Dubbi

..ma una ragazza non single, deve SEMPRE dire di essere sentimentalmente impegnata, anche se magari con il suo nuovo interlocutore maschile sta semplicemente parlando di tutt’altri argomenti molto più interessanti e culturalmente più elevati?

Sarà una domanda stupida, però non faccio che chiedermelo da ieri.

Non dire di convivere o di essere occupata quando si parla e si inizia a stringe amicizia con un individuo di sesso maschile è mentire? Omettere? È una cosa brutta-brutta-brutta? Anche se non c’è stata alcuna domanda diretta e gli argomenti trattati sono altri? Se io parlo di me, dei miei sogni, della mia ricerca del lavoro, delle mie preferenze letterarie, delle cavolate che mi vengono in mente, etc, devo per forza parlare anche della mia relazione? ["Io sono la mia relazione"? uhmm..]

La mia parte moralista e puntigliosa mi dice di , mentre “guardandomi in giro”  la risposta più comune mi sembra palesemente NO, visto che gli uomini, a parti invertite non si fanno alcun problema in merito, talvolta lo dicono solo a domanda diretta e forse neanche.

Quindi perché farmi queste tare mentali? Forse perché non sono un uomo e in quanto donna mi sento quasi in obbligo di dover dichiarare/avvisare di essere già “proprietà di qualcuno” onde evitare possibili fraintendimenti? Non è una sorta di discriminazione di genere anche questa?

Lascia un commento