luglio 19th 2015 archive

Troppe cose da fare

Dovrei dividermi in 3, potendo delegare poco o niente, visto che tutto comunque mi torna indietro essendo il “riferimento” generale.

Oggi avrebbe dovuto essere una giornata tranquilla, in realtà – come sempre da quando sono qui – non mi sono fermata un attimo, tra:

  • risistemare un po’ casa;
  • andare da mia nonna a spiegarle finalmente la situazione [omettendo la parte più “definitiva”];
  • smontare la camera di mio fratello per fare spazio al letto matrimoniale [ci starà poi mio padre una volta tornato, essendo la camera vicina al bagno e al primo piano, non in mansarda come camera sua];
  • cercare/ordinare il materasso + rete con doghe in legno [ho optato per Mondo Convenienza, in cui il risparmio è stato superiore a l’iKea e inoltre mi portano tutto direttamente a casa questo martedì, risparmiando viaggio, affitto furgoncino, benzina e autostrada, essendo a Settimo Torinese il negozio più vicino];
  • svuotare gli armadi dalle “rimanenze” di mio fratello;
  • spiegare a mia zia le agevolazioni per i malati di tumore, con la richiesta di invalidità civile, come, a chi, quando e perchè;
  • tinteggiare parti della casa, per togliere le macchie più evidenti, mentre mio zio ha passato la prima mano nella ex-camera di mio fratello, domani mattina però dovrò provvedere io.

E domani di nuovo sarà una giornata piena, visto che dovrò passare la seconda mano nell’ex camera di mio fratello e poi andare dal medico di base, che è anche un medico certificatore autorizzato [l’ho visto sul sito dell’INPS], che dovrà compilare online la certificazione medica richiesta, per poi rilasciarmi il codice – più una copia cartacea – e dopo potrò procedere con la richiesta dell’invalidità civile direttamente online, sempre sul sito INPS, tramine l’account di mio padre, dovrò però chiedere se l’indennità di accompagnamento è già inclusa nei casi di chemioterapia in atto, come ho letto sul web, o se dovrò fare una richiesta a parte o assieme, non ne ho idea [e poi – una volta concessa l’invalidità – dovrò richiedere l’esenzione del ticket all’ASL], successivamente dovrò andare anche all’Ospedale per vedere se i medici hanno già cambiato idea su qualcosa e vedere come sta mio padre, inoltre forse dovrò richiedere la cartella clinica completa se il medico di base non riuscirà a visualizzarla online e ne avrà bisogno per la compilazione del modulo dell’INPS.

..che caos, già mi prende male.

Tra l’altro c’è ancora la questione “Finanza” in sospeso, per cui potrebbero anche farsi risentire domani, ma mi dispiace, io non ho più alcuna intenzione di aggiungere altra pressione su mio padre, il questionario compilato correttamente – visto che le domande presenti hanno tutte le risposte – ce l’hanno, ed è assurdo chiedere/chiederci di rispondere a domande che non sono presenti, che LORO non hanno scritto, da quando chi è interpellato dalla Finanza deve porsi le domande e rispondersi da solo?! Bah.

..avrei dovuto inviarlo decisamente con la Pec, perché l’ho fatta se poi quando serve non la uso?

Sicuramente avrò altro da fare, ma in questo momento non me lo ricordo.
Per fortuna che ieri pomeriggio tardi, dopo essere tornata dalla spesa fatta al mattino con mio fratello [in cui  – tra la spesa standard per me, lui e mio padre, visto che possiamo portargli alcune cosette anche da mangiare – ho preso ben due paia di scarpe.. con il tacco! ohi ohi] ed essere poi passati all’Ospedale da nostro padre, tra una ricerca d’informazioni e un’altra sono riuscita a farmi anche la tinta, perché altrimenti non credo che ne avrei più avuto l’occasione e oramai erano mesi che non la facevo, cosa più che evidente.

Spero vivamente che martedì mi portino il materasso + la rete, e che la tinteggiatura in camera sia già terminata/asciutta, perché almeno se mio padre dovesse essere dimesso mercoledì troverebbe già tutto pronto, anche se tutto è ancora assai incerto, visto che non si sa neppure con certezza QUANDO inizieranno con la Chemio, mercoledì? oppure il lunedì successivo? mistero, dato che prima gli dovranno “impiantare” un catetere venoso centrale, a causa dell’ormai estrema difficoltà a trovargli una vena funzionante, che poi comunque si “chiude” dopo poco tempo. Ci avevano detto che tutto ciò verrà fatto martedì, ma siccome la loro specialità è rimandare, ci crederò solo quando lo vedrò.

Sto svenendo dal sonno, devo urgentemente fiondarmi a letto…
anche se tra poche ore sarò nuovamente sveglia. Ehhh..