Operatori Molesti: Vodafone

Oramai tutti sappiamo quanto possano essere molesti i vari operatori telefonici, che sostanzialmente sono quasi gli unici a chiamare sul telefono di casa.

Due mesi fa dev’esserci stato qualche strano incentivo sulle provvigioni da parte della Vodafone, perché improvvisamente sono stata travolta di chiamate da parte dei loro operatori, che cercavano di propinarmi in ogni modo possibile il contratto “Fibra e Telefono Start“, per ADSL e telefono fisso. Alcuni sono stati gentili, altri solo aggressivi, altri arroganti e praticamente tutti sono stati inesatti nel spiegare i reali costi, sia di attivazione, sia mensili, sia di recesso, il che francamente fa capire quanto poco ci si possa fidare oramai delle aziende telefoniche.
Comunque dopo aver ascoltato quasi per un’ora uno dei loro operatori — il primo sentito su cinque in una settimana — ho concluso la chiamata dicendo che la promozione, per come mi era stata descritta, sembrava buona, ma che avevo bisogno di informarmi meglio e di discuterne con il mio compagno, ripetendo la stessa identica cosa al suo “capo” e rifiutandomi di dare loro sia il numero segreto riportato sulla bolletta, quello che dovrebbe servire per cambiare operatore, sia in numero del conto corrente, sebbene abbiano insistito veramente tanto per avere entrambi, cosa assurda visto che non possono proprio richiedere certi dati, sostenendo tra l’altro di non volerli usare se non a contratto concluso.

Successivamente, dopo aver valutato meglio l’offerta e aver cercato opinioni in rete, mi sono resa conto che il servizio Vodafone per l’ADSL è pessimo e tra l’altro funziona raramente, infatti moltissimi sono rimasti fregati, ritrovandosi non solo senza linea [perché non presente proprio nella zona], ma anche con l’obbligo di pagare svariati costi aggiuntivi.
Tutti motivi che mi hanno spinta a prendere le distanze, rifiutando nettamente tutte le proposte, senza contare tra l’altro le palesi prese in giro da parte dei successivi operatori, tra cui una signorina che — due secondi dopo che il mio compagno aveva controllato la promozione sul sito, cercando/richiedendo informazioni aggiuntive —  aveva chiamato dicendo che nella nostra zona non era disponibile la loro linea [tutto l'opposto di ciò che avevano dichiarato i suoi colleghi] e che quindi non potevamo fare il contratto da 32 euro, ma potevamo fare solo quello da 39, così, giusto per rinnegare l’esistenza della coerenza, visto che sono due contratti identici, il secondo ha semplicemente in più le telefonate senza scatto alla risposta. Tutto si è concluso qui? Credevo di sì, ma dopo 2 mesi, il 01/07 ho ricevuto una fattura da parte della Vodafone, che chiedeva il pagamento di ben 103 euro, per un deposito cauzionale

Lo stupore è stato immediato, così come l’ira e le chiamate verso Telecom e Vodafone.
Telecom per verificare che fosse ancora l’effettivo operatore e una volta constatato che lo era, ho provato a chiamare la Vodafone dal mio cellulare, ma non è stato per niente facile riuscire a contattarli, dato che sono dovuta passare per il menu ADSL/casa, poi per lo smarrimento del numero/codice di attivazione, poi per un’operatrice straniera — in una sede straniera, India suppongo — che è stata molto disponibile e gentile, anche se non sapeva aiutarmi, passandomi successivamente un’altra sezione, quella dedicata all’ADSL, in cui la nuova operatrice, questa volta italiana, mi ha finalmente dato le risposte che cercavo.
Tra queste è saltato fuori che a loro risultava una richiesta di attivazione per l’ADSL casa, che evidentemente c’era stato un errore, che il deposito cauzionale era richiesto per la modalità di pagamento non diretta sul conto corrente e per SIM/modem [mai arrivati logicamente] e che avrebbe inoltrato una segnalazione direttamente all’Amministrazione per attivazione fraudolenta [mettendomi in attesa per circa 5/10 minuti, a un certo punto ho pensato che fosse solo un modo per farmi cadere la linea, lo ammetto, ma poi è tornata], spiegandomi successivamente che il reclamo sarebbe stato gestito dalla loro sede ad Asti, per evitare di farmi imbattere in costi di disattivazione, ma aggiungendo di inviare anche una raccomandata con ricevuta di ritorno a VODAFONE N.V. casella postale 109, 14100 Asti, con codice fiscale, copia dei documenti e con la richiesta dell’immediato annullamento della fatturazione emessa e del relativo contratto, pretendendo di visionare/conoscere tutti i documenti relativi all’attivazione, compreso il nominativo dell’operatore responsabile dell’inoltro della richiesta, sottolineando che altrimenti sarebbe scattata la denuncia.

