Post Taggati ‘gente di merda’

Creditori Per Hobby

Un’ora fa è passato un signore, ha bussato alla porta, papà lo ha visto ed è uscito sbuffando, mentre io tenevo il cane che DEVE sempre rompere le scatole abbaiando come una pazza isterica.

Ho sentito che parlavano a bassa voce, ho intuito parole che improvvisamente mi hanno fatto scattare l’allarme rosso, sono uscita e mi sono piazzata in mezzo a loro, fissa.
Hanno smesso di parlare, tergiversando con un certo imbarazzo solo brevemente sul “come stai, tutto bene, tutto ok, ci vediamo”.

Il tipo, che mi ha dato prevalentemente la schiena, guardandomi brevemente all’inizio – quando hanno interrotto di parlare – con un’espressione che diceva “e tu chi cazzo sei e cosa diavolo vuoi? Che fastidio“, se n’è andato pochi istanti dopo.

Rientrando a casa, inutile dirlo, sono sbottata ferocemente [sì, ferocemente] chiedendo chi diavolo fosse quella persona e perché voleva dei soldi, visto che dalla parole intuite e dal loro atteggiamento era ovvio che si credesse un creditore, sottolineando che non aveva capito nulla di ciò che gli abbiamo detto io e mio fratello in questi mesi, visto che continua imperterrito a nasconderci le cose,.. più molto altro.

Alla fine è uscito fuori che quella personcina [piena di soldi e che non abita neppure qui] millanta un credito di 400 euro da 6/8 anni, che sarebbe l’importo di una bolletta dell’acqua pagata anni fa e a nome di SUO ZIO, defunto da qualche anno, di cui ha ereditato tutto, ex panificio incluso e anche l’appartamento soprastante.
Infatti sostiene che quella bolletta doveva pagarla mio padre, perché? perché c’è sul’ex contratto d’affitto? perché è a suo nome? NO, solo perché lo ha deciso lui, visto che gli accordi tra mio padre e suo zio erano altri e comunque mio padre ha sempre pagato tutto [dividendo l’importo con il tipo defunto], inoltre oramai la sua attività è chiusa da 5 anni, quindi…. ma che cazzo vuole?!?

Questo qui, sapendo le condizioni di salute di mio padre, si è presentato alla nostra porta per ri-chiedere 400 euro NON DOVUTI e neppure minimamente dimostrabili, giusto perché lo ha deciso lui scrivendolo a mano su un pezzo di carta, dato che quella bolletta – PAGATA anni fa – era a nome di SUO zio, per il SUO appartamento e non per il panificio [e anche se fosse stato, sarebbe stata da pagare solo la metà, già data a suo tempo allo zio, come sempre in 20 anni],.. cioè.. l’apoteosi dei pezzi di merda.

Lo avessi saputo prima lo avrei preso a calci fino in centro paese, e gliene avrei dette di tutti i colori, compreso che se si fosse fatto rivedere lo avrei denunciato per tentata estorsione, oltre che per danni fisici e psicologici, vista la condizione di mio padre, procedendo quindi anche per vie legali, specialmente considerando che dopo la sua sgradevole visita a mio padre è preso un attacco di panico e sembrava essere vicino a un collasso.

Ma che faccia di merda hanno certe persone? C’è una concentrazione cosmica qui? Perché io proprio non capisco…

Ora vado anche io dalla mi vicina di casa, mostrandole una qualsiasi bolletta di mio padre di qualche anno fa e dicendole che mi DEVE rimborsare, perché sicuramente era roba sua,.. vediamo se paga o se mi manda a quel paese, come farebbe qualsiasi essere umano sulla faccia della terra [..tranne mio padre ovviamente], prima però aspetto che le muoia qualche parente caro o che le trovino un cancro…