Post Taggati ‘ikea’

Ikea: VITTSJÖ il Tavolino per Divano

Come precedentemente scritto, ieri sono andata a ritirarmi il mio pacco Ikea, relativo l’ordine online che avevo effettuato il 28 Novembre [con non poche problematiche], in cui mi ero finalmente decisa ad acquistare il “Tavolino per Divano” VITTSJÖ, creato appositamente per essere affiancato comodamente a quest’ultimo e che Ikea in realtà chiama “Supporto per PC portatile”, motivo per cui inizialmente non riuscivo proprio a trovarlo [mica serve solo per il PC, è utile anche come appoggio per qualsiasi cosa, dalle tazze con la tisana, il tè, un bicchiere d’acqua, riviste, telecomando, fazzoletti con erogatore da tavolo, smartphone, etc.]

Ieri appena arrivata a casa l’ho immediatamente montato – è stato semplice e veloce – sfruttandolo immediatamente e trovandomi da subito molto bene, risolvendo finalmente ogni “problematica” ed essendo subito di grande utilità,.. anche secondo Leela, che ha approvato totalmente la scelta, mettendosi a dormire all’istante nello spazio sul divano lasciato libero dal mio portatile e addirittura “sotto” il nuovo tavolino, così, come se fosse sempre stato lì [..è magnifica].

Il tavolino in questione è nero, sul sito è segnato come “nero/marrone”, ma in realtà il mio è totalmente nero, inserti compresi, con il ripiano di vetro [particolare che io amo], c’è anche la versione rossa, con gli inserti bianchi/argentati, che in realtà avrei dovuto preferire, visto che la mia volontà iniziale era quella di verniciarlo immediatamente di bianco/crema,.. ora però sono un po’ titubante in merito, perché francamente non mi dispiace per niente neppure nero, forse perché in fondo non è l’unica cosa nera presente nella sala, tra il caminetto, decoder, interruttore della luce, etc.
Quindi credo che per ora lo lascerò così,.. potrò sempre verniciarlo più avanti.

Per via della sua struttura non risulta essere per nulla pesante, neppure esteticamente, è quindi facile da “gestire” e spostare per ogni evenienza, mettendolo di lato al divano se non usato [dove c’è la pianta] o per lasciare libero il divano.
Sembra comunque molto robusto, sebbene da indicazione di Ikea è altamente sconsigliato appoggiarci un peso superiore ai 15 kg, ma è normale, dopotutto il ripiano è composto da una semplice lastra di vetro appoggiata su delle piccole “alette” in metallo [di cui è composta l’intera struttura], quindi bisogna avere un minimo di accortezza, anche evitando sbatterci sopra le cose con forza.

Le misure sono: larghezza 35 cm x profondità 55 cm x altezza 65 cm, che per me e il mio divano risultano essere perfette [come si vede], anzi, addirittura precise-precise!
Quindi non potevo chiedere di meglio, ma in ogni caso prima di effettuare l’ordine ovviamente le avevo verificare con un metro accanto al divano, giusto per capire se poteva essere effettivamente al caso mio.. e sì, lo è.

Alla fine l’ho pagato 19,99 euro + 6,99 euro di spedizione [corriere GLS], per un totale di 26,98 euro.
Inizialmente mi dicevo che avrei fatto meglio ad andare a prendermelo all’Ikea, ma in realtà no, ASSOLUTAMENTE NO, perché contando la benzina e l’autostrada avrei finito per spendere MOLTO di più, non essendo l’Ikea a due passi da me, visto che la sede più vicina si trova a Torino -_-‘ [..siamo sempre esclusi qui in Valle.. grrrrrr], quindi sono più che soddisfatta così, anche perché cercando online dei tavolini simili ne ho trovati solo dai 200 euro in su, addirittura identici esteticamente a questo, ma presentati con la dicitura “di Design“, “personalizzato“, “blablabla“, [..se, vabbè.. 200/300 euro per un tavolino… Ikea tutta la vita].

