Gruppi FB, acquisti/vendite, perplessità

Sebbene io non ami particolarmente i gruppi di Facebook, per curiosità, sono entrata in uno in cui lo scopo primario è effettuare vendite o scambi [non ho ancora capito] di vari prodotti di cosmesi, un po’ come accade su Depop.
In realtà il primo impatto non è stato molto positivo, visto che uno dei 2 gruppi a cui avevo inviato la richiesta d’accesso [Plaza De Mac Cosmetics. che mi era stato suggerito] mi ha bellamente respinta sulla sfiducia, data da non so bene cosa [la mia foto del profilo? il mio cognome simil-francese?], ma poco male.

Francamente non so bene cosa pensare.

Su Depop avevo acquistato Fleshpot dopo 10 minuti, perché lo puntavo da un po’ e perché non è acquistabile online, quindi non sono stata a calcolare l’effettivo risparmio, che tra spese di spedizione e percentuale di PayPal è andato veramente a scemarsi. Lo volevo, era nuovo, risparmiavo comunque qualcosina, evitandomi tra l’altro il fastidio di andare in centro [perché alla COIN lo avevo visto, ma c’è il sovrapprezzo] e l’ho preso, felice e soddisfatta.

Anche sul gruppo in questione mi sono immediatamente imbattuta in un altro lipstick MAC [usato in questo caso] che mi incuriosisce da un bel po’, che avevo anche visto dal vivo alla COIN, ma che per via del finish, anzi, della sua durata, francamente non sono mai riuscita a prendere seriamente in considerazione: HUE.
Il prezzo era apparentemente buono, 13 euro, ma poi sono uscite le spese di spedizione a 4 euro e 1 euro di commissione per la ricarica PostePay [tipo di pagamento che io NON apprezzo per nulla, con commissioni che tra l’altro diventano di ben 2 euro se la ricarica non viene fatta tramite conto e/o sportello postale] e automaticamente mi è sorta una domanda: ma dov’è la convenienza? perché dovrei acquistare un rossetto usato per 18 [19] euro, quando nuovo – e trovabile ovunque – costa 19 euro?
Questa constatazione mi ha fatta andare talmente tanto in TILT che non ho neppure considerato il fatto che la tipa in questione fosse di Brescia [me too] e che quindi mi sarei potuta risparmiare – forse – le spese aggiuntive, perché semplicemente il mio interesse si è disintegrato, non solo per quel prodotto nello specifico, ma proprio per quel gruppo o simili, perché… non ha senso.

Ok, io tendo ad essere abbastanza drastica, ma anche molto labite, quindi domani potrei già essere di tutt’altra opinione o molto semplicemente – e cosa più probabile – potrebbe non importarmene assolutamente niente, ora però – dopo aver letto altre cose per me incomprensibili – non ho potuto fare a meno di scrivere questo post, perché comunque qualcuna che acquista a quelle condizioni – e non è di Brescia – c’è, altrimenti non verrebbero fatte, no? Ed è questo che mi lascia maggiormente perplessa, perché ripeto: nel mio piccolo mondo non ha senso “risparmiare” 1 euro [o neppure quello], per un lipstick usato e trovabile OVUNQUE, anche sul sito ufficiale che spedisce in tutta italia con spese di spedizioni gratuite.

Però è un “comportamento” che ho notato molto, anche su eBay, in cui la disonestà regna sempre più sovrana, tanto che si trovano sempre più spesso prodotti a prezzi triplicati rispetto ai canali/negozi ufficiali.
Un esempio è l’erogatore/pompetta acquistabile a parte del fondotinta MAC, che sul loro sito costa 5,5 euro. Inizialmente non la volevo prendere, non dopo aver speso 30 euro per il fondotinta, ma poi mi sono resa conto che tendo a snobbarlo proprio perché è una rottura prelevare il prodotto senza erogatore, specialmente quando sono di fretta, il che proprio per via della spesa fatta non va molto bene.
Siccome 5,5 euro per una pompetta mi sembravano un’esagerazione, avevo provato a cercarla – anche usata – su eBay, trovandola, ma a un costo altissimo, esagerato, più che triplicato, usando tra l’altro spese di spedizione fittizie di “20 euro”, dall’inghilterra, per una bustina, andiamo!
E questo è solo un esempio, ma in realtà le “offerte-non-offerte” sono sempre di più e su eBay spesso vedo che comunque riescono ad avere degli acquirenti [folli].

Non so quanto senso abbia realmente questo post, ma va bene così, dopotutto alle 2 di notte e con poche ore di sonno alle spalle, non posso pretendere di più.

Lascia un commento