Pasqua

È stata una giornata devastante, anche se bella e insolita, visto che erano anni che non uscivo per un pranzo di questo tipo andando appositamente in una location particolare e tra l’altro da invitata del Gestore [con +1], motivo ulteriore per cui me la sono goduta, dato che è stato tutto gratuito [cosa non da poco, visto il costo totale].

L’unica pecca è stato il tempo, maledettissimo tempo, che logicamente DOVEVA rompere le scatole a tutti e rovinare un po’ l’atmosfera, dato che purtroppo non ho potuto fare tutto quello che volevo, tra passeggiate, fotografie a gogo [animali inclusi] e quant’altro.
Sono ugualmente riuscita a curiosare un po’ ovunque però, tipo trottola impazzita, con la spavanderia acquisita dal totale via libera del Proprietario, francamente sarei sgattaiolata anche dentro le camere, ma siccome erano tutte prenotate – per educazione – non mi è sembrato il caso.

Considerando che era pienissimo, che c’erano addirittura MOLTI bambini piccoli/piccolissimi, che le portate sono state ben OTTO [non era a scelta tra 1 piatto su 3 antipasti, 2 primi, 2 secondi e 2 dolci, no, ce li hanno portati TUTTI] e che il pranzo è iniziato alle 12:30 finendo circa alle 17:00 [andandoceve via dopo le 18 per aver parlato con il Gestore], devo dire che è andata bene, non mi sono né infastidita, né irritata e non ho provato una sensazione di soffocamento, anche perché il nostro tavolo era nel posto migliore del locale, proprio davanti alla vetrata posteriore e laterale, quindi ci potevamo godere tutto il panorama, tranquilli e [semi] indisturbati.

Ora però sono a pezzi e sto anche poco bene, con nausea e mal di testa, non so se è perché ho mangiato troppo o se ho patito la macchina tornando a casa, visto che per tutto il tempo – scioccamente – ho guardato lo smatphone per le foto, etc.

Ah.. dimenticavo, non contenta mi sono anche fermata in un negozio cinese, per vedere se finalmente riuscito a trovare delle ballerine decenti nere della mia taglia, visto che non le trovo MAI, sembra fatto apposta, il 36 lo finiscono subito.
Alla fine me ne sono uscita con ben 2 paia di ballerine nere [che se sono più da tutti i giorni, mentre io ne cerco un paio spiccatamente più elegante], un vestito lungo verde [ma che posso mettere con le ballerine, anche dal mio metro e sessanta. Urrà!] con scollo a V e 2 bolero neri a maniche lunghe, per quei giorni in cui non si sa cosa fare per via del tempo ballerino e non si vuole rinunciare al vestito con le maniche corte, perché giustamente “non si sa mai” [se lo avessi avuto oggi avrei indossato il tubino nero, che non è leggero, ma ha le maniche corte].

..vado, il mal di testa sta degenerando.

Articoli Correlati

Lascia un commento