In Love

..l’amore a volte è come una prigione, che ti accerchia e ti trattiene, togliendoti ogni possibilità di scelta,
..perché uscirne, uscirne definitivamente e volontariamente, sarebbe come smettere di respirare.

to3GqWEg22

Articoli Correlati

8 Commenti per In Love

  1. martinalamatta
    lunedì, 03 gennaio 2011 at 14:31 (7 anni ago)

    …parole tristi… e mi dispiace leggerle da te.
    Penso che comunque – alla fine – arrivare a dire che uscire volontariamente da una relazione è come smettere di respirare sia indicativo di una relazione in qualche modo “malata” (passami il termine).
    Nessuna relazione – per quanto potente e carica d’amore, di buoni propositi, di sogni, di speranze possa essere – deve arrivare a sminuire l’essenza di una persona, a farle perdere se stessa in nome di un “Uno”… si è completi in due, io ci credo, ma si è completi anche da soli… non so se mi sono spiegata… :?

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 03 gennaio 2011 at 16:02 (7 anni ago)

      Martina: Sì, ti ho capita, ed è vero.. le parole sembrano tristi, così come l’immagine, che ho reso un po’ oscura per quel motivo, ma più che altro l’ho fatto per indicare la paura che mi assale, quando penso a quello che a quanto pare.. succederà.
      Dico “a quanto pare”, perché mi rendo conto che la scelta in questo caso non è reale, cioè razionale, ma che è portata solo dal sentimento, che però non riesce a cancellare completamente tutto il resto,.. facendomi sentire come imprigionata in una scelta-non scelta, come se stessi semplicemente per seguire.. l’unica strada possibile, e non intendo in generale, so che ce ne sono tante altre, tutte tranquillamente fattibili,.. ma è come se una parte di me.. sapesse di dover/voler/poter seguire solo quella.. e non è da me, non quando la razionalità avrebbe tutte le ragioni per prendere il sopravvento, scegliendo in modo radicale e facendo sparire ogni paura, risolvendo così tutto alla base.
      Ecco, la Sylia di una volta, con quello che è successo, avrebbe fatto subito quest’ultima scelta, mentre ora.. ora non ci riesco.. da qui “il contrasto interiore” – che mi fa sentire come imprigionata – e l’ultima mia frase del post, che descrive – in modo esasperato – la sensazione che provo quando penso a quella possibilità..

      Per quanto riguarda l’individualità del singolo, non è messa in discussione, dato che tutto ovviamente può essere vissuto e/o superato, senza intaccare l’essenza della persona, se non per le eventuali crescite personali,… e io non sono questo, non sono un rapporto, che se finisce definitivamente mi annulla, mi impedisce di “respirare” e vivere, questo no.. è ovvio.

      In questo caso parlavo unicamente del sentimento dell’Amore [non del rapporto], che talvolta è talmente “potente” da sovrastare letteralmente tutto il resto,.. non lasciandoti molta libertà di scelta :)

      0
      Rispondi
  2. eka
    lunedì, 03 gennaio 2011 at 19:05 (7 anni ago)

    Faccio così male, a sperarlo, per te, che torni quella scintilla?
    Forse.

    0
    Rispondi
  3. Sylia
    lunedì, 03 gennaio 2011 at 19:38 (7 anni ago)

    Eka: Il “problema” è che la scintilla sembra essere improvvisamente tornata più forte di prima nella parte in cui “si era attenuata”, o cos’altro,.. e ora sono io a ritrovarmi confusa e in conflitto con me stessa, tra la parte razionale [ferita e spaventata],.. e quella “irrazionale”, totalmente dedita al sentimento..

    0
    Rispondi
  4. eka
    lunedì, 03 gennaio 2011 at 19:42 (7 anni ago)

    uhm… sei complicata Syl. Ma è giusto così… però pensaci, ecco.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 03 gennaio 2011 at 19:53 (7 anni ago)

      Eka: Più che complicata.. direi spaventata..

      0
      Rispondi
  5. Mari
    lunedì, 03 gennaio 2011 at 21:40 (7 anni ago)

    Io ti abbraccio forte :*

    0
    Rispondi
    • Sylia
      martedì, 04 gennaio 2011 at 10:33 (7 anni ago)

      Mari: Grassssie.. e io ricambio :abb:

      0
      Rispondi

Lascia un commento