Il limite

Ho raggiunto il limite delle prese per il culo e ieri ho insultato l’oncologa di quell’ospedale pessimo, in cui questi idioti che se ne sono fregati fino ad ora non solo hanno sabotato il traferimento a Orbassano annullandolo, ma si sono addirittura permessi di negare che sapessero del tumore fino a ieri! Sostenendo che non era stato l’oncologo ad annunciarci il tumore per poi farlo dimettere. 

Sono andata su tutte le furie e le ho detto di tutto, che non siamo idioti e di non prenderci per il culo, che lo sanno da inizio mese e non hanno fatto assolutamente niente, che la loro professionalità è pari a zero, specialmente quella del suo responsabile che prima dice a mio padre che ha un tumore, poi lo saluta con ‘ci vediamo tra un mese’ senza ulteriori visite per capire a che punto è quel maledetto tumore, per nulla umano e ancora meno professionale. Poi altro e altro e non mi ricordo, oltre alle sue risposte assurde da ‘ma lei è aggressiva’ a ‘non serve a nulla recriminare, quello che è stato è stato’… furia pura.

E comunque ha nuovamente detto tra il suo arrampicarsi e un altro che non faranno nulla per via della febbre, ancora! Quando il medico di Milano che vedrò oggi ieri mi ha chiamata dicendo che la febbre è causata dal tumore in espansione, che oramai si sta mangiando il fegato non riuscendo ad espandersi oltre, chiedendomi il punto di inizio, sostenendo che non può essere il fegato… e quelli non lo sanno neppure e non cercano neanche.

Spero che oggi mi dirà qualcosa anche solo come farlo ricoverare da loro, anche se so che ci sono delle tempistiche rigide e un’accettazione delle richieste visto che sono numerose e da tutta Italia.

Articoli Correlati

2 Commenti per Il limite

  1. Fefy
    venerdì, 10 luglio 2015 at 22:00 (2 anni ago)

    Ho letto gli ultimi 21 post tutti insieme, è stato un periodo un po’ complicato anche qui.
    Ma possibile che fingano che non esista l’IRCCS di Candiolo (a 9Km da Orbassano) in cui fargli fare gli accertamenti che servono ed eventualmente predisporre un ricovero? Possibile che la sanità pubblica sia diventata essa stessa un lusso?
    Senza parole, ti abbraccio.

    0
    Rispondi
    • Sylia
      sabato, 11 luglio 2015 at 16:45 (2 anni ago)

      Guarda non so cosa pensare, ieri – anche da un’Oncologa di Ivrea – ho ricevuto più risposte, che purtroppo già avevo trovato da sola due settimane fa, ma che hanno confermato tanti timori.
      Purtroppo non so che gioco stiano facendo ad Ivrea, il perché abbiano sabotato il trasferimento a Orbassano, complicandoci la vita, perché privatamente sto constatando che è molto più difficile far ricoverare una persona in emergenza, quando quest’ultima è già ricoverata altrove.

      Per adesso visto che gli accertamenti finalmente sono partiti [con ben DUE e più settimane di ritardo] non ci resto che aspettare, sperando che tengano in considerazione il consulto fatto privatamente da noi all’IRCCS di Milano.

      0
      Rispondi

Lascia un commento