linkare/seguire da ogni sito/persona esistente sul web.

Precisazione superflua per chi mi legge già da un po’,  lo so, ma usare WordPress mi mette sempre una certa agitazione, forse per via della mia passata esperienza, in cui alla fine si era insinuata un po’ di ansia da prestazione, che non solo mi aveva bloccata, ma mi aveva fatta tornare addirittura su Splinder. 

23 Commenti per Cambiamenti

  1. Soffy
    martedì, 02 novembre 2010 at 17:44 (7 anni ago)

    Dunque, intanto ne approfitto per dirti grazie d’avermi sopportata e aiutata, sei sempre molto gentile con me :)
    Passiamo ora al mio pensonale modo di vedere la cosa: ho notato che tutto sommato, qui la comunnity non è così assente (parlo di altervsta), e che se vogliamo vederla dal lato wordpress, ci sono tanti link davvero utili che spiegano passo passo come personalizzare il sito/blog. Quindi io sotto questo punto di vista, sono stata felice d’essermene andata da ibloggo, alla fine lì la community era praticamente morta (ricevevo risposte dopo mesi dall’aver chiesto aiuto).
    Forse qui è scomodo il fatto che non hai più tutto sotto controllo come succedeva con la statusbar (io usavo quella e mi trovavo bene), però a prescindere dal fatto che si possono utilizzare feeds e notifiche mail, sono convinta che se ad una persona piace leggerti, non ti “perderà” per un semplice cambio di dominio :)

    0
    Rispondi
  2. eka
    martedì, 02 novembre 2010 at 18:30 (7 anni ago)

    Guarda, sappi che ora ti seguirò ancora con più interesse (e finalmente mi son ricordata di linkarti, eccheccavolo).
    Mi piace un sacco come hai sistemato il tutto, io non ho voglia di cambiare molto quindi per un po’ il tema è quello.

    Riguardo al discorso community, io preferisco non averne affatto (col dominio) piuttosto che quella di iobloggo, per come sta diventando: un gruppo di boriosette che sparano carognate solo per screditare le persone evidentemente più seguite.
    Io nemmeno aspiro a diventare una blogstar. Ci sono post che raccolgono 20-30 commenti, altri in cui ne ho malapena 1 o 2. E sai cosa? Chissene. Cerco sempre di rispondere a tutti, anche solo con una faccina, se proprio non c’è nulla da aggiungere.

    L’unica cosa che forse un giorno farà finire il mio blog-idillio è l’essere mentalmente bloccata, per ciò che viene detto su di me altrove. A volte mi chiedo: “ma son così merda, così antipatica, stronza, pessima, per leggere certe cose?”.
    Mah.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      martedì, 02 novembre 2010 at 20:20 (7 anni ago)

      Eka: ma avevo giusto scritto che non mi importava essere e non essere linkata ;)
      Il template, come noterai dai commenti, ha qualcosa nel codice di non totalmente esatto, ho usato un template standard su cui ho costruito il mio e facendo delle prove, ho proprio visto che possiede le stesse mie problematiche, nel senso che i commenti non cambiano la cronologia neanche quando li imposti in amministrazione, invece su altri template i commenti inline funzionano anche sotto quel punto di vista,.. mentre quelli popup no, quindi c’è proprio un bag nel codice base e non capendoci ancora molto, dubito fortemente che troverò tra breve una soluzione, ma non demordo, perché così non mi piacciono -_-‘

      Per il resto.. la comunità di IoBloggo non la conosco sotto quel punto di vista, probabilmente perché io sono una utente come molte altre e passo abbastanza inosservata, però è innegabile che l’età media sia proprio bassa, io ho letto cose che mi hanno lasciata perplessa, ma pensando poi all’età ho anche compreso che probabilmente non hanno ancora la capacità di valutare correttamente determinate situazioni, o almeno non tutte, dato che molte pensano solo allo shopping sfrenato [e non parlo di una volta ogni tanto], che sembra essere il centro della loro vita, che poi.. beate loro se non lavorando possono permettersi di fare compere tutti i giorni, vorrei essere io al loro posto, altro che! :D però appunto, essendo io – e molte altre persone – in una situazione totalmente differente, la mia opinione e anche reazione – seppure passiva – non può oggettivamente essere come quella delle coetanee, no?
      Ma questa è una piccola parentesi totalmente soggettiva.. per far comprendere il mio bisogno di avere a che fare con persone che vivono “nella mia dimensione”, età e problemi inclusi :)

