Post Taggati ‘MakeUp Swatch’

Fondotinta Per Pelle Chiarissima Pt.3

A distanza di tempo, rieccomi ad elencare i fondotinta chiarissimi e chiari in mio possesso, che praticamente sto collezionando nella speranza di trovare quello “perfetto”, anche se fondamentalmente è una sfida impossibile, visto che la mia pelle cambia continuamente, in base alla stagione, stress, ormoni, etc. idem la tonalità, motivo per cui oltre ai fondi chiarissimi ho preso anche quelli un po’ più scuri, adatti all’estate, in cui comunque mi abbronzo pochissimo.

fondotinta-chiarissimi

Ecco un’iniziale e veloce elenco:

  • L’OREAL True Match “N1 Ivory”;
  • REVLON ColorStay “Buff 150”, “Ivory 110″ pelle grassa
  • RIMMEL Lasting Finish Nude 25 hr “Light Porcelaine 010”;
  • RIMMEL Lasting Finish Confort Serum 25 hr “Light Porcelaine 010”; 
  • RIMMEL Match Perfection “Light Porcelaine 010”;
  • RIMMEL Wake Me Up “Light Porcelaine 010”; 
  • MARC JACOBS Remarcable “Ivory Light 10”
  • MAYBELLINE Fit Me “110 Porcelaine”, “105 Natural Ivory”; 
  • MAYBELLINE Fit Me Matte+Poreless “110 Porcelaine”
  • MAC Studio Fix Powder “NW10”, “NW13” & “NC10”;
  • MAC Studio Fix Fluid “NW10” & “NC10”
  • MAC Mineralize Moisture SPF15 Foundation “NW13”
  • MAC Studio Sculpt SPF 15 Foundation “NC15”;
  • MAC Studio Tech Foundation “NC15”
  • MAC Full Coverage Foundation “NC15” & “W10“; 
  • ESTÈE LAUDER Double Wear “Shell 1C0”, “Cool Bone 1C1”, “1N2 Ecru”;
  • MISSHA M Magic Cushion “21“;

Alcuni fondi li avevo già “recensiti” e mostrati nel post “Fondotinta per Pelle Chiarissima pt.2“, mentre in questo post vorrei semplicemente parlare delle “nuove” colorazioni acquistate, tra cui l’NC10 di MAC, il 110 Porcelaine di Maybelline e lo Shell 1C0 di Estèe Lauder, che fino all’anno scorso erano irreperibili in Italia e in parte in realtà lo sono tutt’ora, MAC esclusa, visto che rende tutte le tonalità disponibili anche qui, tramite i punti vendita e il sito web italiano [sotto questo punto di vista, restano i migliori].

Premetto che ci sono altre marche giunte recentemente in Italia che vorrei provare, dato che sembrano fornire un vasto assortimento di colorazioni, dalle più chiare alle più scure, come ad esempio NYX, Kat Von D [tramite Sephora], MakeUp For Ever [tramite Sephora], NARS [tramite sitoweb  o Sephora], Inglot [difficile vedere i prodotti, reperibili solo in 2 store in tutta italia o online,], ma molti di questi – e altri ancora – prodotti non costano affatto poco e non potendoli vedere direttamente dal vivo non mi fido per niente effettuare un’ordine alla cieca, non dopo l’assordante cantonata presa con il fondotinta “Remarcable di Marc Jacobs, Ivory Light 10“, fin troppo chiaro [strano, ma vero] e assolutamente non adatto alla mia pelle, non riuscendo proprio ad usarlo in alcun modo, ma in questo post avevo fatto una recensione più approfondita.
In ogni modo ho recentemente contattato NYX per chiedere informazioni sulle loro colorazioni più chiare, dato che degli swatch la più chiara sembra addirittura bianca, mentre le 3 successive fondamentalmente sembrano essere molto simili tra loro, ma siccome ne sto sentendo parlare molto sono abbastanza curiosa di provarle, anche solo per il costo più basso rispetto ad altre marche, oltre che per la reperibilità ora più semplice, ma ovviamente se potessi le acquisterei/proverei tutte..

Ma ora passiamo ai Fondotinta “pale” che mi piacciono e uso di più, che alla fine sono anche i più recenti:

 

MAC Studio Fix Fluid/Powder “NC10”:

Standing Ovation a MAC per aver finalmente messo in commercio anche la versione neutra/giallina chiarissima, perché sì: essere chiarissima, non vuol dire essere per forza rosata! Io infatti ho un sottotono freddo, ma giallino e sul collo è estremamente evidente, sul viso molto meno, ma solo a causa dei miei rossori perenni, avendo una pelle sensibile, motivo per cui la tonalità NW10 mi faceva un effetto strano, quasi “caldo” [dopotutto la W sta per warm], era evidente che non rispettasse la mia tonalità.

