Uomini e le loro pretese

Perché gli uomini si sentono sempre in diritto di dirti COME dovresti essere, COME dovresti reagire, COME/COSA dovresti pensare e COSA dovresti fare?
Ovviamente solo per tentare di annullarti, cercando da subito di trasformarti esattamente in quello che VOGLIONO LORO.

Non esistono proprio uomini che si limitano a conoscere e ad apprezzare una donna per quello che è lei realmente? 
Non sono mai esistiti?
Forse no, dopotutto la sottomissione/annullamento della donna [essere inferiore, dall’unica utilità di servire l’uomo] fa parte della Cultura da sempre..
Bello schifo.

L’unica cosa positiva è che generalmente si sentono in diritto di comportarsi in tal modo da subito, senza neppure conoscerti, quindi si fa presto a mandarli a quel paese, evitando di perdere troppo tempo.

Estée Lauder e i consigli a caso

Ieri troppo speranzosa nel genere umano ho scritto una mail a Estée Lauder, sebbene ammetto che in realtà non avessi la minima illusione di ricevere una risposta sensata e infatti – che carini – mi hanno accontentata:

Salve,
vi scrivo per chiedervi come poter acquistare la colorazione Shell 1C0 del fondotinta Double Wear, disponibile ad esempio nello store UK, ma purtroppo non qui.
Tutte le altre colorazioni, compresa la 1C1 per me sono veramente troppo scure.

Grazie in anticipo per la cortese risposta.

Cordiali Saluti

S.

Un messaggio lanciato nell’oceano all’interno di una bottiglia avrebbe avuto più speranza di ricevere la risposta voluta, diciamo che “ci ho provato” ecco, fantasticando nel profondo che vendendo tale colorazione in UK – e non in Cina o in un altro continente – potessero farmi contattare dal loro Store Online inglese o che ne so io., ma alla fine sapevo perfettamente che mi avrebbero risposto “picche” e basta..
…e INVECE NO!

L’operatrice che mi ha risposto ha sentito l’impulsiva esigenza di far fare una brutale bieca figura all’Azienda che l’ha assunta, riportandomi via e-mail l’errore più grossolano, decantato e vecchio che accompagna il Fondotinta da quando lo hanno inventato:

Gentile Cliente,

Grazie per l’interesse dimostrato per Estée Lauder Online.
Le comunichiamo che la tonalità da lei richiesta non è in vendita in Italia.
Le consiglieremmo la tonalità 2C2 o la 2C3, anche se sarebbe meglio che si recasse direttamente presso una profumeria rivenditrice Estée Lauder per testare la tonalità a lei più adeguata.

Cordiali saluti

Federica

Estée Lauder Servizio Clienti Online

Telefono: 800800992

..devo aggiungere altro? Perché dopo averla letta io ci ho messo un po’ a ritrovare le braccia che mi erano cadute a terra.. assieme a tutto il resto. -_-‘

Credevo che questa presa per i fondelli verso le acquirenti si ripetesse oramai solo in quelle Profumerie piccolissime un po’ vecchiotte in cui c’è ancora chi crede realmente che usare un fondotinta di 5/8 gradazioni più scuro sia una cosa normale, giusto per avere un colorito sano, oppure negli Store in cui le commesse sono obbligate [oltre a truccarsi da clown, usando in un solo colpo tutti prodotti in vendita] a venderti qualsiasi cosa pur di non perdere il posto.. e INVECE NO!

Resto allibita e continuerò a esserlo fino alla fine dei tempi, sia per l’ottusità che le Aziende cosmetiche dimostrano nel continuare a considerare l’Italia come una sorta di “Africa” in cui tutti hanno la pelle media, scura e scurissima, escludendo per qualche motivo a priori la possibilità che ci possano essere delle donne con la carnagione chiarissima, sia per l’ignoranza basica data da una malata “cultura sull’abbronzatura a tutti i costi” che spinge tutt’ora TROPPI pseudo-professionisti ITALIANI del settore a dare consigli veramente pessimi con troppa leggerezza, DANNEGGIANDO in tal modo le acquirenti, a maggior ragione quando il costo del prodotto assolutamente errato non è per nulla basso.

…addirittura quello più scuro di 4 o 5 gradazioni mi ha consigliato [su di me di più], ma come diavolo si fa? Specialmente visto che io nella mia e-mail sono stata molto più che CHIARA.

Estée Lauder sono senza parole, e pensare che con MAC Cosmetics invece ti stai comportando così bene allargando sempre di più la gamma delle colorazioni chiarissime sulle varie tipologie di Fondotinta ANCHE in Italia.

Un Paese di Furbi

Il Canile mi ha chiesto 300 euro al mese, per “farmi un favore” dal secondo in poi potrebbero farmi la metà: WTF?!?!?

E poi fanno campagne contro l’abbandono, ipocrisia schifosa a 1000.

