Dicembre è arrivato..

In questi giorni ho fatto altri danni, tra cui la maggior parte non programmati, il black friday mi ha fregata e addirittura in un contesto inusuale, ma che fondamentalmente può essere l’acquisto più utile di tutti, specialmente pensando al “futuro”, per così dire.
Troppo mistero, lo so, ma non mi va di parlarne, non ora almeno.

Credo che questa settimana ci sarà la fila di corrieri, anche se dei due pacchi dalla Cina ho proprio perso ogni traccia, quindi per quanto ne so potrei anche non riceverli mai, il che mi dispiacerebbe molto visto che si tratta di acquisti utili – non per diletto – e che mi servirebbero.
Per il resto, se sono sfortunata arriveranno tutti mercoledì, quando io non ci sarò perché dovrò andare in Centro per l’ultimo incontro – questa volta “formativo” – per un lavoro fatto e concluso, ma di cui molto probabilmente mi occuperò in eterno, proprio com’è accaduto con l’Associazione.
Non so perché io non riesco a concludere un rapporto di lavoro come tutto il resto del mondo, no, io devo continuare a restare a disposizione all’infinito, ecco perché non sopporto più questa “via”, perché così posso solo impazzire [e già sono sulla buona strada..].
Ovviamente non mi riferisco al tipo di rapporto instaurato, perché fino ad ora sotto questo punto di vista – lavorativamente parlando – è sempre andato tutto bene, avendo avuto a che fare con persone ottime, che mi hanno dimostrato molta fiducia, simpatia e anche stima.

Cos’altro: Ho dato le dimissioni. Ecco un’altra cosa fatta. Dimissioni inutili ovviamente, solo “di scena” e non certo per un lavoro [mica sono idiota..], dimissioni da Socia, dato che mi è stato caldamente consigliato per poter partecipare a un progetto, anzi, più che partecipare: per poter essere poi pagata [essenziale, non intendo più fare nulla totalmente gratis]. Questione lagnosa e a me incomprensibile, visto che ho sentito troppe versioni contrastanti, quindi “taglio la testa al toro” e via.. [cosa che comunque volevo già fare di mio e avevo già tentato di fare quasi un anno fa..].

Piccoli passi e molto incerti, per un futuro ancora più incerto.
È comunque più di quanto avessi lo scorso anno.

Articoli Correlati

Lascia un commento