La Paura..

.. credo che sia da sempre il mio problema più grande.

Nel corso della mia vita è riuscita a bloccarmi innumerevoli volte, fino a quando — un bel giorno — ho deciso di provare ad andare oltre ai suoi bisbigli silenziosi, ma ora, dopo tanto impegno e tanta fatica, temo di aver perso nuovamente la capacità di valutarla correttamente e di non essere più in grado di capire se la paura provata sia “buona”, cioè fatta per proteggermi, oppure se sia “cattiva”, perché scatenata dal mero auto-sabotaggio.

..è vero che nella vita non si finisce mai di “imparare”, ma — mi chiedo — a quale prezzo?!

Articoli Correlati

2 Commenti per La Paura..

  1. bradipomissile
    giovedì, 20 gennaio 2011 at 08:44 (7 anni ago)

    Non si finisce mai di imparare, ma a quale prezzo?
    Beh, ho letto diverse volte questo post e alla fine si presentava sempre nella mia testa una frase di Coleridge presa da “The rhime of the Ancient Mariner”.

    “A sadder and a wiser man,
    he rose the morrow morn.”

    Che apparentemente non ha una grande attinenza con quello che hai scritto ma penso che certe modalità di apprendimento, quelle che poi lasciano l’amaro in bocca, sono quelle che rimangono, quelle che veramente ci fanno diventare più saggi. Anche se poi, automaticamente, si portano dietro quel velo di tristezza che è difficile da mandar via.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      giovedì, 20 gennaio 2011 at 11:27 (7 anni ago)

      Bradipo: Sicuramente hai ragione, ma è veramente un grande prezzo da pagare, proprio perché alla fine – se le cose vanno male – quell’amarezza e quella tristezza, possono restarti dentro per tutta la vita, ed è un notevole fardello da sostenere, fardello che tra l’altro si aggiunge a quelli già presenti,.. cambiandoti.. nel bene e nel male.

      0
      Rispondi

Lascia un commento