Assurdità

Una delle più grandi assurdità degli ultimi tempi, per quanto mi riguarda, è FaceBook, ma questa non è una novità, lo sottolineo semplicemente perché mi sono resa ulteriormente conto che guarda caso da quando c’è stato il boom di iscrizioni su quel sito l’amicizia e il suo significato [ma non solo, anche la qualità dei rapporti in generale, compresi quelli di coppia] è stato inesorabilmente svalutato.

Ora se vuoi sapere semplicemente come sta una persona o cosa gli passa per la testa, non ti resta che registrarti su quel sito e vederlo da te, tra una frase e l’altra scritta su una bacheca pubblica, perché oramai via sms, e-mail, voce e quant’altro, non riceverai più alcuna risposta, se non: «eh.. ma adesso che sono su FaceBook, se ho qualcosa da dire lo scrivo lì, anche via messaggi privati, perché il resto non lo uso praticamente più, vieni a leggermi ogni tanto! ho anche conosciuto un/a nuovo/a tipo/a, l’ho aggiunto/a tra gli amici, vieni, guarda chi è e dimmi cosa ne pensi!» o frasi simili.

…ma veramente, questa, è diventata la normalità?!
Tra gente [tra cui specialmente giovani e studenti] che spende dai 500 ai 1.000 euro, in un momento in cui nessuno può realmente permetterselo, per acquistarsi un iPhone e non perché serva veramente, ma solo per potersi fare fotografie più nitide in giro e postarle immediatamente su FaceBook, vedendo in diretta i vari commenti e/o “mi piace” messi un po’ a caso, aggiornando ripetutamente lo stato del profilo e/o di twitter.

Poi però i contatti diretti e reali con tutte le altre persone, se non sono su quel maledetto sito, automaticamente svaniscono, perché se non sei sulla lista delle amicizie a far numero, a premere “mi piace” per ogni cosa, a giudicare gratuitamente la vita altrui, basandoti sulle fotografie sfogliabili e gli status aggiornati,.. allora non sei niente.

Sì, questa è proprio un’immensa assurdità, anzi, diciamolo pure: un’immensa stronzata.

21 Commenti per Assurdità

  1. Mari
    venerdì, 10 dicembre 2010 at 18:59 (7 anni ago)

    Mi trovi d’accordo su tutto… ormai è un continuo sentirsi chiedere ‘ma ce l’hai facciamerda?‘ e quando rispondi di no, tutti a fare la faccia di chi non riesce proprio a concepire che non hai la tua paginetta dove chiunque può ficcare il naso o peggio ancora…
    Per molti è una gara a farsi vedere, per altri un modo di spiare, per altri ancora è un lavarsi la coscienza del fatto che non si fanno sentire, perché tanto sei lì su quel sito e basta un click… a volte è proprio patetico, sì.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      venerdì, 10 dicembre 2010 at 19:32 (7 anni ago)

      Mari: Il profilo ce lo avevo anche io, anzi, io credo di essere stata una delle prime Italiane ad iscriversi lì sopra, infatti mi ricordo che non c’era ancora praticamente nessuno e anche il sito era solo in inglese, però l’ho sempre visto come un semplice servizio usabile per trovare e rimettersi in contatto con persone del passato, punto, tutto il resto mi è sempre sfuggito, infatti io avevo al massimo 30 amici, perché non ho mai chiesto amicizie e non mi è mai importato molto, a volte mettevo qualche fotografia, ma nulla di particolare e talvolta condividevo video, canzoni, o interviste che mi interessano, però non ho mai smesso di farmi sentire con chi non era iscritto e neppure con chi lo era, anche se usavo i messaggi privati del sito, al posto delle e-mail e talvolta anche degli sms, mera questione di comodità e poi sapevo che lì.. avrebbero letto.

