agosto 21st 2015 archive

Appuntamenti su Appuntamenti

Domani mattina dobbiamo di nuovo incontrare il Contabile per capire se e come procedere con varie questioni decisamente rilevanti, poi tocca alla spesa, mentre per lunedì mi prende male, visto che mio fratello ed io dovremo andare in troppi posti, troppi, e non credo che riusciremo a fare tutto, come non credo che riusciremo a trovare una macchina decente.

In sostanza toccherà alla banca, per consegnare un documento, poi al veterinario per fare le analisi al gatto di mio padre [forse ci spedirò mia cugina..], e successivamente inizierà al giro dai concessionari in Piemonte, specialmente verso Torino dove ho già preso un appuntamento – al pomeriggio – per una macchina vista in un annuncio, ma forse chiamerò anche un privato.. non lo so, vedrò domani.
In realtà c’è anche la possibilità che per lunedì l’Ospedale fissi un appuntamento con l’infettivologa all’ultimo minuto, ma in tal caso se la dovrà vedere mia zia, anche perché o facciamo tutto lunedì, oppure prossimamente sarà difficile per mio fratello riuscire a trovare un giorno libero grazie al lavoro assurdo che fa.
Inoltre mi sta venendo in mente che molto probabilmente alle 7 del mattino passerà nuovamente il medico di famiglia “per controllare”,…. che gran rottura.

Martedì poi ci sarà già altro, tra cui il prelievo del sangue che ho fatto fissare qualche giorno fa e sicuramente bisognerà terminare qualcosa “in corso”, o per gli appuntamenti avuti il giorno prima, o per il contabile, oppure perché finalmente ci arriva la risposta della Regione.

Uhmm.. guardando gli annunci online ho appena constatato che la macchina Nissan Micra Verde che eravamo andati a venede a Torino giorni fa non è più disponibile, non so se dispiacermi o meno, visto che il prezzo era buono, ma le condizioni no e inoltre non mi convinceva per niente il venditore, sarò diffidente io a prescindere oramai, però non mi erano piaciuti alcuni discorsi fatti, che introducevano un possibile pagamento parziale in nero/contanti, perché sosteneva di non poter dichiarare la cifra completa di vendita per “motivi X”… e inoltre sosteneva che l’auto avesse avuto un solo proprietario, ma in realtà lui era il secondo, infatti l’aveva acquistata da poco per rivenderla, pur non essendo un’agenzia e quindi vendendola senza garanzie.
Non so, era un giro un po’ strano e sospetto, ecco perché pur piacendomi la macchina e pur essendo stato il prezzo “””interessante”””” [ma troppo elevato per le condizioni e la poca sicurezza per la parte meccanica, visto che dopo 10 anni generalmente qualcosa di importante alla fine deve essere cambiato il che vuol dire sborsare tantissimi soldi] alla fine l’ho messa da parte, continuando la mia ricerca verso altro, anche di leggermente più costoso..

Tra l’altro giusto pochi giorni fa ho notato che la moglie di un mio cugino [vista e conosciuta per la prima volta in quella stessa occasione… io pensavo fosse la badante della sorella di mia nonna….] ha proprio quella macchina, la Micra, che attualmente è il modello che cerco, perché è piccolina e consuma poco, specialmente se Diesel, sebbene lei mi abbia detto che anche con la benzina i consumi sembrano essere contenuti.
Bah… vedrò lunedì, incrociando le dita.

Ora Basta

Vorrei tanto capire che razza di concezione hai di me, se quanto meno mi consideri un’essere umano con dei sentimenti o neppure quello, visto che le tue azioni e i tuoi comportamenti sempre pieni di pretese e critiche nei miei riguardi, dicono ben altro.
ANCHE in questo periodo oggettivamente orrido – con mio padre in Rianimazione e la scoperta del tumore al quarto stadio, più tutti i suoi infiniti problemi economici che sono saltati fuori – in cui chiunque anche un perfetto sconosciuto avrebbe quanto meno un minimo di riguardo e parole di sostegno, ma tu no, MAI, perché “tu sei così” [frase dietro cui ti piace nasconderti spesso, come se potesse giustificarti e abbuonarti tutto… ma vale SOLO per te, ovviamente] e hai sempre il diritto assoluto di essere il centro dell’intero universo.

Io non ce la faccio più, perché sì, fattene una ragione: ESISTO ANCHE IO!
E sono stufa di essere SEMPRE messa da parte, in un agolino invisibile, perché TU devi SEMPRE venire prima ed essere il più importante di tutto e tutti, pure di questa situazione orrida che vivo da mesi.

Da sei anni quello che provi e vuoi tu vale/conta tutto, mentre quello che provo e voglio io non vale mai un cazzo [e sei sempre e solo tu a decretarlo, perché a tuo avviso – come mi hai ripetuto più di una volta – io non valgo un cazzo ed è evidente].

ORA BASTA.

Nella mia vita e specialmente ora non ho bisogno di questo, delle critiche, delle scenate, delle parole sminuenti, delle “soluzioni facili” campate in aria come se fossero verità assolute, dei musi, delle accuse, delle ripicche per punirmi continuamente, “per rimettermi al mio posto” [decretato sempre e solo DA TE], del sentirti fare la vittima, quando sei il primo a fottertene di tutti, me compresa, del sentirti parlare solo dei TUOI sacrifici [???!!!], dei “velati” ultimatum e di sentirmi rinfacciare cose assurde [es. che hai speso tempo e soldi per venire su, dopo 6 anni in cui IO ti ho dato la mia vita, venendo IO a brescia, lasciando tutto per te, facendo tra l’altro avanti/indietro in treno nei primi 6 mesi, spendendo molto più di 150 euro e facendo ben più di 5 ore di viaggio totali! mentre TU in 2 mesi d’inferno MI HAI LASCIATA SOLA perché “sono fatti miei e tu hai la tua vita, il tuo lavoro“, venendo su 2 volte e per meno di 12 ore! senza MAI neppure chiedermi se avevo bisogno di qualcosa, NIENTE, ma non risparmiandomi critiche e facendomi stare pure male prima di andartene.. e poi OSI accusare me di essere egoista, di fregarmene del “nostro rapporto” e di non pensare a TE?!?!???? nella TUA vita MAI modificata neanche di un millimetro].

L’unica verità è che IO non ho bisogno di te, ma solo di me stessa. perché sì, non solo eisisto, ma valgo anche come persona/anima, meritando molto di più di tutto questo [più molto altro..] e finalmente ne ho preso atto.

Preferisco stare totalmente da sola, anche per l’eternità, piuttosto che sentirmi ancora [..e ancora, all’∞] così.