La NC10 invece è proprio la mia, svanendo totalmente se applicata sul collo e togliendomi tra l’altro più facilmente anche i rossori [il contrasto col giallino], motivo per cui la amo profondamente, anche se non posso dire lo stesso per il fondotinta in se, lo Studio Fix Fluid, che per me risulta essere troppo secco, sebbene attualmente la mia pelle sia un po’ cambiata dopo aver interrotto la pillola, diventando più grassa, quindi volendo potrei usarlo con più facilità, ma fondamentalmente vedo che finisco sempre per buttarmi sullo Studio Fix Powder [NW 10, NW13, NC10 e NC15], che considero ottimo per la sua notevole coprenza e per la semplicità d’uso, senza troppo “impegno”, ottenendo un buon risultato anche se devo sempre attenuare l’effetto polveroso sul viso, spruzzando PREP + PRIME FIX di MAC, oppure un’Acqua Termale.

Mi auguro che al più presto faranno altri fondi con questa tonalità, anche se in alcuni l’NC15 risulta in effetti già molto più chiaro rispetto allo Studio Fix [provare, provare sempre!], diventando adatti per me nel periodo estivo, in cui volendo o meno, un po’ mi scurisco [es. Mac Full Coverage, Studio Tech, Studio Sculpt]

Un appunto sui MAC Full Coverage Foundation, che ho cercato per molto tempo prima che li rendessero nuovamente reperibili: di base risultano essere molto più chiari rispetto al concealer, anche se fondamentalmente sono dei concealer, indicati per coprire tatuaggi e teoricamente anche un’acne molto vistosa,.. e lo fanno, eccome se lo fanno, ma essendo fondamentalmente “un pastone” l’effetto è tutt’altro che naturale e inoltre a mio avviso è troppo corposo per poter essere usato su pelli problematiche.
Le colorazioni però sono ottime e addirittura troppo chiare.. strano, ma vero, la W10 è un rosa confetto chiarissimo e la NC15 sebbene sia più scura, mi sbianca comunque.

Mentre il MAC Mineralize Moisture NW13 lo trovo pessimo per me, fa tutto ciò che non voglio e non fa ciò che voglio: evidenzia pellicine e secchezze varie, non coprendo assolutamente alcuna discromia e non omogenizzando nulla, quindi fondamentalmente è un fondotinta per pelli secche/normali non adatto realmente alle pelli secche, forse solo a chi ha una pelle normale, senza alcuna problematica particolare.
Risulta inoltre molto “untuoso”, cosa che dovrebbe creare un effetto “luminoso”, in realtà no… sembri unta e basta.
La colorazione NW13 risulta essere chiarissima, ecco perché non ne sono state messe in commercio altre più chiare.

Lo Studio Sculpt e lo Studio Tech li avevo presi per l’estate, nella loro colorazione più chiara NC15, ma purtroppo risultano essere troppo pesanti e difficili da applicare/portare, lo Studio Sculpt nello specifico è molto unto, tanto che l’olio si separa dal prodotto anche nel tubetto, mentre lo Studio Tech è un prodotto strano, sembra cremoso, ma poi tende a diventare quasi polvere e tra l’altro si asciuga subito, ritirandosi anche da dentro la sua confezione.
Personalmente li boccio entrambi.

 

ESTÈE LAUDER Double Wear “Shell 1C0”

Sono anni che sento parlare di questo fondotinta e sono altrettanti anni che maledico l’Estèe Lauder per non fare/vendere una colorazione chiarissima, fino a quando mesi fa sul loro sito ho notato la presenza delle colorazioni più chiare, mai viste in Italia fino a quel momento: 1C1, 1N1 e 1W1, colorazioni che tra l’altro per qualche assurdo motivo non si trovano tutt’ora nei negozi fisici, ma neppure il molto store online, tipo Sephora, Douglas, etc.
Ovviamente ne ero contentissima, fino a quando leggendo un po’ di recensioni americane in giro, mi sono resa conto che per molte “chiarissime” il 1C1 [il più chiaro tra i tre] risultava essere comunque troppo scuro: desolazione.
Alla fine visto il costo decisamente non basso e per evitare un’altra cantonata, avevo deciso di provare ad acquistare una “mini-size” su Ebay, ovviamente dall’UK, scelta che è stata decisamente ottima [e che consiglio a tutte le dubbiose], visto che non solo ho potuto verificare la colorazione effettivamente deludente, ma ho anche avuto modo di provarlo più volte, scoprendo che la formulazione è molto meno “secca” dello Studio Fix Fluid e sulla mia pelle è più adatto di ciò che pensassi, adeguandosi bene sia ai periodi freddi con la pelle più secca, sia ai periodi caldi con la pelle più grassa.

