Fatti [..miei]

Sono dislessica.
Ho impiegato anni per prenderne atto, visto che nessuno si è mai degnato ne di parlarmene, ne di prenderlo in considerazione, il che mi fa chiedere: fingo bene? sono talmente “sveglia” da riuscire a camuffare/annullare totalmente gli affetti della dislessia?! Oppure chi di dovere, non ha mai fatto fino in fondo il SUO dovere?!
A mio fratello era stata diagnosticata alle medie, a me no, mai, ma “ai miei tempi” nessuno si soffermava a fare diagnosi simili, se non riuscivi a leggere fluidamente, eri solo un’incapace che si inventava le parole dalla troppa fretta.

Sono comunque in buona compagnia e questo mi consola, senza contare il fatto che sapere che oggettivamente “hai un problema” che ti blocca maggiormente rispetto ad altri, ti aiuta a sentirti un po’ meno fuori dal mondo, io in ogni modo mi riferisco prevalentemente alla lettura ad alta voce, che mi ha sempre messa in forte disagio, mentre per il resto, bene o male sono sempre riuscita a cavarmela, certo, se scrivo velocemente e non sto attenta [specialmente a mano] faccio errori assurdi, inventandomi vere e proprie parole, invertendo o scambiando tutto il possibile, cosa che accadeva anche durante la semplice copiatura della lavagna [..motivo per cui ero e sono sempre la più lenta, ma è normale quando devi stare super-attenta a TUTTO, cercando non solo di decifrare lo scritto altrui, ma anche di non sbagliare la riga, oltre che di scrivere decentemente, senza invertire o mettere lettere che non c'entrano nulla, tutto involontariamente ovviamente, dato che qui l'ignoranza non c'entra assolutamente: so come si scrivono le parole, ma quando lo faccio - o le leggo - talvolta mi partono lettere che non c'entrano niente e un po' si nota anche qui sopra].

Detto così suona un po’ male, ma se sono arrivata fino ad oggi, senza mai aver avuto trattamenti differenti dagli altri e ottenendo sempre buoni risultati [specialmente nell'ambito scolastico], direi che non mi posso lamentare, anche se ora sono molto più consapevole di tante cose, compreso il fatto che sono sempre state la mia “grande elasticità/velocità mentale” e la “notevole memoria” — visiva e uditiva — a “salvarmi” e a facilitarmi in molte cose, motivo per cui non posso assolutamente permettermi il lusso di “perderle“, cosa che purtroppo in questi ultimi anni.. mi sta accadendo, rendendomi tutto molto, ma molto più difficile.

Le cause reali non le conosco ancora, anche se la prima “incriminata”.. è la pillola, motivo per cui anche la ginecologa mi ha consigliato vivamente di recarmi da un neurologo, o in un centro cefalee, per capire se tutto è realmente collegato a quest’ultima, oppure se il mio problema di base è un altro.
Oggi era più preoccupata di me in effetti [la ginecologa], tanto da farmi promettere di andare al più presto da uno specialista, ma io ho avuto ben 5 anni per abituarmi alla cosa e ai vari “attacchi” [vedi TIA — attacchi ischemici temporanei — e/o Emicrania aura, i sintomi sono quelli, ma molto forti, talvolta prolungati e ripetitivi] che evidentemente mi hanno portata a questo punto, quindi rimandando un mese, due, un anno e via dicendo, sono arrivata quasi al punto di rassegnarmi inconsciamente “agli eventi”, sebbene l’abitudine sia ben altra cosa, perché il paragone tra “prima e dopo” lo faccio inevitabilmente tutti i giorni, anche solo mentre scrivo qui sopra.