      Invece in un solo giorno, in poco tempo, da due persone distinte e amiche da anni, mi sono sentita tirare in ballo FaceBook, con frasi simili a quella che ho riportato nel post.. e la cosa mi ha fatto letteralmente cadere le braccia, tutto perché io mi sono cancellata da quel sito mesi fa.. ed infatti da quel momento non ho più saputo niente di nessuno, non riuscendo più a trovare un contatto praticamente in alcun modo, se non per rarissimi sms, a cui tra l’altro non sempre ricevo risposta, per poi sentirmi dire di FB.

      0
      Rispondi
  2. Mari
    venerdì, 10 dicembre 2010 at 21:22 (7 anni ago)

    Parecchio tempo fa, avevo provato ad iscrivermi, e devo dirti che già dalla registrazione mi era sembrato davvero un po’ troppo ‘invasivo’ come cosa. Il fatto di dover per forza, subito, inserire il nome della tua ex scuola, piuttosto che il lavoro o altro, mi aveva lasciata abbastanza basita. È vero che lo scopo per cui è nato era appunto quello di cercare persone che conoscevi a scuola, o l’ex ufficio, e cose così, ma forse prima di mettere in piazza chi sei, avrei trovato più opportuno che la fase iniziale di chi crea un profilo fosse poter capire cosa devi fare, e soprattutto capire subito come proteggere la propria privacy, prima di condividerla con chi effettivamente volevi trovare. Non so, forse con me non ha avuto presa perché effettivamente non ci tenevo a ripescare persone del mio passato, che in fondo se stavano nel passato significa che non volevo mantenere contatti né prima, né riprenderli ora.
    Una certa curiosità è normale, e sicuramente lo scopo di ritrovare qualcuno che ti farebbe davvero piacere rivedere o risentire, è sicuramente una bella cosa. Ma come hai visto anche tu, sulla tua pelle, ci sono persone che la usano come scorciatoia per non doversi quasi impegnare a mantenere una reale presenza nella tua vita. E questo uso è davvero molto triste.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      venerdì, 10 dicembre 2010 at 22:08 (7 anni ago)

      Mari: Oramai viene usato con altri scopi, come una community, in cui selezioni il personaggio che vuoi conoscere, spulciando ben bene nella sua vita, per vedere come puoi approcciarti meglio, se è single, se è occupato, ma “corruttibile” e via dicendo, poi c’è chi vuole solo ostentare [non si sa bene cosa], chi vuole provocare, chi vuole lamentarsi e/o maledire indirettamente mezzo mondo, chi invece si vuole tenere informato e lo usa per tenersi in contatto con vari siti/forum e quant’altro, io ad esempio alla fine lo usavo per questo, per leggere le notizie e via dicendo, tra cui sporadicamente rientravano anche gli aggiornamenti degli amici, di cui sei sempre informato perché è proprio FB a segnalarteli, però appunto.. non era quella la mia priorità, certo, mi faceva piacere sapere se stavano bene, se avevano novità ed è quasi sempre divertente spulciare nelle foto altrui, ma.. personalmente a me hanno sempre fatto uno strano effetto, del tipo: “vedi, io ho una vita, e tu? fammi vedere con più foto possibili in cui sorridi che ce l’hai anche tu bella e spassosa come la mia!“… perché alla fine è proprio a questo che si sta riducendo, specialmente per alcuni utenti, che si fanno foto ovunque, solo per quello. [vogliamo parlare delle ragazzine poi? piene di foto allo specchio, semi svestite, in posa.. e con la bocca a “culo di gallina”?!]

      Poi.. c’è l’esagerazione, che è il fattore che mi inquieta maggiormente, il fatto che molte persone, troppe, ne diventano praticamente dipendenti, tanto da passarci tutto il giorno li sopra [trascurando tutto il resto, famiglia, amici e compagna/o inclusi] a cercare amici a cui andare a spulciare foto e vita,… che poi mi domando, ma questi qui, come diavolo fanno ad avere tutte quelle foto spassose, quando la maggior parte del tempo lo passano lì sopra? Questo vuol dire che grazie all’iPhone, anche quando sono in giro con gli amici, o altrove, in realtà si stanno isolando su quel maledettissimo sito, troppo intendi a postare le foto-finte appena scattate, o per aggiornare lo status informando il mondo virtuale di ogni loro minima mossa [sto per mangiare, ho visto una, sto per andare in bagno, ora pago il conto, etc etc etc].