Perché la colorazione 1C1 la trovo deludente?
Perché è decisamente più scura del mio incarnato e in più vira molto sul rosato [la C sta per cool, che per molti purtroppo significa “incarnato rosato”, la N per “neutral” e la W per “warm” e credo sia sul giallo in questa marca].
Un vero peccato, visto che la formulazione mi piaceva molto.. fino a quando tra varie ricerche online ho scoperto che in realtà esisteva un’altra colorazione più chiara, che però sembra essere disponibile sono in US e in UK [perché??] e si tratta proprio della “Shell 1C0”, oggettivamente non facile da reperire, io l’ho trovata facendo più ricerche – in tempi diversi – su Ebay, acquistandola ovviamente dall’Inghilterra a un costo di 39,48 euro, contro i 48 euro del sito ufficiale [quindi mi è andata anche bene].

Ovviamente anche questa colorazione vira sul rosato, però è decisamente più chiara della 1C1 e se fosse un po’ più gialla/neutra sarebbe perfetta [ma non si può pretendere troppo.. ehh..], in ogni caso quando la uso l’abbino allo Studio Fix Powder NC10, che ne modifica un po’ il colore e personalmente mi ci trovo molto bene, talmente tanto che per il periodo estivo in cui comunque tendo a scurirmi un po’, ho acquistato una versione più scura e neutra [ha comunque del rosa dentro, ma è più beige], anche grazie a uno sconto del 25% trovato su Douglas, che fondamentalmente sarebbe la tonalità che un po’ ovunque viene fatta passare come la più chiara [no comment] e sarebbe la 1N2 Ecru.
Non la uso da sola, ma la mescolo con la 1C0, in modo tale da creare la tonalità al momento più simile alla mia e ne sono soddisfatta, perché oggettivamente alla fine è la soluzione ideale per ogni stagione/occasione, avrei voluto farlo anche con lo Studio Fix Fluid, ma non trovandomici benissimo, ho preferito buttarmi solo sul Double Wear.

Aggiornamento dell’ultimo minuto: ora è possibile reperire tutte le colorazioni sul sito http://www.lookfantastic.it, in cui c’è addirittura la 1N0, che non avevo mai visto prima, ed è possibile acquistare anche l’erogatore, il “pump”, per non sprecare il prodotto.

Estèe Lauder Double Wear 1N2 Ecru, 1C1 & 1C0

Estèe Lauder Double Wear 1N2 Ecru, 1C1 Cool Bone & 1C0 Shell

 

MISSHA M Magic Cushion “21”

L’unico fondotinta a “Cushion” che uso e che mi ha molto sorpresa, stra-usandolo nei mesi invernali, vista la sua consistenza morbida che mi aiutava molto con la mia pelle secca, ma ne ho già parlato in modo più approfondito in questo post.
La colorazione “21” dovrebbe essere la più chiara per i Fondotinta, anche se sto notando l’esistenza delle colorazioni “11” e “13”, ma solo per le BB cream e i fondi non cushion, spero però che amplificheranno la gamma al più presto, perché per me la “21” è un po’ scura, più adatta nel periodo estivo che in quello invernale, infatti cercavo di rimediare usando sempre sopra lo Studio Fix Powder NC10 di Mac.

MISSHA, cou

MISSHA, Cushion M Magic “21”

 

MAYBELLINE Fit Me “110 Porcelaine”

Una colorazione che ho cercato per anni, visto che in Europa non è commercializzata, qui infatti è presente un altro tipo di numerazione, che va fino al 105, ma la colorazione è molto più scura [come mostro nell’altro post], mentre la 110 Porcelaine è effettivamente chiarissima e tendente al giallino, più di quanto immaginassi in realtà.
Purtroppo dopo il mio acquisto, effettuato su Ebay se non erro, la mia pelle è cambiata, diventando più grassa e quindi assolutamente non adatta a questo tipo di fondo, che è indicato prevalentemente per le pelli secche.
Per quelle grasse è uscita un’altra versione, il Fit Me Matte+Poreless, che stranamente è reperibile anche in Italia nella colorazione 110, ma nella confezione a tubicino di plastica, non più in quella di vetro [come si trova in USA, etc], cosa che mi fa comunque sospettare che il prodotto sia nuovamente differente rispetto a quello venduto in altri Paesi.. e in effetti se la paragono all’altra colorazione 110 del Fit Me classico, risulta essere leggermente più scura e rosata.
Sinceramente la versione Matte+Poreless all’inizio non mi piaceva, la trovavo troppo secca e non ne apprezzavo la resa sulla mia pelle, mentre riprovandola in questi giorni mi sono resa conto di trovarmici bene, forse per il cambiamento della mia pelle, diventando meno secca, ma ha una buona durata, sta dove lo metto e come lo metto, anche dopo 12 ore su di me risulta quasi intatto, quindi ammetto di aver cambiato idea in merito, tanto che attualmente è il fondo che uso maggiormente.
Mentre per quanto riguarda la versione classica – quando avevo la pelle secca – mi piaceva molto, perché sebbene non fosse molto coprente riusciva a dare un bell’effetto alla pelle, non facendo esaltare le pellicine.