Se non altro ho capito perché via e-mail non volevano dirmi nulla, neppure via telefono, sti cazzi, perché ciò che mi hanno proposto non è decisamente onesto e neppure legale, essendo in poche parole un’estorsione bella e buona.

E’ un’ONLUS, con convenzione Regionale e con i Comuni suppongo, è l’unico della Valle, quindi non hanno alcuna concorrenza e sono certa che ricevono un tot per ogni cane, ed è questo il punto: mi farebbero firmare la cessione di proprietà, quindi il cane diventerebbe loro [e potrebbero iniziare a chiedere soldi per la bocca in più], ma nello stesso tempo pretenderebbero dei soldi MENSILI da ME, quindi sarebbe come cedere una macchina, un appartamento a qualcun altro, ma dover continuare a pagare le tasse, la benzina, l’affitto o le bollette di quest’ultime, più un’extra sostanzioso… a vita, fino a quando quest’ultima persona decide di cercare e cedere il tutto a qualcun altro e qui sta l’altra perplessità: perché mai dovrebbe farlo? Rinunciando a un introito mensile extra e in nero?

No, no, no, no!

Ho scritto a un altro canile del piemonte, che però non so proprio se potrebbe farsene carico e giusto per curiosità ho riportato la questione anche al Sindaco, che alla Regione conosce un po’ di gente, per capire se tutto ciò è “normale” [no, lo so già di mio] e se comunque si può informare meglio in merito, se poi ci scappa una segnalazione meglio ancora!

Io ho letto che in alcune Regioni la quota/tassa per la cessione al canile può essere anche alta, dai 100 ai 300 euro, ma cavolo.. è UNA TANTUM però! Non certo una sorta di canone mensile a vita, che solitamente viene applicato a chi lascia il cane “in pensione” per le vacanza o per periodi ben definiti, ma SENZA la cessione.
E comunque con 300 euro al mese troverei subito qualcuno disposto ad occuparsene e in un modo/luogo decisamente migliore!

..io le ONLUS che sto odiando sempre di più.

Le Recensioni di Amazon

Una volta mi fidavo delle recensioni di Amazon, fino a quando ho iniziato a notare una cosa strana: tante valutazioni massime, con recensioni apparentemente complete e molto simili, comprensive di tante foto + video, con al termine di quest’ultime un piccolo appunto sul fatto che il prodotto fosse stato preso con un codice sconto fornito dal venditore.

IL MALE.

Francamente fino a oggi pensavo che quel codice sconto fosse sul 20-30-40%, ma avevo comunque la speranza che tali recensioni fossero sincere e oneste, come viene aggiunto alla fine delle “precisazioni” di cui sopra [..tra l’altro NON inserite da tutti..], in realtà ho capito che non è così, proprio per una questione di TEMPO e leccaculaggine.

Come faccio a dirlo?
Perché oggi ho ricevuto una mail da un venditore [la mia mail è sul profilo di Amazon] in cui mi veniva richiesto di recensire un loro prodotto, scrivendomi il link di Amazon, aggiungendo che tale recensione sarebbe dovuta essere di minimo 250 caratteri, avrebbe dovuto contenere foto/video e la tempistica a disposizione era di massimo 5 giorni dalla ricezione [come fai a testare/valutare bene un prodotto? specialmente se “tecnologico”?].
Inoltre se avessi pubblicato il link del prodotto su Facebook o il mio canale Youtube, ci sarebbero state altre proficue collaborazioni future per altri prodotti.

..la ciliegina sulla torna però è il codice sconto, pari al 100%, quindi vengono R-E-G-A-L-A-T-I !!!!

Sono andata alla pagina Amazon del suddetto prodotto [che NON riporterò] e guarda un po’ il caso, aveva tutte recensioni a 5 stelle, che avevano esattamente le caratteristiche sopra riportate, con la frase d’avviso finale sul contatto del venditore o il “codice sconto” [ma col cavolo che dicono che è totalmente gratuito..] e comunque solo una parte ha inserito tale precisazioni, altri fanno invece i furbi fino alla fine, OMETTENDO PALESEMENTE questo piccolo particolare.

Lo schifo totale.

Da oggi in poi nelle mie recensioni su Amazon aggiungerò la precisazione che il prodotto l’ho acquistato/voluto io senza contatti con i venditori o codici vari, dato che io tendo a inserire foto o video, cercando di essere abbastanza esauriente o indicando ciò che per me è rilevante e francamente ODIO chi non mette neppure una misera fotografia, specialmente se poi viene fatta una critica,.. ma in generale sarebbe molto più facile acquistare online prendendo meno fregature se TUTTI facessero ONESTAMENTE la loro parte, senza vendersi per dei prodotti gratuiti, che solitamente sono pure delle mere Cinesate…
Che poi alcuni hanno pure la faccia tosta di scrivere che il prezzo è basso/economico/ottimo per il prodotto ricevuto aggratis….. che falsoni.

..che poi che diavolo se ne faranno?? Tutti accumulatori compulsivi? Bah..

1 2 3 8