settembre 24th 2014 archive

Un po’ Perplessa e un po’ Schifata

È buffo, ma involontariamente – trascinata da terzi – sto procedendo su un percorso che francamente non ho scelto e che non mi piace neppure particolarmente, sia perché mi sento e sono meno preparata rispetto a tantissime altre persone, sia perché la perenne instabilità del “lavoro autonomo” [o di “fortuna”] mi spaventa e mi ansia alquanto, eppure eccomi qui, con nuove richieste e altri impegni da fronteggiare, anche se non ho ancora ben capito da dove sono arrivate/i e neanche se mi è stata chiesta la disponibilità nel svolgere il lavoro o se semplicemente è stata nuovamente data per scontata per via dei lavori già svolti.

Sicuramente è meglio di niente… credo… in effetti però non ne sono così certa.

Poi ci sono le delusioni, anzi, no, le conferme: fondi [MOLTI fondi] per i Centri Antiviolenza, che non vanno né alle donne maltrattate, né alle Operatrici che mandano avanti la baracca aggratis anche quando si va ben oltre le tempistiche e le responsabilità del semplice volontariato, né al Centro per le sue finalità, ma vengono erogati direttamente a chi da sempre ci guadagna sopra, visto che gli Avvocati riscuotono sempre con il gratuito patrocinio [quindi già dallo Stato, no, non lavorano MAI gratis], mentre le Psicologhe si fanno un nome, fanno pubblicità alla loro attività e dopo 3 sedute gratuite […] presentano la loro parcella prima di poter continuare.
Sono veramente schifata, anche perché questo regalone alle “professioniste” riguarda tutta la Lombardia, tutta [i Centri protesteranno? ma certo che no, visto che molte delle Presidenti e “alta gerarchia” dei Centri più importanti sono – guarda un po’ – avvocate/psicologhe… che caso…].

Vorrei proprio vederle mandare avanti SOLO loro quei Centri aggratis, chiuderebbero dopo neppure 1 mese [per essere ottimista..].