      Per i blogstar.. guarda, anni fa, credo che lo sai anche tu, venivano identificati proprio dai “blog indipendenti” e si pensava subito a “botte di testa”, mentre ora le cose sono un po’ cambiate, i domini personali sono molto comuni e tutto è quasi rientrato nella normalità, però… c’è sempre quella sorta di “ansia da prestazione”, perché automaticamente, vedendo un dominio, la gente si aspetta “qualcosa”, giusto? magari costanza e un post al giorno, come in effetti fanno quelle blogger che attualmente sono identificate un po’ come le “blogstar” attuali: post quotidiani, anche senza senso, titoli in inglese, autopubblicità ovunque [ecco perché ho sottolineato la questione dei link], un libro appena scritto nel cassetto… e via!
      ..ma appunto, io non sono così, questione di scelta, di carattere e anche di mancata capacità, questo sicuramente :D

      Io sto bene con i miei pochi commenti, quando ci sono, fatti da persone che “conosco”, grazie proprio ai tanti “botta e risposta” fatti, anche sui loro blog, o via e-mail, anche perché in questo modo è molto più facile per me… scrivere raccontandomi.

      Soffy: mi dimenticavo di te!
      Sinceramente non ho guardato su altervista, se non per le informazioni tecniche, idem per wordpress, su cui sto guardando tutt’ora, per cercare di capire come sistemare alcuni bug.
      Io mi riferivo alla parte “umana” nel post, che su IoBloggo e anche su Splinder può essere più immediata, perché ti fanno vedere i vari blog e via dicendo, una cosa che a me è sempre piaciuta, proprio per la possibilità di trovare nuovi pensieri scritti..
      Ma come ho scritto, alla fine va benissimo così :)

      0
      Rispondi
    • Sylia
      mercoledì, 03 novembre 2010 at 08:50 (7 anni ago)

      Eka: mi ero dimenticata questa parte.

      L’unica cosa che forse un giorno farà finire il mio blog-idillio è l’essere mentalmente bloccata, per ciò che viene detto su di me altrove. A volte mi chiedo: “ma son così merda, così antipatica, stronza, pessima, per leggere certe cose?”.
      Mah.

      Allora, prima di tutto sai già come la penso in merito e cioè che non dovresti proprio andarle a leggere “certe cose” e poi.. beh.. tu hai un carattere molto forte, talvolta “troppo”, cosa che spesso ti spinge ad esprimere concetti, idee, opinioni, etc. in modo estremamente diretto, anzi, direi proprio aggressivo, cosa che spesso spiazza i tuoi lettori, o chi riceve l’eventuale risposta, perché la maggior parte delle volte la reazione appare spropositata e in parte credo che sia questo il motivo per cui alcune ragazze, specialmente se più piccole, abbiano iniziato a fare gruppo, è un modo per “difendersi” e sentirsi forti quanto te.
      E’ il più classico dei giochi mentali, che cade nel momento in cui una parte non sta più al gioco, girandosi dall’altra parte.. perché così facendo il motivo dello “screzio” inizia a perdere la sua importanza.

      Quindi.. resisti Eka ;)

      Mari: spero che presto riuscirete a stare assieme in modo stabile, anche perché so che in quel modo è alquanto frustrante :(
      Per quanto riguarda il dominio, beh.. attualmente sono solo su altervista, senza dominio e con uno spazio limitato – ma neanche troppo per un blog – anche perché l’ufficialità del dominio si sentirebbe abbastanza, sebbene la cosa mi stia stuzzicando, però.. eventualmente non lo acquisterei “normalmente”, ma con la protezione della privacy integrata, cosa che farebbe spendere qualche soldino di più… motivo per cui prima voglio vedere se mi trovo bene usando wordpress, tanto per evitare “colpi di testa”.

      Per Splinder.. uhmm.. non credo che importerò mai quel blog, anche se effettivamente mi dispiacerebbe perdere circa 8 anni di post, però non sarei proprio dove metterlo.. essendo un diario privato.

