Post Taggati ‘tende’

Tende.. finalmente!

Il periodo – infinito – delle prime volte continua: ora – giusto per non farmi mancare niente – è toccato alle tende a vetro, per tutta la casa, che ho fatto/sto facendo da me con ben 5 metri x 3 metri di stoffa non tagliata presa qualche settimana fa.

Dire che è un lavoraccio immenso è poco, specialmente perché io non ho mai fatto nulla di simile prima – avevo giusto rammentato qualche buco e riattaccato qualche bottone – e inoltre ho solo ago/filo/spilli, niente macchina da cucire [che comunque non saprei usare], per realizzare la bellezza di ben 7 tende per finestre [misura tenda: 70×112] e 4 per porte finestre [misura tenda: 75×160].

La cosa positiva è che finalmente le sto facendo come le ho sempre volute io, piatte, con attacco “strap” in modo tale da non creare spessore e non dover quindi togliere le veneziane che “restano sopra”, potendo così tirarle giù/chiuderle quando c’è la necessità di maggior privacy, solitamente di sera, quando il tempo si scurisce o quando ci sono troppi impiccioni [siamo proprio “su strada”, senza cancelli o altro, quindi è necessario per non diventare la copia povera del “Grande Fratello” per vicini e passanti].

…che bile quando la gente si avvicina alla casa e al posto di bussare/suonare il campanello, cerca di guardare dentro spiaccicando la faccia sul vetro della Portafinestra d’ingresso [ovviamente mettendo la manina a livello della fronte per cercare di togliere il riflesso della luce esterna], oppure della finestra a fianco,.. ma dov’è l’educazione??? e se girassi in mutande a casa mia?? Bah.

Probabilmente è il più grande difetto di questa casa, la posizione centrale rispetto le altre case e senza cancello, quindi con poca privacy, dato che tutti si sentono autorizzati a guardarti/entrarti in casa senza bussare/suonare, e a meno che non sei al piano di sopra, vedono subito se ci sei o meno [vedi sopra: spiando dalle finestre…], quindi non puoi neppure “ignorare” fingendo di non essere in casa..

Ecco perché al contrario di molti, io adoro gli appartamenti condominiali, specialmente se si trovano in alto, perché nessuno può romperti le scatole, possono solo limitarsi a suonare al citofono e se non rispondi possono giusto giungere alla conclusione che non ci sei e si attaccano.
Libertà totale di fare quello che si vuole in casa propria, anche di girare nuda [non è da me, ma volendo si dovrebbe poter fare, senza trovarsi in casa o a spiare dalla finestra degli sconosciuti!], mentre qui purtroppo non è così, motivo per cui da quando mi sono trasferita da Brescia non giro più per casa in pigiama, ma mi vesto/trucco sempre, per essere “presentabile” in ogni momento [tranne di sera tardi], visto che c’è sempre qualcuno che entra/spia in casa….

…beh, spiare da ieri è diventato ulteriormente più difficile grazie alle mie tende [per ora solo nel piano di terra, ma nel primo piano nessuno riesce a vedere dentro], implementate alle veneziane, visto che quest’ultime danno molta privacy una volta chiuse totalmente, ma se le apri anche semplicemente appiattendole, per far giustamente entrare la luce, tra una veneziana e l’altra il vetro resta comunque libero/vuoto ed è quindi come non avere nulla.

Da fuori tra l’altro l’effetto è anche molto più carino da vedere, più ordinato e adatto esteticamente alla casa, il che rende la mia faticaccia ancora più sensata/soddisfacente.