Alti e Bassi

Oggi sembra avere più forze, ha fatto più cose e ne è molto contento, anche se ora attribuisce tutto alla Flebo che fa giornalmente [e che non ha ancora fatto], ed in effetti credo anche io che quell’Antibiotico contribuisca molto ad abbatterlo, dopotutto sulle indicazioni di ogni antibiotico che chiunque può prendere, c’è sempre scritto che possono dare sonnolenza, stanchezza e ogni volta che mi è capitato di assumerli ho sempre avuto qualche spiacevole e pesante problema, perché non sono farmaci leggeri, a maggior ragione quello che prende mio padre e che tra l’altro nelle ultime settimane non gli somministrano neanche più regolarmente, perché talvolta vengono alle 7 del mattino, altre alle 12 e altre ancora alle 15, un qualcosa che a mio avviso NON è tollerabile, perché non puoi pretendere che una persona – o più – passi tutta la giornata ad aspettare i comodi altrui, non potendo così fare più niente ed è ancora più assurdo che passino alle 7 del mattino, disturbando comunque una persona che sicuramente non sta benissimo, altrimenti non avrebbe bisogno di una Flebo quotidiano di antibiotico, no?

È veramente così difficile arrivarci? Eppure dovrebbe essere il loro lavoro e poi la regolarità dell’assunzione dell’antibiotico è una delle cose più ovvie, che viene sempre sottolineata dei medici quando lo prescrivono, anche per motivi più soft.

Quando oggi si degneranno a presentarsi lo faremo presente, visto che anche mio padre finalmente se ne è reso conto, quindi non li asseconderà più alle mie spalle…

Il 21 comunque farò il punto delle situazione di tutto, domandando conferma anche per l’Antibiotico, chiedendo magari un appunto scritto direttamente dall’Oncologa, in questo modo non potranno più fare i comodi loro senza conseguenze, perché se mio padre dovesse stare peggio anche per l’errata frequenza di somministrazione del farmaco, dovranno assumersene la piena responsabilità.

Lascia un commento