La Vendita di un Immobile

Dopo la vendita del Furgone [avvenuta in 2 giorni], ora mi tocca tentare di vendere l’Appartamento in centro paese, cosa che però mi sembra una missione impossibile a priori, sia per il lungo periodo di merda per quanto riguarda le vendite immobiliari [se le persone comuni non hanno soldi e faticano a trovare un lavoro qualsiasi, figuriamoci fisso, non possono neppure pensare di acquistare una casa], sia perché pur essendo stato ristrutturato interamente meno di 8 anni fa, attualmente non si trova in condizioni perfette [..grazie di nuovo papa’] e in più l’Edificio non si presenta per niente bene, anche a specialmente a causa del bastardo del piano terra, che lo ha sventrato per poi lasciarlo così… l’assurdità in persona, visto che il tipo è pure un Geometra, quindi sa perfettamente quanti danni sta causando sia all’Edificio, sia ai proprietari degli altri appartamenti, a maggior ragione se vogliono procedere alla vendita, come nel mio caso, dato che l’immobile viene pesantemente svalutato.

Ovviamente non ce ne può andare bene una.

Esteticamente esteriormente non è per niente attrattivo e purtroppo molti acquirenti si fermano a quello, quindi l’unica possibilità che ho per sperare di venderlo, è abbassare vorticosamente il prezzo di vendita, svalutandolo veramente tanto, arrivando quindi a guadagnarci ben poco una volta tolte le tasse, che purtroppo visto che dovrò venderlo prima dei 5 anni dal passaggio a me e mio fratello, saranno molto alte.

A questo punto però sarebbe comunque un costo in meno, perché le tasse lì sopra bisogna pagarle e anche le bollette mensili, pur essendo il contatore staccato, perché pur non usando un servizio ci devi pagare ugualmente le tasse che lo Stato ci ha messo sopra!

Tutto questo per dire che ho finalmente messo gli annunci anche online [sì, cercherò di starci più dietro, come avevo fatto per il furgone, anche se non mi è facile..], sebbene purtroppo le foto che ho dovuto usare siano pessime, visto che le ho fatte velocemente, mentre l’appartamento è ancora da risistemare, con tra l’altro i pochi mobili messi a caso [ho chiesto sia a mio padre, sia a mio zio, di trovare un modo per toglierli di mezzo, anche solo facendoli a pezzi].
Ho chiesto anche alla Sindaca di chiedere/vedere in giro, fornendo tutti i dati sull’appartamento, sperando anche di ingolosirla un pochino, visto che tutto l’edifico a fianco se l’è acquistato lei non molti anni fa, ristrutturandolo poi interamente e dando successivamente gli appartamenti in affitto :/
In più credo che dovrò rifare il cartello che avevamo messo quest’estate, inserendo il mio numero principale, dato che quello che è attualmente presente non lo uso mai e spesso è stato spento [..quindi a che serve?].

…inoltre a proposito delle bollette che arrivano comunque, ho appena preso una decisione a cui sarei dovuta arrivare molto prima: chiederò la disattivazione del contratto dell’energia elettrica, che tanto è a mio nome [..sempre grazie a mio padre, sì], così smetterò di pagare a vuoto, a maggior ragione se la vendita non dovesse avvenire in tempi brevi, perché di continuare a REGALARE soldi così, proprio non mi va.
Il futuro acquirente non dovrà fare altro che richiedere la riattivazione all’azienda d’energia che gli aggraderà di più, cosa che comunque dovrebbe fare in ogni caso.

Articoli Correlati

Lascia un commento