      0
      Rispondi
  3. Mari
    martedì, 02 novembre 2010 at 20:49 (7 anni ago)

    Eccomi qui.
    Passato un po’ di scazzo da pessimo rientro al lavoro, e pochissima voglia di star dentro un ufficio.
    Sono contenta che ti trovi bene, e ti dirò, non aver dietro una community spesso è una gran bella cosa ;) – ma io penso di fare poco testo, perché anche su Splinder stavo ben lontana da qualsiasi spazio comune, e detestavo quella stupida opzione per la quale la gente poteva aggiungerti come amico senza chiederti nulla, e senza che tu potessi approvare una richiesta…
    E stai serena, dopo un po’ ti passa l’ansia di prestazione con WP ;)

    0
    Rispondi
    • Sylia
      martedì, 02 novembre 2010 at 21:34 (7 anni ago)

      Mari: beh lo spero;)
      Ho letto sul blog che sei un po’ scazzata, non ho lasciato commenti perché sono abbastanza rintronata in questo momento, quindi sarei stata troppo scontata e non ti avrei dato alcun reale “apporto”, o sostegno, domani però passo e leggo meglio, prometto.

      Per la community, hai sicuramente ragione, anche io su Splinder stavo per i fatti miei, perché vedevo troppi gruppi “strani”, per così dire… dato che lì si trova veramente di tutto, tanto che ad un certo punto mi ero trovata commenti e visite da “padroni”, “schiavi” e via dicendo, perché un mio “contatto” aveva deciso di immergersi nei blog “erotici” -_-
      Anche ora una “parte di me” è tutt’ora lì, però è privata da anni e lo resterà in modo definitivo, quindi.. niente community, ma anche per altre implicazioni che sicuramente puoi intuire :)
      Ah.. la questione delle amicizie, è sempre quella, infatti mi ritrovo amica di tantissima gente che non ho mai visto, ma è solo uno dai tanti modi che usano per “farsi pubblicità”.
      Contenti loro..

      0
      Rispondi
  4. Mari
    martedì, 02 novembre 2010 at 22:16 (7 anni ago)

    Sylia: Diciamo che il rientro in ufficio non è stato dei più sereni, ma probabilmente perché siamo tutti stanchi di come vanno le cose, e c’è sempre chi si ‘diverte’ a lamentarsi di più, e non è proprio una cosa sana, quando già fai fatica perché hai appena salutato il tuo ragazzo, e ci vorranno di nuovo tot giorni prima di poter stare di nuovo assieme… [ultimamente sembro un disco rotto con sta storia :D, però cominciamo davvero a sentire che dobbiamo riunirci invece che stare uno qui e l’altra là]
    Sapessi gli sbotti che ho avuto nel profilo di splinder pur di risultare abbastanza impopolare e antipatica da non essere aggiunta come amica da chiunque XD
    Il passaggio ad un tuo dominio ti rende davvero serena, e ti fa capire chi davvero è interessato a rimanere in contatto con te – e quindi non si scoccia di stare lontano da una piattaforma o registrarsi al blog lasciando un indirizzo mail vero – da chi vuole solo il numero.
    Io mi sento assai più libera da quando sette mesi fa mi sono creata la tana sul mio sito ;)

    [cmq, nel caso, anche solo per avere un tuo archivio da tenerti strettamente privato e non dover dipendere da una o più piattaforme che potrebbero cancellarti tutto all’improvviso, c’è un plug-in di WP che importa da splinder, che funziona come l’importer di iobloggo, se interessa poi ti linko il sito dell’autore, perché se lo cerchi tramite WP non lo trovi *piccolo genio del male*:evil:]

    0
    Rispondi
  5. martinalamatta
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 09:01 (7 anni ago)

    mi sono registrata anche io… dovrei avere pure il gravatar attivo… da quando mi sono allontanata da tutto ho perso un po’ di colpi! :)

    Sono certa che tutti i cambiamenti sono positivi, alcuni nel breve termine altri nel lungo termine… l’importante è stare bene con se stessi.