Quindi il mio consiglio è quello di provarli in base al proprio tipo di pelle, a maggior ragione se si ha una pelle chiara e grassa, infatti dovrebbe essere ancora facilmente reperibile la colorazione n. 110 Matte+Poreless, anche nei supermercati, mentre per la versione “normale”… lasciate perdere, se siete chiarissime ci sono altri fondotinta più facilmente reperibili, simili e forse anche migliori [trovabili anche nell’elenco iniziale, tra Rimmel, Revlon e l’Oreal]

Maybelline Fit me 110 / 105 - Fit me Matte 110

Maybelline Fit me 110 / 105 – Fit me Matte 110

 

Dei prossimi  fondotinta avevo già parlato nei miei precedenti post, ma un mini riassunto fa sempre bene, anche perché la mia opinione non è cambiata, ma si è confermata:

 

L’OREAL True Match “N1 Ivory”

Questo fondotinta è quello da me probabilmente più usato, fino all’acquisto del Double Wear, perché non secca [non è adatta alle pelli grasse], è mediamente coprente e il colore tendente al giallino è ideale per la mia tonalità di pelle.
La colorazione N1 neanche a dirlo in Italia io non sono mai riuscita a trovarla, infatti l’acquistai su ASOS.COM, ma teoricamente dovrebbe essere reperibile anche qui [qualcuna l’ha mai trovata?].
È un ottimo fondotinta “da tutti i giorni” anche per il costo, infatti quando non voglio qualcosa di troppo impegnativo o pesante, alla fine uso lui.
Un piccolo appunto sulla colorazione: l’N teoricamente sta per “neutral”, in realtà, come ho scritto prima, è un po’ giallina e non è chiarissima come l’NC10 di di MAC, il 110 di Maybelline o il 1C0 di Estèe Lauder.

L’OREAL True Match “N1 Ivory”

L’OREAL True Match “N1 Ivory”

 

RIMMEL “Light Porcelaine 010”

Rimmel, altra marca low cost, ma a mio avviso molto valida. 
Di questo brand ho svariati fondotinta: Lasting Finish Nude 25 hr, Lasting Finish Confort Serum 25 hr, Match Perfection, Wake Me Up; tutti con la stessa colorazione chiarissima, che per Rimmel è la “light Porcelaine 010”, che però non è uguale per tutti, nel Match Perfection ad esempio è più chiara e rosata rispetto alle altre, sebbene sia anche il meno coprente.
Purtroppo tale colorazione non sembra essere reperibile direttamente in Italia, ma è possibile trovarla online, su siti come ASOS, EBAY, AMAZON e l’ultimo multimarca da me scoperto LOOKFANTASTIC.IT.

Tra tutti quello che ho apprezzato e usato di più è stato sicuramente il Lasting Finish Confort Serum, specialmente nel periodo freddo, in cui la pelle diventa più secca, infatti è mediamente coprente e non evidenzia le pellicine causate dalla secchezza, restando però al suo posto per praticamente tutto il giorno.
In parte lo trovo simile a quello dell’Orèal, se non fosse per la colorazione molto più chiara e rosata.
Se si preferisce una consistenza più leggera il Lasting Finish Nude 25 hr è perfetto, un po’ meno coprente, ma dall’effetto più naturale.
Quello che invece non consiglio assolutamente è il Wake Me Up, non mi è mai piaciuto e non sono mai riuscita ad usarlo, troppo “corposo” e la presenza di glitterini al suo interno mi disturba profondamente.

RIMMEL “Light Porcelaine 010”: Match Perfection,, Lasting Finish Nude 25 hr, Lasting Finish Confort Serum 25 hr, Wake Me Up

RIMMEL “Light Porcelaine 010”: Match Perfection,, Lasting Finish Nude 25 hr, Lasting Finish Confort Serum 25 hr, Wake Me Up

 

In ultimo: gli swatch! Che diciamocelo, non sono per nulla semplici da fare, per mille variabili, senza contare che alla fine ogni schermo ha il proprio bilanciamento dei colori, quindi quest’ultimi non risultano e non risulteranno mai veritieri al 100%, anche se io col mio [che ha un bilanciamento tendenzialmente neutrale/freddo] li vedo abbastanza realistici:

SWATCH: ingrandire l'immagine per leggere i nomi dei prodotti.

SWATCH: ingrandire l’immagine per leggere i nomi dei prodotti.

Ovviamente se dovessi acquistare nuove colorazioni aggiornerò il post o ne scriverò un altro [sperando di metterci meno di quanto ci ho messo per scrivere questo: iniziato a giugno, pubblicato a novembre!]