Pensieri di Oggi

La “condanna per hobby” non è il mio gioco preferito, ma sembra essere il must in certi “gruppi”.

Parlare con chi NON vuole sentire, è peggio che parlare con un sordo tremendamente stupido.

E’ possibile che in questo Paese se non urli “a morte l’orco!” con il forcone in mano, diventi automaticamente un fan/sostenitrice dell’orco?

Il dialogo, la razionalità e la capacità di porsi delle domande, in questo Paese sono sempre più un optional e poi ci chiediamo il motivo per cui siamo messi così male su tutti i fronti e non riusciamo ad uscirne.

Non credo di dover aggiungere altro, no?
Anzi, sì: non iscrivetevi sui gruppi di FB contro la violenza [di qualsiasi cosa], non se siete una di quelle persone che non girano con un forcone in spalla ad incitare disgusto/morte per hobby e se tendete a collegare la testa, facendovi delle domande, avendo voglia di capire realmente come trovare una soluzione fattibile socialmente, perché no, il “non si fa, punto“, “non si deve, punto“, “io non lo farei mai, punto“, anche se scritto 2.000 volte, guarda un po’.. NON BASTA e i fatti sono più che chiari.
Sono i “perché” che servono realmente e tutti quei “punto” pseudo-moralistici non fanno che nasconderli, rimandando sempre più la soluzione.

Articoli Correlati

Lascia un commento