Avendo letto e sentito varie esperienze simili, anche con altri operatori, non avevo molta fiducia in una risoluzione immediata e senza alcun danno, invece il 03/07 poche ore dopo l’invio della raccomandata — che avrei potuto risparmiarmi — ho ricevuto una telefonata dal n. 3490000190 da parte di una dipendente Vodafone che mi comunicava che tutto era stato risolto e che il problema era dovuto a un semplice errore di distrazione, che aveva causato l’inserimento del mio numero telefonico al posto di quello corretto [???], ma che tutto era stato sistemato, la fattura annullata e che non ci sarebbe stata alcuna spesa o loro notizie future.

Francamente ci credo poco alla scusa propinata, anche perché non ha molto senso, visto che sulla fattura non era segnato il numero di telefono, però c’erano i dati — compreso il codice fiscale e precedente indirizzo di residenza — del mio compagno, l’importante però è che tutto si sia effettivamente risolto, senza strascichi futuri, ma questo purtroppo lo verificherò solo tra qualche mese.

venerdì, 20 settembre 2013, ore 23:00

Ebbene sì, posso confermare che la questione non ha avuto strascichi. Ad agosto ho ricevuto una fattura “di storno”, per eliminare la fattura precedentemente emessa, ma ne ero già stata avvisata al telefono, quindi non c’è stata alcuna sorpresa, solo un sospiro di sollievo.
Una cosa positiva? Non ho più ricevuto chiamate da parte di operatori vodafone, mi avranno eliminata definitivamente dai loro elenchi pro-molestia? Speriamo.

8 Commenti per Operatori Molesti: Vodafone

  1. Mari
    mercoledì, 17 luglio 2013 at 12:40 (4 anni ago)

    Ma per curiosità: anche da te, alcuni dei rompiscatole pareva chiamassero da in mezzo a una strada per il rumore di fondo?
    Stamattina, fresca fresca di 10 minuti fa, mi arriva sta chiamata da una che diceva di essere della Vodafone, e voleva propormi qualcosa. Le ho detto subito di no, che non mi interessava [a me di fare la spola fra gli operatori non me ne frega, se ho scelto subito telecom, significa che sto bene lì], e questa ha attaccato che nemmeno sapevo cosa volesse dirmi, e di spiegarle perché non ero interessata.
    A me già così, m’è salita la carogna, e quando alla decima volta le ho detto che NO, non sono interessata, alla fine le ho detto “senta non si offenda, ma non mi interessa sapere NIENTE, salve” e ho messo giù.
    Voglio vedere se si fanno risentire, o se hanno il coraggio di fare qualcosa come con te…
    Ma perché alla parola NO devono rompere le scatole? =___=