      Che poi ho notato una cosa, che questa sorta di competizione fasulla, si crea proprio perché tutti guardano le foto di tutti e finiscono per crearsi film mentali assurdi, in cui finiscono quasi per sentirsi in difetto per le loro stesse vite, diventando improvvisamente insoddisfatti di tutto, perché non hanno abbastanza amici o foto spassose da postare, o posti nuovi da descrivere ogni giorno, con tanto di pensieri profondi, buffi, nuovi, originali e quant’altro.

      E’ una cosa che se non è presa nel verso giusto – cioè come un semplice sito che con la vita quotidiana e normale non c’entra proprio niente, in cui si può passare a leggere e scrivere ogni tanto, per COMUNICARE e NON per ostentare qualcosa – può fare molto più male che bene..

      Per la privacy.. è un cruccio, io ad esempio ho cancellato il mio profilo, però è sempre lì, se io immetto i miei dati, improvvisamente tutto torna com’era prima, perché Facebook non ha cancellato nulla nella realtà, ha solo nascosto.
      Inoltre in passato ha cambiato molte impostazioni senza avvisare gli utenti e spesso alcuni si ritrovano totalmente scoperti e visibili da chiunque, senza saperlo, motivo per cui io controllavo sempre e rigorosamente tutte le impostazioni.

      0
      Rispondi
  3. Mari
    venerdì, 10 dicembre 2010 at 22:40 (7 anni ago)

    La madre del mio compagno è persa per feisbuk, sempre a scaricare foto sul pc per metterle lì, e poi usare il cellulare per controllarsi il profilo, e finora siamo riusciti ad evitare che anche le nostre facce finissero in pasto a gente che non abbiamo idea di chi sia, ma ormai conosciamo molto bene quella frenesia che prende chi è così impegnato a voler dimostrare che ha una vita figa, quando in realtà è talmente impegnato a scrivere cagate, che la vita nemmeno se la gode. Difatti mentre io e lui andiamo in giro, anche solo in libreria a guardar cazzate, lei è lì davanti al pc, e poi si lamenta che non fa mai un cazzo.
    Il fatto è che per far qualcosa, l’ultimo pensiero che hai davvero è di aggiornare in tempo reale cani e porci, ecco.
    L’unica è sperare che questa frenesia dell’apparire – più che essere – finisca presto.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      venerdì, 10 dicembre 2010 at 23:36 (7 anni ago)

      Mari: La madre??? O caspita.. non riuscirei mai ad immaginare mio padre perso dietro FB e la frenesia di aggiornare costantemente il profilo :D anche perché oggettivamente, non ne avrebbe proprio il tempo.
      E’ tristissima però questa cosa, ma come ha fatto a cadere dentro quel vortice? Si pensa sempre che la gente più matura sia anche maggiormente capace di valutare giustamente certe cose, e invece…

      In ogni modo, con tutta l’insoddisfazione che c’è in giro, non credo proprio che questa frenesia finirà molto in fretta, anzi.. tutt’altro.. temo che degenererà ulteriormente, sbriciolando anche la capacità di instaurare dei veri e duraturi rapporti umani, specialmente nella realtà e non da dietro un PC.

      0
      Rispondi
  4. martinalamatta
    domenica, 12 dicembre 2010 at 11:45 (7 anni ago)

    La mia esperienza su FB la conoscete… la prima quando mi sono registrata e poi cancellata dopo 15 minuti… la seconda perchè ce l’aveva lui e piano piano ho aggiunto le mie amiche della vita vera.

