Post Taggati ‘macromediterranea’

Un anno

Oramai aggiorno sporadicamente questo Blog, ma credo di avere ragioni più che valide, specialmente questo mese appena passato in cui praticamente ho avuto pochissimo tempo, essendo sempre in viaggio da/verso Aosta, ma non solo.

La Radioterapia è terminata venerdì 18, anche se tutt’ora devo prestare attenzione con creme, oli, etc. e tra 3 mesi dovrò fare un controllo con RX Toracico per escludere possibili complicazioni al polmone sottostante, ma per il resto tutto sommato direi che è andata abbastanza bene, meglio di quanto temessi, forse grazie solo alla Connettivina e agli impacchi fatti usando la pellicola trasparente come copertura, sia per non sporcare i vestiti – specialmente la notte – sia per facilitarne l’assorbimento, che stava diventando sempre più lento e difficile, amplificando la naturale idratazione proprio per l’effetto “barriera” [stesso meccanismo dei cerotti di silicone usati per mantenere idratate e morbide le cicatrici. sì, funzionano anche loro].

Ho provato dolore?
Uhmm… ci sono stati alcuni giorni verso l’inizio della terza settimana, in cui mi stava sorgendo l’eritema e una secchezza/durezza centrale spiccata, proprio perché la crema e l’olio faticavano ad assorbirsi, non riuscendo quindi a fare il loro lavoro, ma tutto è passato velocemente quando ho iniziato ad usare la pellicola trasparente e tutt’ora il seno – sebbene sia arrossato e più scuro, praticamente abbronzato – è morbido, non ha lesioni e non mi fa male, anzi, al contrario di ciò che mi avevano detto sembra anche che si stia riprendendo velocemente, senza un ulteriore peggioramento, quindi ne sono decisamente contenta.
L’unico piccolo inconveniente lo sto vivendo da un’altra parte, nell’ascella, la parte più vicina al seno, perché per qualche strano motivo è stata irradiata… secondo me le ultime volte e per errore, visto che nessuno mi ha mai detto nulla in merito, non hanno neppure mai controllato,.. ma non avendoci mai messo niente ovviamente non ha avuto una bella reazione e ora mi fa un po’ male. Che noia.

Al termine della Radioterapia però “casualmente” c’è stato un altro evento abbastanza importante, anzi, non un evento, bensì un triste anniversario, quello della morte di mio padre, che inevitabilmente si è fatto sentire, cogliendomi forse anche un po’ impreparata, infatti credo che il contraccolpo si stia facendo sentire ora.. con tante sfaccettature diverse, che influiscono sul mio modo di essere, il mio carattere, le mie scelte, i miei comportamenti, che con tutto ciò che è successo negli ultimi anni.. sono decisamente cambiati, IO sono cambiata, non so se in bene o in male, ma in parte sono quasi più “rilassata” e mooooolto meno insicura, forse perché sto molto meglio con me stessa e prendo semplicemente le cose come vengono, nulla di più, senza crearmi problemi o paranoie varie e allontanando quasi immediatamente chi lo fa, o chi cerca di minare in qualche modo la mia autostima, perché la mia prima regola fondamentalmente è diventata questa: non farmi mai più ribaltare addosso le “tare mentali”, la negatività, il caratteraccio e le scelte altrui, prima di tutto CI SONO IO. Se una persona non mi fa stare/sentire bene: tanti saluti.
Incredibilmente semplice e lineare, peccato non averlo fatto prima.

Diciamo che sto pensando decisamente di più a me stessa, anche per via di ciò che mi è successo negli ultimi mesi, ho infatti cambiato anche alcune mie abitudini, o meglio, le sto tutt’ora cambiando specialmente sotto il punto di vista alimentare, seguendo la cucina “macromediterranea“, che fondamentalmente è quella suggerita da tutti gli oncologi. anche dai miei [niente zucchero, di alcun tipo, niente latte e derivati, niente farine raffinate 0 e 00, niente salumi e prosciutti, poche proteine animali e sostanzialmente da pesci piccoli e grassi, come lo sgombro, solo poco sale marino integrale, cereali non raffinati, quindi sempre integrali, anche per la pasta/riso/farina/latte vegetale, tutti i legumi, tutti i semi oleosi, frutta non zuccherina, non esotica e sempre di stagione, verdura non amidacea], ho acquistato vari libri, seguo alcuni gruppi, faccio, sperimento e un po’ mi sorprendo, visto che io non ho mai amato cucinare e ritrovarmi ad acquistare tutto bio, tra cui gli ingredienti base come farine integrali di vario tipo, cereali, etc. per poter realizzare da me cose in casa, un po’ è strano, diciamo che anche questa è una cosa nuova e sto provando tante altre, anche nel cibo, partendo dai legumi, che mai avevo mangiato, dai vari cereali, da svariate ricette per “trasformarli” in vari piatti, ma anche per la frutta e la verdura, dato che ho deciso di provare ogni volta qualcosa di nuovo, che non avevo mai usato/assaggiato… e mi piace, molto, è strano non averlo mai fatto prima.

Il discorso sarebbe molto più lungo e complesso, ma guardando l’ora mi rendo conto di non avere tempo e forse non sono neppure ancora pronta per farlo, però consiglio a chiunque di approfondire la questione.. e inserisco anche dei video del Dottor Berrino, che fondamentalmente riesce a spiegare molto bene alcuni concetti importanti [non suoi, ma portati avanti proprio da tutti gli oncologi su scala mondiali e da chi studia le cause tumorali e non solo].