Lo Sapevo

Sapevo che avrei avuto problemi su quell’Hosting, LO-SAPEVO.

Ho provato il sito fatto e finito sia su TopHost, sia su Altervista, con un’importazione totale wordpress+database, su entrambi ha funzionato, era presente qualche piccolo bug [differente l’uno dall’altro], ma erano comunque recuperabili, mentre sull’Hosting privato che ho a disposizione è il casino più assoluto.

Partendo dal Database: è un incubo riuscire a importare i file .sql, anche in formato .zip, perché dopo un tot si impalla e da errore 500, qualcosa carica, ma male. Ho dovuto esportare il Database in tanti piccoli file .sql, ma anche in questo modo riesce a dare problemi. È un incubo.

Una volta che comunque l’importazione è conclusa, il sito c’è, lì, bello, apparentemente funzionante, ma non è così: nell’amministrazione di WordPress infatti la sezione Plugin non si carica più, come neppure gli Articoli e le Pagine, che restano caricate solo per metà, tutto a causa di un plug-in abbinato al tema usato, Essential Grid, che guarda caso non da problemi da nessun’altra parte, solo lì e solo quando quel tema è attivo.
Ma la parte peggiore è un’altra, il plug-in volendo infatti si potrebbe anche rimuovere/sostituire, però se il sito, o meglio, il tema, o meglio ancora, il CSS del tema, viene caricato 1 volta su 10 e solo quando non si sta già caricando su un altro PC [anche con tutti i plug-in disattivati], beh.. qui in problema diventa più grande.
Anche in questo caso accade SOLO su quest’hosting, neppure TopHost mi ha dato problemi in tal senso, quando talvolta fatica addirittura a caricare questo semplice Tema.

Che rottura, specialmente considerando il fatto che ci posso lavorare solo di notte, visto che non posso mettere offline il sito attuale e non è presente un altro database, inoltre devo “montare e smontare” tutto in poche ore notturne, senza poter lasciare il sito online per studiarlo e provare varie soluzioni, cosa che mi pesa di più, e sempre perché devo ricaricare e riportare online il sito vecchio, rendendolo nuovamente usufruibile.

Non se ne esce più, che ansia.

Ho provato anche a controllare e confrontare le impostazioni PHP.ini, modificandole, ma ieri non è cambiato niente e per verificare le nuove modifiche devo nuovamente aspettare la notte: il modo migliore per perdere tempo e pazienza.
Anche e specialmente considerando che presa dall’esasperazione sto iniziando a ricostruire il sito da zero, e questa volta direttamente sul WordPress già presente, affiancandolo al “vecchio sito”, ma ovviamente mantendendo tutto “non pubblicato” e andando avanti quindi un po’ alla cieca, e solo grazie al sito fatto/finito presente in locale,… almeno fino alla notte.

Se anche con le stesse identiche impostazioni [degli altri hosting e del mio locale] non ci saranno miglioramenti, credo che inizierò a sbattere la testa contro il muro.

Lo sapevo, ma quanto lo sapevo che mi avrebbe dato problemi. Grrrrrr..

13 marzo 2015, ore 12:50
Un problema, quello meno grave, si è risolto con la modifica al PHP.ini, l’altro purtroppo no, neanche costruendo il sito da zero e sto iniziando a sospettare che la causa sia il Database, anche se le impostazioni sembrano essere tutte corrette, ma ho già avuto modo di verificare durante l’importazione ha spesso delle defaiance.
Non se ne esce più.

14 marzo 2015, ore 21:30
Questa notte, dalle 1 alle 5, ho completato, modificato, aggiustato e pubblicato ufficialmente il nuovo sito, riuscendo a risolvere ogni problema, anche se “manualmente”, perché le modifiche al server sono servite solo in parte per il plug in, ma per il tema e per gli script interni, assolutamente no, infatti era uno di questi a funzionare male e a non riportare i CSS necessari per la corretta visualizzazione nel sito. Ovviamente solo su questo server, sugli altri hosting provati andava tutto bene.
L’importante è che sono riuscita a risolvere la questione.

Ora devo aspettare le possibili richieste di modifica [visto che ho fatto tutto da sola, senza indicazioni, informazioni o contenuti, che ho dovuto trovare in giro o inventarmeli da me] e il materiale aggiuntivo, poi dovrò occuparmi del marketing al nord Europa,.. terreno assolutamente inesplorato e a me sconosciuto, giusto per continuare a fomentare l’ansia.

Curiosità: dovendo fare un sito multilingua ho dovuto trovare/provare vari plugin specifici e siccome WPML costa in modo spropositato per chi non fa siti tutto l’anno ammortizzandone la spesa, ho trovato un notevole sostituto, tra l’altro di nazionalità italiana: ceceppa multilingua.
Non avevo molte aspettative e mi aspettavo bug ovunque, in realtà però fa egregiamente il suo lavoro e non mi ha dato alcun problema, strano ma vero.
L’unica pecca è che ti devi tradurre tutto per conto tuo, cosa fastidiosa quando devi tradurre in lingue che non conosci e devi quindi cercarti qualcuno che traduca per te.

Lascia un commento