Windows 10

Ebbene sì, a me Windows 10 piace e anche molto [almeno per ora], forse perché dopo il pallosissimo Windows 8.1 tutto fondamentalmente mi sembra una boccata d’aria fresca.

Apprezzo molto la “grafica minimal” e poi è tornato l’amatissimo menu in Start, che non ti obbliga ad uscire in un’altra schermata per cercare qualsiasi programma [è comunque impostabile, per i pochi amatori di W8 o i tablet, credo], tutto quindi mi sembra più immediato, anche se molte voci sono state spostate totalmente dal “Pannello di Controllo” classico, alla nuova [creata su W8] sezione “Impostazioni”, causando qualche istante di smarrimento iniziale, in cui nulla sembrava più modificabile, neppure la grafica dello schermo, le notifiche, la selezione dei programmi principali [unico modo per cambiare il browser predefinito, da Edge – se lo mettono in automatico.. furbetti – a Firefox o altri], windows update, ripristino, etc. etc.

L’unica cosa che non ho apprezzato molto è stato il post-installazione/aggiornamento, quando mi sono resa conto che molti programmi di ASUS non funzionavano più correttamente, ritrovandomi a doverli Ripristinare [neanche aggiornare], mentre altri dovrò proprio toglierli perché a quanto pare W10 non supporta più alcune caratteristiche di W8, come ad esempio il riconoscimento facciale, inoltre mi ha fatto rimanere un po’ perplessa il fatto che in automatico abbia totalmente rimosso alcuni programmi [??] tra l’altro neppure di Microsoft e che Office 2010 abbia definitivamente smesso di funzionare, anche se questo in parte lo avevo messo in conto, al massimo valuterò poi l’acquisto del 2016, che comprende anche 1T di spazio virtuale, il che è sempre utile.

Ah.. dimenticavo Cortana, la pseudo Siri, di cui non ho mai capito l’utilità neppure sullo Smartphone, visto che parlare da sola non mi sembra questa gran genialata ed inoltre sul Note4 ho anche dovuto disattivarla, perché mentre parlavo con persone vere aveva la tendenza ad attivarsi [pur non pronunciando mai la frase di attivazione predefinita], facendo solo danni.
Tra l’altro il motore predefinito e non modificabile di Cortana è Bing, che francamente non mi piace per niente, preferendo comunque Google, quindi alla fine mi ritrovo ugualmente ad aprire il Browser per fare le mie ricerche, senza “chiedere a lei” nella barra delle applicazioni, senza contare che tutto il resto, le implementazioni con le applicazioni, le notizie, il calendario, lei che “parla/scrive”, etc. funziona solo ed esclusivamente se attivi la geolocalizzazione, altrimenti si mette in sciopero totale [che non è una gran perdita..].

Lascia un commento