Nuova Ossessione

Credo di avere una nuova ossessione: le Filofax/Organizer simili.

Mi sono resa conto di usarla sempre, il che è un bene, alla fine l’avevo presa per quel motivo, sebbene col corso abbia acquisito un’altra utilità: prendere appunti, con Tabs messi un po’ ovunque per identificare un argomento dall’altro.
L’unico piccolo inconveniente è che non passa inosservata essendo così grande – formato A5 – e pesantina, infatti giorni fa mentre stavo facendo un’esercitazione all’unico PC, il Formatore ha pensato bene di farmi passare l’Agenda – lasciata al mio posto – dagli altri corsisti, per leggere le frasi di introduzione/chiusura che ci aveva dettato pochi istanti prima, fingendo così una telefonata e.. diciamo che è stata al centro dell’attenzione per qualche minuto, sia per la grandezza, sia per il peso, il Formatore stesso per sottolineare la grandezza mi ha poi fatto una battuta del tipo “ma hai scritto ogni singola parola che ho detto che è così grande??“, ah-ah-ah, inoltre in realtà essendo estremamente personale – con agenda, documenti, liste, spese, la sezione di mio padre, etc – non sarebbe molto indicata in certi contesti, perché c’è sempre la possibilità che possa essere presa/visionata da terzi, anche solo per curiosità o per gli appunti.

Però è comodissima, punto, anche nel prendere gli appunti senza un sostegno, perché è già lei il sostegno e i fogli sono grandi il giusto per scrivere comodamente, senza neppure l’impiccio degli anelli grazie allo spazio presente.

Sarei tentata di prenderne altre, nello specifico sempre una Filofax A5 della serie Lokwood, ovviamente sul verdino, perché la trovo bellissima, peccato però che essendo di pelle il costo sia molto più elevato e poi ho visto in giro che è potenzialmente molto delicata e facilmente rovinabile, proprio per il materiale, cosa che a mio avviso è una grande contraddizione, idem per un’altra sul viola scuro della serie Malden.

Prenderei sempre e solo un’altra A5, perché ho avuto la conferma che è l’unico formato che riesco ad usare, gli altri mi “bloccano” perché veramente troppo scomode a causa della dimensione ridotta. La Pocket presa tempo fa – a 9 euro su eBay – è bellissima, ma per me è assolutamente non usabile, se non come rubrica telefonica o piccoli Memo, idem il formato Personal/Compact, che tra l’altro sono quelli più acquistati/usati, cosa per me strana, visto che la personalizzazione dei refil diventa più difficile vista la particolare dimensione del foglio [A6 credo], che quindi deve essere calcolato/tagliato completamente ogni volta e poi è sempre troppo piccolina, solo un po’ più grande rispetto alla Pocket, però non di molto.

giovedì, 3 dicembre 2015, ore 23:45
Rieccomi, in questi giorni non riesco a trovare il tempo per fare niente visto il Corso ingombrante e le uniche ore libere occupate sempre da qualcos’altro da chiarire/organizzare/sistemare etc.

Comunque oggi è successo quello che avevo scritto qualche giorno fa, una ragazza mi ha chiesto l’Agenda per vedere gli appunti e poi si è soffermata – seppur con discrezione – a guardare com’era fatta, nello specifico il divisore della sezione degli appunti [Coccodrilli di Escher], fotografandolo addirittura [??], sottolineando quanto fosse bello, poi probabilmente ha letto i nomi delle altre sezioni, ma non ha osato guardarle nello specifico, aprendole.
Poco male in ogni caso, è ovvio, dopotutto non ho nulla di grave da nascondere, però non è il massimo per la propria privacy [..non te la puoi portare dietro ance quando vai in bagno], anche perché io ora lì sopra ci sto segnando/mettendo veramente tutto, specialmente dopo aver cambiato l’impaginazione dell’Agenda, mettendo la settimana su due pagine e non più su una, aumentando quindi lo spazio in cui scrivere, diviso in 3 settori giornalieri, 1 per me, le mie cose, i miei impegni, cose fatte, etc. 1 per gli impegni di mio padre e 1 per varie ed eventuali: codici, adesivi per eventi/azioni, “to do”, etc. limitando la sezione Note a uno spazio che apre la settimana, grande come quelli dedicato ai giorni, ma più che sufficiente

Come dicevo nel post dedicato alla Filofax, è proprio questo il bello di questi organizer, la possibilità di personalizzarli/cambiarli continuamente, rendendoli dinamici e sempre adeguati alle proprie necessità, singole e settimanali, che possono anche variare continuamente, unico motivo per cui dopo anni di tentativi falliti, finalmente riesco ad usare continuativamente un’Agenda, senza scordarmela in un cassetto.

In ogni modo, per tentare di “ovviare” al problema di cui sopra, la scorsa settimana avevo provato a prendere un’Agenda compact, che è uguale alla personal [formato A6], ma con gli anelli più piccoli, che la fanno risultare quindi più compatta appunto e più semplice da portarsi in giro [considerando che ho già un’A5…], l’avevo acquistata in realtà solo perché mi ero imbattuta in un’offerta molto vantaggiosa rispetto al costo di vendita standard [un po’ come per la Pocket], quando l’ho avuta tra le mani però sono rimasta un po’ delusa proprio per le dimensioni molto ridotte, che in parte erano quello che volevo, ma dall’altra essendomi oramai abituata all’A5, mi prende male il pensiero di dover usare un’agenda meno comoda, ecco perché sto tutt’ora usando sempre la più grande, sebbene in futuro se dovessero capitare altre situazioni simili userei forzatamente quella, più agile, sobria e non personale, giusto per avere qualche pensiero in meno… e poi – come le sue “cugine” – è veramente molto ben fatta, anche se visto il costo basso temevo che fosse difettata.

Come da titolo, oramai credo che siano diventate la mia nuova ossessione, perché finalmente riesco a tenere tutto sottocontrollo, non dimenticandomi più niente, non solo delle cose da fare, ma anche e specialmente di quelle fatte! Permettendomi di tenere tutto in un unico posto che porto sempre con me [bilancio a parte, che è ancora e resterà sul mio smartphone Note4].

Lascia un commento