FB

Ieri ho ceduto, e ho attivato la TimeLine di FB, ma solo perché tra non molto lo avrebbero fatto loro ugualmente, a forza.

Perché lo scrivo qui? Perché ho notato alcune cose che mi hanno spiazzata un po’, dato che oramai è innegabile che stanno facendo di tutto per rendere FB insostituibile, infatti con questa nuova modalità tutto il resto diventa ancora più superfluo: blog, agenda personale, album fotografico, e-mail, messenger, forum, siti,.. tutto, cellulare a parte, anzi, iPhon, che al contrario diventa quasi necessario per riuscire a stare dietro a tutto/i.

Quindi capisco perché sempre meno persone ora possiedono un blog o qualsiasi altra cosa, preferendo passare le giornate solo su quel [maledetto] social network, perché se non ci stai attento ti trascina letteralmente “dentro”, con ogni mezzo e per ogni stupidata,..  e lo trovo più pericoloso che triste a questo punto, specialmente quando la realtà viene messa in secondo piano o dimenticata chissà dove, se non addirittura “mascherata da altro”.

Sarà per questo che preferisco Twitter?
Però — ed è questo il punto — quella malefica TimeLine alle fine è riuscita ugualmente a incuriosire anche me, facendomi inserire dati che altrimenti non avrei mai aggiunto/postato [sono privati e/o limitati, ma ci sono],… capito qual è il guaio e da dove parte la riflessione?!

Ok, è un post inutile e sconclusionato, lo so, ma non potevo mica scriverlo su FB, no? ;)

4 Commenti per FB

  1. Francesca
    domenica, 29 gennaio 2012 at 11:50 (6 anni ago)

    A me la nuova timeline sinceramente piace :)
    Io sono una drogata di FB, lo ammetto, ma non abbandonerei mai il blog o Twitter per lui… Ci sono cose che non mi va di far sapere al mondo intero

    0
    Rispondi
    • Sylia
      domenica, 29 gennaio 2012 at 14:00 (6 anni ago)

      Dopo un po’ che ci fai l’occhio diventa anche piacevole, è vero, ma per quanto riguarda i “post” sottostanti invece non riesco ad abituarmi, forse perché avendo la memoria visiva, mi crea una fastidiosa confusione quando un post già letto si sposta dalla parte opposta, e così via, rendendo difficile trovare subito ciò che si cerca, che siano gli aggiornamenti nuovi, o qualcosa di già visto.
      Non so se mi sono spiegata.

      FB io lo uso prevalentemente per leggere le notizie, seguire alcuni gruppi e condividere argomenti che mi stanno a cuore, non credo di aver mai scritto qualcosa di realmente personale [e preferirei continuare così], mentre su Twitter scrivo di tutto, dai miei pensieri, ai link, etc.. è tutta un’altra cosa, forse anche per la mancanza dell’archivio navigabile dei tweet: quello che è passato, resta passato, difficilmente si riesce a rileggere.

      0
      Rispondi
  2. bradipomissile
    martedì, 31 gennaio 2012 at 08:07 (6 anni ago)

    Beh, i dati che hai inserito puoi sempre toglierli, la mia tendenza è lasciare che le cose vadano, alla fine cosa succede? Che se lo fai di “spontanea” volontà probabilmente ti curi anche che sia carina come cosa, altrimenti la lasci che vada là. Anche io non scrivo cose molto personali su fb, ma non le scrivo nemmeno più sul blog. Sono arrivato in un momento della mia vita in cui mi tengo tante cose per me. Fb lo uso per scrivere agli amici che sono troppo pigri per continuare a usare msn/skype/gtalk e affini. E pensare che ho iniziato ai tempi che se volevi comunicare con la gente c’era IRC.
    Uso fb per promuovere un po’ i miei lavori fotografici e quello che scrivo non è significativo della mia persona.

    In effetti ho visto che la gente tende a usare solo più facebook e non è bello. Sono opinioni alla fine.

    Mi rendo conto che forse ho scritto un fiume per concludere poco. Ma posto lo stesso. Un bacio

    0
    Rispondi
    • Sylia
      martedì, 31 gennaio 2012 at 09:24 (6 anni ago)

      Mi rendo conto che forse ho scritto un fiume per concludere poco” sei assolutamente in linea con il post eheh ;)

      Quello che mi lascia perplessa è che molti usano solo più FB, diventandone a tutti gli effetti “dipendenti”, postando una “vita da esposizione”, che a quanto pare – io ci bado poco – spesso non rispecchia neppure la realtà.
      Senza contare chi scambia FB per uno di quei siti per “accoppiarsi”, tipo meetic e simili, boh.. conoscersi così, con tutti i dati a disposizione è sia troppo facile, sia estremamente pericoloso, perché non sai mai chi ci sia realmente dall’altra parte, ma oramai nessuno sembra più badarci, ragazzini in primis,.. e pensare che lì ci si presenta non con un nick, bensì con il nome e cognome, che fino a pochi anni fa era visto come un tabù immenso su internet [e io sono “qui” da circa 15 anni.. IRC, ICQ, chat che si caricavano ogni 3/5 minuti e via dicendo].

      ..che poi, quello che mi fa morire dal ridere ogni volta, sono le foto che alcuni scelgono per il profilo, che con nome/cognome, davanti a parenti, colleghi, datori di lavoro e sconosciuti, si mettono in bikini, o con foto a mezzo busto, in cui spicca un seno mezzo scoperto, o degli addominale improvvisamente resuscitati, in posizioni oserei dire ridicole.
      Bah… la “sovraesposizione” ritengo che sia sempre negativa, sempre, in ogni contesto e che danneggi non poco la vita reale, dato che subentra una scelta: o passi le giornate a leggere e aggiornare FB, o vivi [..e purtroppo so di cosa parlo, anche se in tal caso non riguarda solo FB]

      Credo che sostanzialmente in generale [e includo anche me] manchi una scissione e un’educazione di base, per riuscire a gestire questi nuovi mezzi “al meglio” [anche il solo web], senza esserne risucchiati, forse è semplicemente questo il problema, il motivo per cui spesso non riusciamo più a definire/distinguere il “troppo”.

      P.S: “i miei lavori fotografici“..?? Ora sono curiosa…. ;)

      0
      Rispondi

Lascia un commento