    Io la penso come Mari, se una persona è del mio passato di certo non vado a cercarla… altrimenti avrei tenuto i contatti già prima! ;)

    Poi c’è da dire che io controllo con una certa regolatità le impostazioni della privacy, ad esempio subito non mi si poteva trovare con nome e cognome, e nemmeno chiedermi l’amicizia, ora ho “aperto” la ricerca con nome e cognome, ma le richieste di amicizia sono ancora bandite.

    Evito accuratamente di scrivere i fattacci miei, però specialmente per cazzate lo uso eccome! :)
    Alle fine penso che usato con un minimo di cervello, male non faccia.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      domenica, 12 dicembre 2010 at 12:01 (7 anni ago)

      Martina: Tutto sta proprio nell’ultima frase che hai scritto: “penso che usato con un minimo di cervello, male non faccia.“, su cui concordo assolutamente, perché è un sito come un altro, il punto è che pochi oramai lo usano con intelligenza e distacco, dato che spesso lo confondono con la vita vera, così come tutte le informazioni lette e le foto viste, confondendo dei sorrisi sfoderati per l’occasione, per felicità e vita piena, o le poche foto, magari normali, per una vita triste e vuota,.. inoltre far sapere come stai.. a voce, o cosa ti passa per la testa, senza usare FB come tramite, a me sembra un pochettino più umano e rispettoso verso il rapporto, qualsiasi esso sia.

      0
      Rispondi
  5. martinalamatta
    domenica, 12 dicembre 2010 at 13:18 (7 anni ago)

    …mi sa che c’è carenza di cervelli.
    Comunque le foto con la bocca a culo di gallina le faccio anche io, ma chiaramente non mi prendo sul serio!!! :mrgreen:

    0
    Rispondi
    • Sylia
      domenica, 12 dicembre 2010 at 13:29 (7 anni ago)

      Martina: naaaa le voglio vederee!! ahah :D
      Io mi riferivo alle ragazzine che fanno le vamp ovviamente e quasi sempre con il push-up a vista ;)

      0
      Rispondi
  6. Mari
    lunedì, 13 dicembre 2010 at 13:13 (7 anni ago)

    Sy: Guarda, ce lo chiediamo anche noi, com’è possibile che perda tutto quel tempo su FB… io nemmeno riesco ad immaginarmi i miei che lo fanno, anche se a breve muoveranno i loro primi passi sul web, e magari la mail. Mah, forse è carattere, cmq tieni conto che la madre di Lui ha 49 anni, quindi forse è nella media dei modi di fare dei nuovi gggiovani dentro… non saprei. Mia madre ne ha 10 di più, quindi onestamente dubito che le freghi qualcosa di pubblicare foto su foto di cazzi nostri, ecco.
    Osserverò l’evoluzione della cosa e ti farò sapere.

    E concordo che ci vuole cervello in tutto quello che si usa, soprattutto sul web, dove ci vuole poco a trovare le cose e usarle contro qualcuno, anche quando non sono vere…

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 13 dicembre 2010 at 15:04 (7 anni ago)

      Mari: Mio padre ha 53 anni e non si è mai iscritto a FB, pur conoscendo molto bene i PC e il web, però non è mai stato attratto da queste cose, ne dai blog, ne dalle community, le ritiene delle fesserie e dice di non aver tempo da perdere in quel modo, il che è assolutamente vero.
      Quindi non c’entra l’età, ma solo la testa e il tempo a disposizione, oltre alle priorità che si danno alle cose.

      Per l’ultima frase.. FB alla fine viene usato molto per quello, proprio perché la gente alla lunga si dimentica quasi dove sta scrivendo e chi può leggere, cosa che talvolta succede anche con i Blog, quando vengono scoperti, motivo per cui tendenzialmente io non scrivo nulla che anche chi mi conosca non sappia, o non possa leggere.