    0
    Rispondi
    • Sylia
      mercoledì, 17 luglio 2013 at 15:48 (4 anni ago)

      Non mi ricordo sai? Rumore c’era, ma credo che fossero altri operatori, sai negli uffici grandi open space.
      Comunque questa esperienza mi ha insegnato una cosa: MAI perdere tempo preoccupandosi dell’educazione, perché aspettano solo quello per fregarti.
      Io ho risposto al primo operatore, ascoltandolo quasi per un’ora — perché comunque eravamo oggettivamente interessati a informarci sulle offerte degli altri operatori — rifiutandomi però di dare una risposta certa e di dare i dati sensibili, prendendomi addirittura dell’esagerata diffidente, con un tono supponente. Con i successivi ho attaccato subito e quando provavano a chiedermi il perché non volessi ascoltarli gli urlavo letteralmente in faccia, dicendo che mi avevano rotto lo scatole e che dovevano smetterla di chiamarmi ogni santissimo giorno, che NO vuol dire NO e basta.
      Eppure non è servito proprio a niente.
      Se ti vogliono fregare ti fregano, ne hanno tutti i mezzi — perché hanno totale accesso ai tuoi dati personali, bollette telecom comprese, un mistero.
      Noi tra l’altro abbiamo il dubbio che abbiano preso alcuni dati sensibili direttamente dal loro sito web, quando il mio compagno cercando informazioni sull’offerta ha compilato il modulo della richiesta di attivazione, che però non è andata a buon fine perché l’invio risultava bloccato, quindi non c’era proprio la possibilità di premere su “invia”, eppure pochi istanti dopo ha ricevuto una chiamata sul suo cellulare da un’operatrice vodafone che sapeva esattamente tutto quello che aveva fatto e/o voleva fare, sparando poi la cavolata che poteva essere attivata solo la tariffa più alta.
      Cosa dell’altro mondo.
      Quindi ora come ora: tolleranza zero.
      C’è andata tra l’altro bene perché tutto sembra essersi risolto velocemente, mi hanno anche richiamata pochi giorno fa — dopo aver ricevuto la raccomandata — per confermare che tutto era già stato sistemato e che non dovevamo pagare o fare nulla.

      0
      Rispondi
  2. Mari
    giovedì, 18 luglio 2013 at 01:08 (4 anni ago)

    Ma guarda, una insistente come la tizia di oggi, non mi era ancora capitata. E mi ha veramente fatto perdere tanta pazienza. Non l’ho insultata solo perché sono una persona tendenzialmente corretta, e ho messo giù, ma ero davvero a tanto così dal vaffa.
    Robe proprio dell’altro mondo.
    Son proprio curiosa di vedere se ci riprovano, oppure se mi lasciano in pace. Nel caso ti farò sapere ;)
    Però proprio non mi capacito del perché la Telecom dia a destra e manca i dati, quando tu hai specificato chiaramente nel contratto che NON devono cederli a terzi. Voglio dire, non rompo le scatole, pago i conti, e tutto, e devi far in modo che altri mi perseguitino per offrirmi cose che non mi interessano? Se mi fosse interessato un concorrente, di certo due anni fa non avrei fatto il contratto con loro, oppure mi sarei già informata per conto mio e meglio. È proprio un mistero il perché – nonostante uno sia uno che non rompe le balle e non si lamenta dei servizi – ti devono esasperare così.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      giovedì, 18 luglio 2013 at 10:27 (4 anni ago)

      Guarda non lo so, però quando abbiamo chiamato la Telecom per avere la conferma di essere ancora loro clienti ci hanno risposto che ricevono tutti i giorni tante chiamate per lo stesso motivo, tutti i giorni, dicendo tra l’altro che gli operatori — quindi anche loro — possono inoltrare la richiesta di spostarti anche senza il famoso codice segreto [quindi a cosa serve? mah] e che l’operatore “in carica” non può farci niente.
      Mi aveva lasciata perplessa il fatto che il tipo della Vodafone sembrava che stesse proprio leggendo le nostre bollette e la spesa totale, sapeva che non facevamo praticamente chiamate e che usavamo prevalentemente l’ADSL.
      Comunque in quel periodo mi hanno chiamata praticamente ogni giorno per una settimana, sempre Vodafone, ma operatori differenti, con diversi numeri da svariate parti d’Italia e uno di quelli alla fine ha fatto il furbo, anche se l’Azienda ha negato tutto, dicendo che si era trattato di un semplice errore di “distrazione”.
      Sono quasi certa che c’era un incentivo particolare, magari premi di provvigione più alti per un tot di contratti, altrimenti non si spiega, visto che prima non li avevo mai sentiti e poi tutti spingevano sull’ADSL da 32 euro.

