Nuove Opinioni

Ieri – dopo aver letto recensioni non tranquillizzanti sull’Ospedale di Orbassano – ho preso un appuntamento privato all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, ovviamente per portare tutti i documenti con i vari referti e chiedere un’altra consulenza/opinione.

Non mi fido più di nessuno e quello che ho letto e sto leggendo in rete, informandomi e approfondendo la questione, con i referti alla mano, mi sta facendo entrare sempre più nel panico, perché la questione è seria, i referti dicono che si trova nello stadio più avanzato del NEN, il G3, abbreviato in NEC, quindi mi chiedo come possano ancora tergiversare senza iniziare alcuna cura e come abbiano potuto non fare nulla neppure quando gliel’ho riportato.
L’Ospedale scelto non ha posti? Ok, allora trovatene un altro, ma SUBITO! Senza aspettare un’altra settimana o addirittura più! Continuando a non fare niente.

L’appuntamento all’Istituto di Milano è fissato per venerdì sera, in realtà c’è anche l’Istituto Europeo di Oncologia, sempre in zona, ma l’ho visto dopo e comunque sembrano avere una “fama” molto simile, con “Certificazione D’Eccellenza” per lo studio e il trattamento di questo tipo di tumore.
Spero di non aver fatto la scelta sbagliata, ma ce ne sono talmente tanti, molti dei quali concentrati proprio a Milano.

Eppure mi sembra ancora di non fare abbastaza, se l’appuntamento fosse stato oggi mi sarei sentita molto meglio, invece si deve di nuovo – e ancora – aspettare il passare dei giorni per avere una risposta, di qualsiasi tipo a questo punto.

Mi sento sospesa nel vuoto, su tutti i fronti, non solo per la salute di mio padre, ma anche per le altre questioni di famiglia e il mio “lavoro”, la mia relazione, la mia residenza… ed è veramente pesante quest’incognita continua e sempre più estesa a ogni settore della mia vita.

Spero che questi giorni passino in fretta.. e senza variazioni negative di alcun tipo.

Articoli Correlati

Lascia un commento