ELF & co. 2

Approfittando di uno sconto del 50% ho acquistando alcuni lipstick della ELF, sia della linea Base a 1,70 euro, sia di quella minerale a 3 euro.

Dico subito che mi piacciono tutti [meno uno], perché pur essendo colorati e coprenti hanno una resa molto naturale, alcuni un po’ più scura, altri un po’ più chiara, ma non risultano per nulla eccessivi, neppure con una carnagione chiara come la mia, sono sempre eleganti, almeno secondo il mio punto di vista.
Sono tutti opachi, mat, e hanno una durata discreta, proprio come gli altri precedentemente acquistati, ma in più i 2 rossetti della linea Minerale sono anche molto morbidi, forse troppo, visto che con il caldo potrebbero sbavare facilmente, questa però è solo un’ipotesi per ora.

1-IMG_3819

In ordine da sinistra a destra: Seductive, Charming, Posh, Nostalgic, Rich Rasberry, Cheerful Cherry.
Le colorazioni non si discostano eccessivamente tra loro, una può quasi sostituire l’altra, Nostalgic e Cheerful Cherry a parte.
Nostalgic sconsiglio vivamente di acquistarlo, sia perché è un nude troppo chiaro, sia perché una volta applicato sulle labbra tende a raggrumarsi in 2 minuti, creando un orribile effetto sul labbro inferiore: inutilizzabile.
Cheerful Cherry invece è stupendo, un rosso opaco ne chiaro, ne scuro, perfetto direi e molto, ma molto elegante, più di tutti quelli che possiedo, MAC inclusi, che sono di un rosso molto più vivo. Io lo ritengo perfetto.

Oltre ai lipstick ho provato a prendere anche il Lip Lock Pencil, che mi incuriosiva da più di un anno in realtà, però è veramente pessimo, è composto prevalentemente da paraffina e a mio avviso fa sbavare i rossetti ancora più velocemente. Magari non ho capito io come applicarlo sul contorno labbra, però l’effetto che mi ha dato è stato veramente scadente, quindi lo boccio al 100%.

Gli ultimi due prodotti che ho provato ad acquistare sono il correttore All Over Cover Stick, colorazione Ivory [1,70 euro] e il Bronzers, colorazione Cool [4 euro].
In altri post avevo già lodato il Tone Correcting Concealeri della ELF, ma anche questo correttore mi è piaciuto molto, essendo cremoso, coprente e facilmente sfumabile, ideale sia per le discromie del viso, sia per le occhiaie.
La confezione è piccolina, ma ne basta veramente poco di prodotto per una bella resa, prodotto che tra l’altro deve essere prelevato direttamente con il dito o un pennellino, perché con l’applicazione diretta si è meno precisi e si può rischiare di esagerare con la quantità rilasciata.
Ivory in realtà non è il più chiaro, ma l’Abricot Beige era terminato e inoltre volevo provarlo solo per farmi un’idea, senza molte speranze in realtà, ma in futuro — essendo il tipo di prodotto che uso maggiormente — sicuramente lo riacquisterò.

Per quanto riguarda il Bronzers Cool, posso dire di aver finalmente trovato la terra adatta alla mia carnagione, fredda, opaca ed estremamente versatile, con la possibilità di scurirla o schiarirla a proprio piacimento, inoltre la parte bianca può essere usata come illuminante, mentre quella più rosata come blush, quindi è uno dei pochi prodotti veramente completi e a un costo contenuto.

Questa è la dimostrazione che il low cost non fa sempre schifo e che può competere tranquillamente con altri prodotti molto più costosi, infatti per quanto mi riguarda spesso mi ritrovo ad usare più i prodotti Elf di quelli Mac.
Gli unici prodotti su cui non mi sono mai trovata con Elf sono gli ombretti, amando l’effetto naturale e opaco, motivo per cui — da quando l’ho acquistata lo scorso anno — uso costantemente solo la palette Elegantissimi di Neve Cosmetic, un altro ottimo acquisto, tra l’altro eco-bio [più costoso, ma ne è valsa la pena].

Lascia un commento