    0
    Rispondi
  6. Sylia
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 09:08 (7 anni ago)

    martinalamatta: sì, il gravatar è attivo e mi sta ammiccando ;)

    Hai ragione, l’importante è stare bene con se stessi, motivo per cui – anche se avessi potuto – non ho cambiato nulla durante il trasloco, ne template, ne nick, ne “indirizzo”, ne avatar, restando fedele a me stessa, anche se una bella “scrollatina” di occhi indiscreti,.. non sarebbe stata male :)

    0
    Rispondi
  7. martinalamatta
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 09:53 (7 anni ago)

    sylia: considera che l’hanno clonato uno o due giorni dopo che l’ho cambiato… :?:

    0
    Rispondi
  8. Mari
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 10:18 (7 anni ago)

    Sylia: Ma in fondo non è che bisogna per forza comprarsi un dominio per mantenere un blog, il mio percorso è stato che avevo comprato il dominio perché volevo farci il mio portfolio [che ad oggi cmq latita, per quanto ci sia l’index…] e solo in seguito ho pensato di sfruttarne una piccola parte per spostarci il blog. Se alla fine dovessi trovarti bene a rimanere su altervista, benvenga ;).
    Col tempo troverai la soluzione giusta per te. Per quel vecchio blog potresti magari pensare di attivare un altro spazio su altervista, importarci l’archivio e poi cancellarlo, ma almeno sapresti di avere una sorta di copia ben protetta e nelle tue mani. Se un giorno splinder dovesse decidere di cancellare i blog inattivi da anni, rischieresti di perdere tutto, te lo chiedev/dicevo in quell’ottica. Altre piattaforme perlomeno ti permettono un’esportazione, anche in formati strani, ma splinder è veramente il peggio da quel punto di vista… come se non avessi diritti su quel che hai scritto.
    Valuta tu, se serve un aiutino, son sempre qui ;)
    [E torno al mio tedio quotidiano :arrow: ]

    0
    Rispondi
  9. martinalamatta
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 10:23 (7 anni ago)

    mari: io mi ricordo che per esportare tutto, copiai l’intero blog di splinder su word… e poi scoprii iobloggo! :mrgreen:

    0
    Rispondi
  10. Mari
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 10:34 (7 anni ago)

    martina: non fosse che poi l’esportazione di iobloggo è così stronza, è la cosa più semplice, ma c’è sempre qualche anima pia che pensa a far cose decenti per WP, che ti permette esportazioni o – almeno – archivi più sani da manutenere ;)
    Che poi anch’io, per il primissimo blog – che poi cancellai – copia quei pochi post su un file di testo. E ancora lì sta XD.

    0
    Rispondi
  11. Sylia
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 10:47 (7 anni ago)

    Martina: come te lo hanno clonato? non ne avevi un altro su Splinder?

    Mari: io veramente il mio diario lo uso ancora :oops: quindi non credo proprio che me lo cancellino per inattività, anche perché prima di aprire qui avevo chiesto se potevano sbloccare il link “sylia.splinder.com” inattivo dal 2004 e mai usato.. e mi hanno detto di no, che i blog restano lì dove sono, anche se vuoti, il che mi pare un po’ stupido,.. ma contenti loro!
    Comunque ho già aperto un altro spazio di prova su altervista, tanto per non intaccare questo blog, quindi sarebbe fattibile.
    Com’è il plugin?

    P.S: visto? sono riuscita a ribaltare i commentiii!!! :D

    0
    Rispondi
  12. Mari
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 10:52 (7 anni ago)

    Lo trovi qui.
    Lo scarichi dal sito, lo carichi tramite ftp o quel che hai a disposizione per mettere i file su altervista, nella cartella plug-in, quindi dal tuo pannello lo attivi e segui le istruzioni. Gli devi dare qualche ok, ogni tanto [mi pare] e fa tutto lui. ;)

    0
    Rispondi
    • Sylia
      mercoledì, 03 novembre 2010 at 10:59 (7 anni ago)

      Mari: sì, uso FileZilla, che usavo già anni fa, dato che caricare direttamente dall’amministrazione di altervista.. è un’immensa perdita di tempo, così invece scarico, carico, cancello, modifico, tutto in poco tempo :)