      0
      Rispondi
  7. martinalamatta
    lunedì, 13 dicembre 2010 at 15:46 (7 anni ago)

    Sy: na na le mie teribbili foto con la bocca a culo di gallina resteranno private, non potrei mai sputtanarmi così :D

    Sy e Mari: anche io non oso immaginare i miei alle prese con FB, anche se mio padre si è fatto skype e msn… aiuto!!!

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 13 dicembre 2010 at 15:51 (7 anni ago)

      Martina:.. come regalino per natale?! ;)
      Anche mio padre ha Skype, ma non lo usa praticamente mai, dopo aver visto che le tariffe – se non chiami dall’altra parte del mondo – alla fine non sono così vantaggiose e non tutti ce l’hanno a disposizione 24 ore su 24 tramite il PC, mentre MSN.. glielo avevo installato io, ma non lo ha mai neppure aperto -_-

      0
      Rispondi
  8. Mari
    lunedì, 13 dicembre 2010 at 18:43 (7 anni ago)

    Io son proprio curiosa di vedere cosa decidono di fare i miei una volta che entreranno in confidenza con internet.

    A parte questo, per fortuna non tutti i genitori o i cinquantenni di questo mondo, si sentono così gggiovani dentro, da riuscire veramente a voler perdere tempo a fare queste cose. E per fortuna.
    Ogni tanto quando si comporta così, mi fa tanto l’impressione di chi non vuole rassegnarsi al passare del tempo. Ho anche un po’ l’idea che se fra un paio d’anni la rendiamo nonna, o le viene una sincope, o non la vediamo più per decenni [cosa che può anche tornare a nostro vantaggio per le rispettive sanità mentali…] XD.
    Io per ora osservo, e faccio presente al mio compagno che se divento così, ha il via libera a darmi il colpo di grazia. :D

    0
    Rispondi
    • Sylia
      martedì, 14 dicembre 2010 at 11:47 (7 anni ago)

      Mari: Il punto è che ci si può sentire giovani dentro in altri modi.. però.. VIVENDO, mentre stando dietro a quel maledetto PC, a commentare, postare, spiare, 24 ore su 24.. non vivi affatto, al massimo vivi indirettamente la vita altrui, frustrandoti.

      Che poi comprendo chi ha bisogno di rifugiarsi per un po’ nella virtualità, magari per fuggire da alcune delusioni o difficoltà della realtà, ma appunto.. non può essere per sempre e quella non può essere scambiata per vita.

      Per i tuoi.. sii fiduciosa, al massimo li controllerai via FB! ;)

      0
      Rispondi
  9. martinalamatta
    martedì, 14 dicembre 2010 at 13:54 (7 anni ago)

    Che è allucinante… i figli che controllano i propri genitori… :conf:

    0
    Rispondi
    • Sylia
      martedì, 14 dicembre 2010 at 14:34 (7 anni ago)

      Martina, Mari: Decisamente, anche se più che altro FB servirebbe a tenersi in contatto e non per controllare pincopallino, eppure.. alla fine, quando di eccede, diventa così :)

      0
      Rispondi
  10. Mari
    martedì, 14 dicembre 2010 at 14:00 (7 anni ago)

    Orrore! FB è il male assoluto, spero che non ci si iscrivano! :D
    Dai, sono fiduciosa sul fatto che i miei abbiano la testa sulle spalle ;)

    0
    Rispondi
  11. Bradipomissile
    sabato, 18 dicembre 2010 at 09:17 (7 anni ago)

    Vedi, manco qualche giorno e avete già detto tutto sull’argomento.
    Concordo in pieno, e non potrei fare altrimenti.

    0
    Rispondi
  12. Sylia
    martedì, 21 dicembre 2010 at 20:15 (7 anni ago)

    Tanto per chiudere il “cerchio”, qualche giorno fa sono tornata su FB, riattivando l’account, era l’unico modo per rimanere “in contatto” con alcune persone,.. però il mio profilo è mezzo vuoto e per ora non intendo rimediare :P

    0
    Rispondi

Lascia un commento