Creme, oli & co.

Continuando con il diario fitness, credo che sia giusto riportare anche le creme o gli oli usati.

Allora, visto che a quanto sembra non tutte lo sanno o ci pensano, è d’obbligo una piccola introduzione e precisazione:
ogni volta che il corpo subisce una modifica di qualsiasi tipo, dovuta a un aumento di peso o una diminuzione, per via di diete, recupero della muscolatura, etc. la pelle è sottoposta a un forte stress, che il più delle volte si traduce con delle smagliature, causate dalla poca elasticità cutanea [dovuta talvolta anche dai farmaci].
Per questo motivo — specialmente nei periodi di diete, esercizio fisico, gravidanza e post-gravidanza — è sempre consigliabile utilizzare quotidianamente delle creme estremamente e realmente idratanti [quindi non siliconiche], oppure degli oli, tra cui l’olio alle mandorle dolci puro al 100%, il più indicato perché facile da reperire, mediamente leggero [cioè meno untuoso e spesso di altri] ed economico, l’importante però è applicarlo sempre sulla pelle umida/bagnata, perché l’olio da solo fa l’effetto opposto a quello voluto: secca la pelle [o i capelli durante gli impacchi].

Ammetto che io negli anni ho collezionato molte smagliature, che oramai sono lì e mai se ne andranno, al contrario di quanto sostengono le pubblicità di cosmesi, dato che le smagliature sono un cedimento della pelle, un po’ come le rughe e  quando ci sono te le devi tenere a vita, nessuna crema al mondo le farà sparire per magia.
Comunque non è la fine del mondo, ci si abitua e con il tempo si schiariscono, esteticamente non sono gradevolissime, però tutte le donne ce le hanno o le avranno, chi più, chi meno, dipende dalla preventiva idratazione della pelle [se qualcuno me lo avesse detto da ragazzina sicuramente ora sarei messa meglio] e dal mero DNA, con pelle estremamente elastica “di natura” o meno.

Quindi è inutile ossessionarsi e/o nascondersi: se non ci sono benissimo, ma se ci sono va bene ugualmente.

Detto questo, da quando ho iniziato con gli allenamenti e la “dieta”, ho ripreso ad usare regolarmente l’olio alle mandorle dolci dopo la doccia, quello di Provenzali e senza alcuna profumazione aggiunta, dato che la tollero poco.
Devo dire che dopo le perplessità dei mesi passati mi sto trovando bene, meglio che con le creme, forse perché ora fa più caldo, quindi non mi dispiace perdere qualche minuto in più con l’applicazione [sempre su pelle umida/bagnata] e i massaggi.
La pelle la trovo visibilmente più compatta/idratata, infatti le gambe che erano sempre secchissime, ora non hanno più alcun segno e poi ovviamente c’è la morbidezza che non guasta.

Un’altra crema che uso da molti anni in realtà, anche se non in modo continuato, e con cui mi sono sempre trovata bene è la “SenoVis“, che come si capisce dal nome è solamente per il seno, per idratarlo, elasticizzarlo e quant’altro. Ovviamente non fa miracoli e non comporta cambiamenti definitivi, però il suo lavoro lo svolge correttamente se usata con regolarità [2 volte al giorno] e quando si fa esercizio fisico — o una dieta — bisogna ricordarsi di tutelare anche il seno, che generalmente è una delle prime parti del corpo a cambiare e/o a “patirne”.
Credo che sia superfluo specificare che non si tratta di una crema eco-bio, dato che certi effetti/risultati possono essere creati solo da ingredienti specifici e non naturali, infatti per quanto mi riguarda è l’unica crema specifica che sia riuscita a soddisfarmi, motivo per cui continuo a usarla.

Negli anni ho provato ad usare anche svariate creme “snellenti”, tra cui la famosa  Somatoline, che non solo non comporta alcun miglioramento reale, ma in più aumenta pericolosamente il rischio di eventuali problemi con la Tiroide, quindi la sconsiglio vivamente, è meglio optare per creme non farmacologiche, più naturali e tanto movimento.

Articoli Correlati

Lascia un commento