      Ho una “domanda amletica” che riguarda i post protetti: ma sono realmente protetti? oppure una persona mediamente esperta, potrebbe bypassare facilmente la protezione? Dopotutto ho letto che spesso e volentieri la password è visibile, visto che si trova dentro il codice stesso di protezione. -_-

      0
      Rispondi
  13. Mari
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 11:09 (7 anni ago)

    Finora non ho mai trovato forzature ai post protetti, per cui non sono mai andata a controllare il codice, per capire se la pw è rintracciabile o meno, ma posso andare a controllare in pausa, aprendo la pagina di un vecchio post protetto e vedere cosa esce fuori… e ti faccio sapere.
    Diciamo che finora son sempre stata tranquilla perché l’url ce l’avete in 6, e ho escluso da sempre l’indicizzazione dei motori di ricerca, quindi i post non sono rintracciabili in quel modo. Per i feed sto cercando di capire, perché da qualche tempo li ho impostati ‘troncati’, ma qualche giorno fa ho visto che li dava ancora interi…
    Appena ho modo di controllare ti dico, ok? ;)

    0
    Rispondi
    • Sylia
      mercoledì, 03 novembre 2010 at 11:30 (7 anni ago)

      Mari: per i feed a me succede l’opposto, io avevo segnato “interi”, ma me li dava ugualmente troncati, quindi ora me li tengo così.. che è anche meglio ;)
      Vado in giro a cercare qualche notizia suo post protetti, o qualche plugin e nel frattempo controllo spinder [ci mette una vita, perché altervista blocca tutto, me lo faceva anche quando importavo questo blog]

      0
      Rispondi
  14. Mari
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 12:24 (7 anni ago)

    Ho dato un occhio ora, ma stasera da casa, controllerò in maniera più approfondita, in ogni caso se guardo il codice della pagina di un post protetto, quando c’è il form dell’inserimento pw, non mi dà nessun suggerimento sulla password che lo protegge. CI sono solo i campi collegati al div e alle class dedicate ai css, ma niente indicazione della pw.
    Forse, chi ha visto che wp mette nel codice la pw relativa ai post protetti, ha visionato il file XML che si usa per esportare e importare blog in wordpress. In qual caso sì, c’è un campo relativo alla pass, in cui è segnalata quale sia la pw associata a quello specifico post, ma è funzionale all’impostazione del database quando importi un blog.
    Se scopro altro ti faccio sapere :)

    0
    Rispondi
    • Sylia
      mercoledì, 03 novembre 2010 at 12:51 (7 anni ago)

      Mari: sì, avevo letto che erano dentro, mescolate con il codice di creazione della chiusura, cosa che avviene non esternamente, ma internamente a wordpress, o un qualcosa di simile, fatto sta.. che i più “svegli” e informati, teoricamente potrebbero arrivarci.
      Io attualmente non ho segreti ti stato da proteggere, quindi va bene così, l’unica cosa sono i feed, che a quanto pare talvolta partono quando vogliono..

      Martina: quello che sapevo io, a cui avevo scritto in pvt? talvolta capita di imbattersi nei doppioni, ma in quel caso era fatto per “buon-tempo”, ora comunque dovrebbe essere nuovamente tutto tuo se non sbaglio.

      0
      Rispondi
  15. martinalamatta
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 12:32 (7 anni ago)

    sylia: si hanno preso l’immaginetta di gravatar e l’hanno messa come avatar di uno dei profili_fuffa di splinder, fortunatamente senza altro tipo di interazione…

    mari: per me è sempre troppo complicato! XD

    0
    Rispondi
  16. martinalamatta
    mercoledì, 03 novembre 2010 at 13:42 (7 anni ago)

    sylia: a scanso di equivoci non scrivere a nessuna martinalamatta su splinder… non sono io!!! :D perchè il profilo con il . finale è stato cancellato ed è creato un profilo con il . a inizio nickname, con l’avatar aggiornato. Questo intendo per “clonato”.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      mercoledì, 03 novembre 2010 at 13:57 (7 anni ago)

      Martina: ahhh allora ero rimasta indietro, ecco perché non capivo :?
      No, questa volta non scrivo più a nessuno, prima chiedo le generalità :D

      0
      Rispondi

Lascia un commento