L’unica “nota dolente” – oltre la problematica iniziale relativa l’ordine non registrato, ma pagato – a mio avviso riguarda la spedizione, non solo perché avviene tramite GLS, ma perché la tempistica non è brevissima e in più non è possibile seguirla in tempo reale, restando senza aggiornamenti anche per giorni, dato che Ikea non fornisce alcun codice tracking, ma da solo la possibilità di guardare gli aggiornamenti basici tramite il loro sito web all’indirizzo http://www.ikea.it/verificaconsegna, inserendo il numero dell’ordine:

ikea

Nel mio caso non ho avuto più alcun aggiornamento dal 3, quando è apparsa la spedizione del 2 dopo l’ordine effettuato il 28, mentre il 6 – dopo mezzogiorno – ho visto che era apparsa la dicitura “arrivato presso la sede del corriere” a cui però ho poi dovuto telefonare per esserne certa, non potendo verificare direttamente dal sito della GLS non avendo alcun tracking e l’operatore ha dovuto cercare il pacco tramite il mio nominativo.
In realtà il 6 dicembre era indicato come data di consegna già mentre effettuavo l’ordine, però se io non fossi andata a prendermelo da sola non lo avrei mai ricevuto ieri, ma molto probabilmente il 9 e senza alcun avviso visibile sul sito ikea [grazie GLS, siete i corrieri a me più vicini eppure al contrario di tutti gli altri consegnate nella mia zona solo 1 o 2 volte a settimana, causando ritardi di giorni].
So che comunque è possibile controllare la spedizione anche chiamando direttamente il servizio clienti al numero 800970909, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 20.

Dalla mia esperienza – su vari fronti – col Servizio Clienti di Ikea, nel caso di problemi consiglio vivamente di contattare l’Assistenza tramite Twitter @IKEAITALIA, che con me era stata la più veloce ed efficace, in realtà io mi ero semplicemente lamentata usando il loro hashtag generico e loro avevano subito contattata chiedendomi di scrivere in privato il problema, riportando i dati di contatto, etc. Poche ore dopo mi aveva chiamata un’operatrice che mi aveva già risolto tutto, con l’ordine già ricreato e spedito al magazzino.
Mentre tramite telefono l’Operatrice mi aveva liquidata subito con un “ci richiami da 48 ore e verificheremo” e tramite mail/form online mi hanno contattata telefonicamente il giorno dopo, ma solo per “aprire la pratica” inoltrandola in altra sede dove DOPO avrebbero ricreato l’ordine non registrato [io poi li ho fermati, visto che il mio ordine era già stato sistemato il giorno prima..].

 

Riassumendo:

VITTSJÖ, supporto per PC portatile, metallo marrone-nero + vetro, € 19,99, Codice: 002.502.49
VITTSJÖ, supporto per PC portatile, metallo rosso con inserti argento/bianco + vetro, € 19,99, Codice: 303.064.76

Una Donazione a Ikea?

Poco fa ho “donato” a Ikea 26 euro.

No, non mi sono rincretinita, ma molto semplicemente la mia Stalker Sfortuna si è rifatta viva, complice un e-commerce veramente orribile e completamente fallato, anche se non mi aspettavo fino a questo punto, al che viene spontanea una domanda: possibile che con tutti i soldi che fanno non si possano permettere un e-commerce decente?? Bah.

Non avendo uno Store Ikea a portata di mano, visto che il più vicino è a Torino, ho deciso di provare ad acquistare online un tavolino, il VITTSJÖ, che avevo adocchiato quant’ero scesa per il divano, dato che è perfetto concettualmente per me, essendo adatto proprio all’affiancamento al divano, facilitando l’appoggio del portatile o anche solo di una tazza di tè oppure di un bicchiere d’acqua, senza temere ogni volta di fare un disastro totale, macchiando tutto e rischiando di danneggiare il portatile [per ora infatti appoggio la tazza direttamente su quest’ultimo, vicino al touchpad e no, non è un’idea brillante vista la mia sbadataggine].

L’unica pecca è il colore nero, che però vernicerei immediatamente di bianco/crema, quindi sarebbe una cosa temporanea, avevo anche provato a guardare su altri store/negozi, trovando tavolini simili, ma a costi spaventosi, per cui alla fine mi sono decisa ad effettuare l’acquisto, l’ho messo nel mio carrellino – una volta loggata – ho inserito il mio CAP per calcolare le spese di spedizione, ho inserito il mio indirizzo, ho selezionato Paypal come modalità di pagamento e subito dopo sono stata mandata su quest’ultimo per confermare.
Ho ovviamente confermato/pagato, dopo di che è tornato il sito di Ikea, con questa schermata:

PANICO.