Perché lo scrivo ora? Non lo so, a dire il vero non ero partita assolutamente con questa intenzione, ma forse alla fine l’ho fatto perché sento nuovamente il bisogno di prenderne atto, mettendo in fila ogni informazione, ogni fatto, ogni pro e contro, per valutare il tutto con mente più lucida [..che per come sto io, ora, è un concetto molto relativo..], spingendomi a reagire realmente, senza continuare a sminuire passivamente la situazione, con il solo scopo di rimandare, per il timore dei costi, delle risposte e delle “altre” conseguenze.

Articoli Correlati

18 Commenti per Fatti [..miei]

  1. Mari
    venerdì, 08 aprile 2011 at 21:51 (7 anni ago)

    A volte, il semplice parlarne a cuore aperto libera la mente da molti pensieri di ‘troppo’ e ci aiuta a focalizzarci su quello che davvero è il centro di quel che ci fa male, o ci crea un problema [o qualsiasi altra cosa].
    So di non essere un medico, e quindi evito di spararle troppo grosse, però può essere che in qualche modo il tuo copro ti stia dando segnali più forti del solito, come per dirti, che stai facendo [o sta succedendo] qualcosa che non va bene, e che non devi andare oltre?
    Non so Sy, prova a considerare la cosa anche da questo punto: magari questi “black out” sono indice di qualcosa che non è per forza una malattia, ma il manifestarsi di un disagio che a livello cosciente non riesci ad esprimere? Come se il corpo ti dicesse “fermati” anche se la mente invece non vuole fermarsi?
    Ti abbraccio forte, e spero davvero tanto che tutto possa risolversi nel migliore dei modi :abb:

    0
    Rispondi
    • Sylia
      venerdì, 08 aprile 2011 at 22:44 (7 anni ago)

      ..considerando il fatto che tutto sta succedendo da circa 5 anni, forse di più, comunque da quando ho iniziato a prendere la pillola [..la prima volta, le mie gambe, una mattina, hanno ceduto: alzandomi dal letto, una volta in piedi, di colpo non le ho più sentite e sono caduta rovinosamente su di essere, cercando in tutti i modi di riprendere il controllo, dicendomi mentalmente "stai in piedi, stai in piedi!".. temevo di essere improvvisamente paralizzata, però pochi secondi dopo tutto è tornato come prima e io non ci ho più pensato, questo tipo di attacco non mi è più successo, ora il più comune è la perdita parziale della vista, la forte confusione mentale e l'insensibilità o forte intorpidimento, tanto da far veramente male, di una qualsiasi parte del corpo], dubito fortemente che sia un qualcosa legato semplicemente a un fattore psicologico, certo, talvolta quando sono più ansiosa, nervosa, agitata e quant’altro, gli attacchi si presentano con più facilità, ma la stessa cosa accade quando guardo una luce molto intensa, come un led [in modo fisso], la luce rossa emessa dalle macchine compatte digitali [per mettere a fuoco in automatico], la luce del sole diretta, il televisore quando la luce dello schermo è troppo in contrasto, e brillante, rispetto alla luce ambientale,.. e via dicendo.

      Come ho scritto, la causa più probabile sembra essere la pillola, la ginecologa stessa mi ha detto di aver visto ogni tipo di “problema” e “agonia” causata dalla pillola, a donne a cui è successo di tutto, ritrovandosi la vita devastata, mentre me lo diceva aveva il viso teso e poi ha concluso dicendo: “.. non augurerei mai a nessuno quello che ho visto, mai!“, consigliandomi un centro a cui rivolgermi, per approfondire la questione, avere delle risposte ed eventualmente sospendere definitivamente la pillola, perché se tutto dovesse dipendere da lei,.. è stata chiara: non potrei mai più prenderla in vita mia, ne quella, ne un’altra, ne un farmaco simile.
      Lo ha anche scritto nella mia “scheda”, il che non è un buon segno, perché se non faccio degli approfondimenti, credo che mi farà sospendere la pillola a priori, giusto per non correre ulteriori “rischi”.
      In ogni modo, oggi è andato tutto bene, mi ha detto che tutto si è sistemato.. e che anche le analisi erano perfette, comprese quelle che teoricamente avrebbero dovuto evidenziare un eventuale “ispessimento” del sangue, quindi.. non so neanche io che pensare, ma non sono un medico, per cui è normale,.. io so solo quello che mi succede..