      0
      Rispondi
  3. Mari
    venerdì, 19 luglio 2013 at 10:43 (4 anni ago)

    Penso anch’io che quella tizia fosse così insistente per qualcosa di simile, però davvero mi ha lasciata anche perplessa il rumore di fondo che sentivo. Sembrava proprio che stesse chiamando da un cellulare in mezzo alla strada… terrò d’occhio le bollette e gli arrivi.
    Ci manca solo di perdere tempo con queste cose, con tutte le cose a cui uno ha già da pensare.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      venerdì, 19 luglio 2013 at 10:57 (4 anni ago)

      Possibile che fosse vicino alla finestra? Mi ricordo che in una chiamata mi è passato questo pensiero per la testa, quindi evidentemente il rumore di sottofondo era simile a quello descritto da te, però non mi ero soffermata molto, troppo occupata ad attaccare velocemente :)
      Tieni d’occhio i bollettini, ma anche i corrieri, a me hanno disattivato tutto subito perché non avevo ricevuto niente e non avevano inoltrato la richiesta di spostamento alla Telecom, altrimenti sarebbe stata molto più dura.
      Comunque la stessa cautela deve essere usata con tutti gli operatori, perché sono uno peggio dell’altro, ho sentito che fanno anche chiamate “diffamatorie”, fingendo ad esempio di essere la controparte per annunciare – falsamente – che ti aumenteranno la bolletta o che in futuro ti imbatterai in qualche problema. Cose da pazzi.

      P.S: ho aggiunto 2 plugin antispam, perché continuano a spammarmi nella registrazione utenti [necessaria per accedere all’area riservata], quindi se ti imbatti in qualche problema, blocco, etc. avvisami tranquillamente.

      0
      Rispondi
  4. Mari
    venerdì, 19 luglio 2013 at 11:49 (4 anni ago)

    Guarda è possibile, ma chi lo sa, ad un certo punto ho smesso di badarci perché mi stava veramente facendo incavolare abbestia xD per cui è assolutamente plausibile.
    Finora è stata davvero l’unica così antipaticamente insistente. O pensava che non fossi davvero l’intestataria della bolletta, oppure boh. Di solito quando dico che non sono interessata perché sto bene dove sto, molti lasciano perdere, anche solo perché probabilmente gli conviene di più passare alla prossima telefonata piuttosto che perdere tempo tendando di convincere qualcuno che ti ha già detto che non lo convincerai mai.
    Mi sa che spesso fanno gli aggressivi pensando di avere a che fare col pollo che non sa informarsi su internet, e non legge mai i contratti, e quindi si sentono sicuri di infinocchiarlo.
    Con me, cascano tutti malissimo :D ma sono pronta a tutto!

    0
    Rispondi
    • Sylia
      venerdì, 19 luglio 2013 at 12:09 (4 anni ago)

      Sono sempre più quegli aggressivi, a me ad esempio è già capitato più volte quell’atteggiamento insistente, che tra l’altro ti lascia di stucco per qualche secondo, in cui proprio ti svaniscono tutte le parole, poi ti riprendi e li mandi a quel paese, a me quando dicono in modo arrogante “non sa cosa voglio proporle, perché dice di no?” etc, rispondo o “senta, non mi interessa, punto“, oppure attacco direttamente, che poi è la soluzione migliore.
      Che poi per via della mia voce non sai quante volte mi sono sentita dire che loro potevano accettare rifiuti solo da un maggiorenne, o che dovevo passare loro un adulto e solo per ricevere una risposta a: “chi sei, cosa vuoi?“. Che nevrosi.

      0
      Rispondi

Lascia un commento