Sono andata nell’e-mail, dove ho trovato questa:

Cattura1

..e le maledizione hanno iniziato a sgorgare copiosamente, perché NO, non è possibile che un’azienda simile abbia uno store online così pessimo.

Ho immediatamente chiamato il servizio clienti, e dopo esagerate selezioni numeriche – neppure la Vodafone e la Tim arrivano a tanto – ho parlato con un’operatrice che mi ha semplicemente detto di aspettare 48 ore.
WHY??
L’ordine non è palesemente registrato, ma i miei soldi li hanno, ne ho la conferma da PayPal, quindi che diavolo devo aspettare esattamente se il loro sistema non mi ha minimamente presa in considerazione?

Ho scritto quindi un’e-mail al reparto “problemi con i pagamenti” o qualcosa di simile, riportando l’accaduto con gli screenshot soprastanti, sperando che almeno loro essendo direttamente nel reparto contabile – suppongo – possano illuminarmi in merito al mio pagamento totalmente a vuoto, dato che non mi sembra il caso di farlo passare per una semplice Donazione a una povera Azienda bisognosa.

Assurdo come ultimamente non me ne vada bene una neppure con gli Store Online più quotati, tra quest’ultimo, Amazon con il loro Prime farlocco, più dei loro venditori che NON spediscono svanendo nel nulla, senza contare i pacchi dispersi.

Resto in attesa di una loro risposta e se non mi chiameranno per sistemare la questione contatterò direttamente PayPal, dopotutto dovranno pur dimostrare di essere stati pagati per uno scopo, no? Con relativo codice di spedizione e se non c’è saranno obbligati a procedere col rimborso.
SPERO.

Ore 18:00
Dopo aver scritto un Tweet-lamentela, l’account di Ikea mi ha scritto per chiedermi di riportare in un messaggio diretto i miei dati e tutta la questione.
L’ho fatto, pur avendo sottolineato di aver già contattato l’assistenza, ma una segnalazione in più non fa mai male, sperando di avere presto una risposta sensata o con il rimborso, oppure con la presa in carico del mio ordine fantasma, che auspico visto che il tavolino mi serve prima di fare qualche danno al PC o al divano!

Ore 19:06
Problema risolto.
Ho appena ricevuto una chiamata da un’Operatrice Ikea, che ha rielaborato il mio ordine inserendolo nel sistema e inviandomi via e-mail la fattura col nuovo numero d’ordine, visto che l’altro non era mai stato registrato, anche se come mi ha confermato il pagamento invece era stato effettuato/incassato.
Sì è scusata per il disagio a nome dell’Azienda e mi ha avvisata che la data di consegna si sarebbe spostata di un giorno, dal 5 al 6, le ho risposto sorridendo che sarebbe arrivato quindi al mio compleanno e ci siamo salutate simpaticamente.

Ho però purtroppo visto che la consegna sarà affidata alla GLS, quindi non arriverà mai per il 6, a meno che non andrò a prendermelo io, cosa che probabilmente accadrà dato che dopo l’ultima consegna di qualche settimana fa preferirei non avere più nulla a che fare con il corriere a cui attualmente hanno affidato la mia zona, perché profondamente maleducato, almeno per i miei canoni, dato che una persona rispettosa non inizia a urlare ai vicini «la MADAMA Silvia è in casa?!?» almeno 7 volte, senza neppure suonare/bussare alla porta e senza neanche conoscermi cavolo!
la madama“… non so come funzioni nel suo mondo, ma non è un termine usato con cognizione positiva da queste parti, come “la sciura” in Lombardia.
..ma come diavolo si è permesso?!
L’unica cosa positiva è che subito dopo mi ha chiesto un’indicazione e io l’ho inviato erroneamente sui monti, non l’ho fatto di proposito confondendomi con una delle tante frazioni di quelle parti e rendendomi conto solo dopo che la zona cercata in realtà era qui vicino al centro [io la chiamo in un altro modo], ma poco male, si meritava quello e altro! Tzè!