      0
      Rispondi
  2. Mari
    sabato, 09 aprile 2011 at 21:16 (7 anni ago)

    Intanto sono davvero, davvero contenta che le analisi non abbiano evidenziato anomalie, che sicuramente è una gran cosa :)
    Già questo toglie un gran peso, però se la ginecologa ti consiglia cmq una visita neurologica, sperando non ci siano attese mostruose o costi proibitivi, credo che sia un tentativo da fare. A volte anche solo capire con esattezza cosa si ha, dargli un nome, “un’identità”, aiuta in qualche modo ad accettare la cosa, e prepararsi alla convivenza con essa. Non arrenderti nel tentativo di capire cos’è, e cosa si può fare, se questo può migliorare anche solo di tot la qualità della tua vita quotidiana :abb:

    0
    Rispondi
    • Sylia
      domenica, 10 aprile 2011 at 11:41 (7 anni ago)

      Venerdì ho inviato alcune richieste d’informazione a 2 ospedali civili, al reparto specifico ovviamente, sperando che si degnino di rispondermi e di dirmi il costo medio, anche se molti quando si parla di soldi… cercano di schivare l’argomento -_-

      0
      Rispondi
  3. Mari
    lunedì, 11 aprile 2011 at 11:07 (7 anni ago)

    Credo che siano tenuti a informare i pazienti dei prezzi, quando non si passa atteaverso il ticket della mutua… però in effetti, sembra che ogni struttura si gestisca un po’ come gli pare…
    Speriamo bene, dai :)

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 11 aprile 2011 at 11:54 (7 anni ago)

      Teoricamente, ma nell’e-mail di risposta appena letta c’è solo scritto che dovrei richiedere un’impegnativa del medico curante.
      E siamo punto e a capo…

      0
      Rispondi
  4. Mari
    lunedì, 11 aprile 2011 at 13:10 (7 anni ago)

    Ehhhh, sempre il solito schifo… mi spiace.
    Vuoi provare a vedere magari qui a Milano? Posso vedere se c’è qualcosa, se vuoi…

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 11 aprile 2011 at 13:31 (7 anni ago)

      Teoricamente mi dovrebbe rispondere ancora la seconda, ma essendo vicine le sedi/gli ospedali, temo che sia tutta la stessa solfa e che riguardi lo stesso centro informazioni, anche se l’indirizzo e-mail era differente.
      Quello che continuo a chiedermi è: perché mettono l’e-mail per richiedere informazioni, se poi quando le cerchi.. non te le danno, scrivendo solo cose ovvie?! Mahhh…

      0
      Rispondi
  5. Mari
    lunedì, 11 aprile 2011 at 13:47 (7 anni ago)

    Alcuni sembra che si scocciano di fare il loro lavoro, purtroppo. Che sia mail, telefono o addirittura sportello… eppure non dovrebbe essere difficile dire quanto costa una visita a pagamento, se l’impegnativa di un qualunque medico c’è, ma non vuoi aspettare la mutua… -_-

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 11 aprile 2011 at 13:52 (7 anni ago)

      .. guarda, avrebbero almeno dovuto scrivermi un costo medio, tenendo presente sia la mutua, sia una visita privata, invece nulla, quello che ho scritto e chiesto è stato totalmente ignorato, tagliando corto, con:

      Buongiorno,
      direi che come primo passo, dovrebbe recarsi dal suo medico curante, farsi fare una impegnativa per visita neurologica con relativo quesito diagnostico e poi può chiamare il cup che risponde al numero 030 xxxxxx e prendere un appuntamento per una visita neurologia.

