Decisioni..?

È un periodo strano questo, con momenti estremamente positivi e altri estremamente negativi, il tutto alternato da un giorno all’altro e quando va male, da un’ora all’altra. Sembra di essere sulle montagne russe e ammetto che sta iniziando a diventare psicologicamente un po’ pesante, visto che mi causa sbalzi d’umore molto forti [e il caldo non aiuta].

Negli anni credo di aver imparato che non bisogna MAI prendere decisioni, di qualsiasi tipo, nei momenti più negativi, di rabbia intensa o di sconforto profondo, eppure talvolta ancora lo faccio, specialmente quando ho “accumulato” stress e/o malcontento per troppo tempo, arrivando poi alla classica goccia che fa traboccare il vaso.
Oggi è una di quelle “volte”, sebbene io sia perfettamente consapevole che domani potrei aver già cambiato totalmente idea, avendo – forse – ridimensionato la delusione/ira funesta, il fatto però è che questa questione si sta protraendo da troppo tempo e teoricamente dovrebbe protrarsi per molto altro tempo ancora e io proprio non credo più di potercela fare.
Non con questi sbalzi, non con le continue incomprensioni, non con questa visione così distante “delle cose”, non con questa “politica” di “inferiorità/sudditanza” perenne verso tutti e tutto, non con la mancata considerazione che spesso noto verso il MIO tempo e la MIA professionalità [sì, ne ho una anche io, dato che ciò che faccio non rientra certo negli hobby, farei ben altro di molto più piacevole e soddisfacente], non con la consapevolezza che sto perdendo il mio tempo e la mia salute mentale per niente, anzi, per “30 denari“, in un qualcosa in cui tra l’altro non credo più.
Pensandoci, oggi, ho la brutta sensazione di essermi svenduta per 30 denari, una tantum, il che è molto peggio.

Ora come ora, credo che – una volta portato a termine i due ultimi lavori [uno lo devo ancora iniziare] – cambierò totalmente strada, perché quella intrapresa evidentemente non mi appartiene per niente, e non per una questione di insicurezza o per sminuirmi, dato che so perfettamente quali sono le mie capacità e anzi, negli ultimi anni mi sono auto-sorpresa in più occasioni, però non mi trovo nel contesto e neppure nella considerazione esterna [veramente, ma VERAMENTE scarsa], che fa apparire tutto semplice, facile, immediato, automatico e fondamentalmente inutile, un hobby appunto, un gioco divertente che ti è stato concesso e non ha alcuna importanza quanto sia il tuo tempo investito, perché tanto nessuno lo vede “il tempo”, qualcuno al massimo vede solo il risultato finale e a volte neppure quello [!!!].

Articoli Correlati

Lascia un commento