Cof Cof

Non siamo ancora in inverno e io sono già ufficialmente ammalata, che tristesssssa.
Dopo il mal di gola è arrivato il tanto odiato raffreddore, che riesce a mettermi K.O. più di qualsiasi altra cosa, accompagnato da un filo di febbre e purtroppo – come sempre – nessun farmaco da banco sembra funzionare minimamente.
Chi mai riuscirà a trovare un rimedio farmaceutico o meno contro il raffreddore, diventerà ricchissimo in poco tempo e sarà ricordato fino alla fine dei tempi, ne sono sempre più certa [..ma perché nessuno si è ancora mai realmente applicato? buh]

L’unica cosa positiva è che ho già super testato il mio divano nuovo a cui mi devo ancora abituare in realtà, perché è molto più duro di tutti i divani da me usati fino a ora [cosa che dovrebbe renderlo più duraturo e non sformabile] e inoltre anche lo schienale è più alto rispetto la norma, con il “supporto basso appoggia-reni” – com’era stato definito dalla venditrice – tutte caratteristiche che in realtà dovrebbero rientrare tra i pregi, nel mio caso però non è proprio così, o meglio, per la mia schiena non è proprio il massimo, ieri infatti – anche a causa dei giorni precedenti in cui ho pulito e schiarito tutte le fughe – alla fine mi si era riacutizzato il dolore, tanto da non sapere più come mettermi.

Per cui alla fine sono ancora in fase di valutazione, mentre Leela è felice, dato che a lei piacciono gli appoggi rigidi, schifando i cuscini morbidi, etc.

..per ora comunque il KIVIK di Ikea era molto più comodo, perché estremamente soffice e un po’ più lungo, ma quindi anche molto/troppo sformabile.. e tra l’altro ho appena visto che non c’è più la versione bianca, ma solo quella grigia chiara e altre più scure [no buono].

Ed Ecco La Stanzetta

Come accennato nel post precedente, in queste settimane — tra le altre cose — abbiamo sistemato la stanzetta, che prima era adibita a.. nulla.
L’abbiamo ritinteggiata, faticando non poco, a causa di una decorazione orizzontale di cartone, che i precedenti inquilini avevano applicato direttamente sulla vernice fresca, causando così una sorta di fusione con la parete [sì, ci sono state mooolte maledizioni], poi abbiamo cambiato la sistemazione di alcuni mobili già presenti ed infine, abbiamo aggiunto il mio armadio con ante scorrevoli e la mia scrivania con le rotelline [tutto made-IKEA].

Lui la chiama la camera degli specchi [in fondo però il suo ego ringrazia..], ma essendo piccolina, mi è sembrato scontato l’uso massiccio di specchi e del bianco, per dare una maggiore profondità e luminosità, anche perché non solo è il mio angolo PC, scarpe e vestiti, ma è anche il mio angolo make-up [da notare gli utilissimi e carinissimi cassettini appositi,.. ancora da verniciare di bianco], quindi una buona illuminazione è fondamentale.

Per quanto concerne il colore invece.. beh.. non credo che ci fossero dubbi sulla mia scelta, vista la mia fissazione folle per il verde, giusto? ;)

Ci sono ancora alcuni ritocchini non urgenti da fare, come verniciare i cassettini porta make-up e le due librerie adibite a scarpiera aperta, che si trovano nell’angolino in fondo [se non sarà possibile, essendo in laminato, probabilmente le sostituiremo direttamente con altre bianche], inoltre sto cercando 3 quadrettini sul tono del verde, con del turchese, o uno unico orizzontale, da appendere tra la finestra e il divano, tanto per dare un altro po’ di colore,.. poi credo che aggiungeremo ancora qualche cuscino verde, più uno turchese [è il colore secondario, serve a trasmettere un po' di calore in più, dato che il solo verde, abbinato a tanto bianco, tende a mantenere un'atmosfera molto fredda], mentre lo specchio arancione, che si vede sulla scrivania, tra poco sparirà e verrà sostituito da questo, che tra l’altro — proprio da oggi — è già ad Aosta ad attendermi [grazie papà].

Dimenticavo l’ultimo punto, che in fondo è il più importante: riempire l’armadio con tutte le mie cose, scarpiera inclusa, cosa che però avverrà a… fine novembre? Inizio dicembre?? Non lo so, devo ancora decidere quando ritornare in Valle D’Aosta, per impacchettare e portare giù le ultime cose, macchina inclusa, il fatto è che tra il freddo, l’influenza in giro, una cosa e l’altra,.. la voglia di riprendere il treno per l’andata, mi scappa veramente da tu


tte le parti.. -_-‘