      Mi verrebbe da far loro un applauso :D

      0
      Rispondi
  6. Mari
    lunedì, 11 aprile 2011 at 14:20 (7 anni ago)

    Eh già, son proprio da applauso questi… dev’essere una mail modello, altrimenti non si spiega… -_-

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 11 aprile 2011 at 14:33 (7 anni ago)

      no, perché hanno scritto “come primo passo” e io avevo chiesto i vari passi da fare e che verrebbero fatti,.. ma da loro, per farmi un’idea di cosa mi aspetterebbe e poi per sapere anche il costo complessivo, dopotutto non paghi solo la prima visita, ma anche tutto il resto, che aumenta se ci sono approfondimenti da fare.

      ..ma dico, se una persona certe spese alte non può permettersele, cosa fa? Deve chiedere un finanziamento per presentarsi da loro, “alla cassa”, con un capitale indefinito in tasca per non avere sorprese e non ritrovarsi a non poter saldare il tutto?!? Boh… io non capisco.

      0
      Rispondi
  7. Mari
    lunedì, 11 aprile 2011 at 15:30 (7 anni ago)

    Intendevo un modello poiché ti dice una cosa che cmq è abbastanza ovvia, voglio dire “deve venire qui con l’impegnativa, prenoti tramite questo numero, e poi a seconda di quel che viene rilevato, ci saranno altre visite”, questo è l’iter di qualsiasi tipo di prima visita specialistica, e tu avevi chiesto qualcosa di un po’ più specifico, a partire da una sorta di ‘preventivo’ di spesa, e in teoria loro dovrebbero sapere qual è il costo del ticket per una prima visita, quale che sia il tipo di richiesta che hai.
    Che poi c’è anche l’inghippo del fatto che tu non hai reddito proprio, per cui dovresti essere a carico del tuo compagno, ma poiché non siete sposati, in teoria non lo sei, e per i conviventi non so proprio come funzioni, oltre al fatto che non hai il medico di famiglia lì, che potrebbe anche indicarti come fare per un’eventuale esenzione dal ticket… :?

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 11 aprile 2011 at 15:44 (7 anni ago)

      Appunto, io so che ci sono tutti questi dubbi, eppure loro non si sono degnati di rispondere a nulla, se non con una ovvietà e pensare che ho scritto addirittura nel reparto specifico, non in quello generale, quindi i costi dovrebbero saperli senza dubbio! .. non capisco, non capisco, non capisco…

      0
      Rispondi
  8. Mari
    lunedì, 11 aprile 2011 at 15:59 (7 anni ago)

    Io so solo che generalmente il ticket, varia da un minimo di 15 euro ad un massimo di 40, e per determinate visite può arrivare anche sui 70/100, poi dipende anche da che fascia di reddito hai, però più o meno i prezzi che ho sentito son questi. Non penso che andresti a pagare di più per una prima visita con la mutua. Se la fai privatamente ho idea che raddoppi, però capisco che uno si trova sempre impreparato quando senti sparare certe cifre…

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 11 aprile 2011 at 16:05 (7 anni ago)

      Io vorrei sapere a priori cosa aspettarmi, anche per sapermi regolare con tutte le altre cose, non avendo la gallina dalle uova d’oro a portata di mano.. -_-
      Ho sentito/letto costi assurdi, anche sui 250/300 euro, e francamente non vorrei rischiare un collasso..

      0
      Rispondi
  9. Mari
    lunedì, 11 aprile 2011 at 16:23 (7 anni ago)

    Se provi a chiamare il CUP, e ti fai dire a voce? Magari al telefono ti rispondono come si deve…

    0
    Rispondi
    • Sylia
      lunedì, 11 aprile 2011 at 16:50 (7 anni ago)

      Viste l’esperienze passate ne dubito fortemente, comunque vedrò, ma ovviamente tutto verrà nuovamente rimandato a non so quando..

      0
      Rispondi

Lascia un commento